giovedì 2 ottobre 2014

Anteprime: Ottobre con Piemme

L'autunno è iniziato, le vacanze sono finite e lo stress tornerà ben presto a farci compagnia e allora perché non rilassarsi con un buon libro? Ecco qualche consiglio dalla casa editrice Piemme!




Prezzo: € 17,00
Pagine: 384
Editore: Piemme Freeway
Data Pubblicazione: 7 Ottobre

TRAMA

Britt si è preparata per più di un anno a un trekking sul Teton Range. Quello a cui non era preparata, però, è scoprire che Calvin, il suo ex ragazzo e unico grande amore, si unirà a lei. Prima che Britt abbia tempo di esplorare i propri sentimenti, si scatena una terribile tormenta che la obbliga a rifugarsi in una baita sperduta. Peccato che gli occupanti, entrambi giovani e molto affascinanti, siano anche due fuggitivi decisi a prenderla in ostaggio. Britt sa che la conoscenza dei sentieri e l’attrezzatura da treking che ha con sé rappresentano la sua assicurazione sulla vita, e che deve solo resistere abbastanza a lungo perché Calvin la raggiunga, eppure… In una disperata corsa contro il tempo e il freddo, Britt scoprirà che sotto la neve si nascondono moltissimi segreti e che forse il suo rapitore, la cui gentilezza è decisamente seducente, non è quello che sembra.

AUTRICE

Becca Fitzpatrick è l’autrice best seller della saga paranormal romance Il bacio dell’angelo caduto che ha venduto 70.000 copie soltanto in Italia. Il lancio mondiale del suo nuovo thriller è previsto il 7 ottobre 2014.

ESTRATTO

– Vuoi farmi credere d’essere un bravo ragazzo?
Scoppiò a ridere, rovesciando la testa all’indietro. – Un bravo ragazzo? Non lo pensi sul serio.
In effetti, non volevo che sapesse che cosa pensavo davvero di lui. All’effetto che aveva su di me, a come la mia pelle fremeva e si scaldava e sembrava sul punto di sciogliersi. Me l’aveva detto chiaro e tondo: “Io sono pericoloso”. Eppure, mentre i suoi occhi neri si accendevano, brulicanti di segreti, io avevo visto che cosa nascondevano. La gentilezza e la dolcezza.
Ripensai a quando l’avevo visto svestito, al suo corpo snello e scolpito. In confronto, Calvin sembrava un ragazzino. Lo sguardo sfuggì al mio controllo e mi ritrovai a spiarlo. Sbirciai verso la morbida, misteriosa linea della sua bocca.
E lo trovai che scrutava la foresta, un lampo di panico negli occhi scuri.
– Che succede? – sussurrai.
– Lupi. Almeno tre.





Prezzo: € 14,90
Pagine: 336
Editore: Piemme Freeway

TRAMA

Anthony gioca solo con il suo dinosauro viola, Anthony non ti guarda mai negli occhi, Anthony ha una passione per il numero 3. Ed è all’età di 3 anni che gli viene diagnosticata una gravissima forma di autismo. Per Olivia e David, i suoi genitori, è più di quanto possano sopportare. E quando a dieci anni si consuma la tragedia più grande – la morte di Anthony durante una crisi epilettica – la loro coppia si sgretola per sempre. Olivia si rifugia nella casa di villeggiatura a Nantucket. Lì, sulla stessa striscia di sabbia immacolata su cui Anthony metteva in fila i suoi sassolini bianchi – sempre in gruppetti di tre – aspettando che le onde li portassero via, Olivia cerca di ricostruire ciò che è successo, e di ripercorrere le tappe della breve vita di Anthony. E sarà proprio la voce in prima persona del suo bambino a guidarla, e a raccontarle che l’amore può esistere e farsi sentire anche quando tutte le porte del tuo mondo sono chiuse a chiave.

AUTRICE

Lisa Genova è nata in Massachusetts, dove vive tuttora con la sua famiglia. Dopo una laurea in neuropsichiatria ad Harvard, ha dedicato la sua vita allo studio di gravi disturbi quali la depressione, il morbo di Parkinson e quello di Alzheimer. Perdersi, il suo primo romanzo, è stato un incredibile caso editoriale, premiato da un clamoroso successo internazionale e presto diventerà un film con Julianne Moore, Kristen Stewart e Alec Baldwin.



Prezzo: € 17,50
Pagine: 350
Editore: Piemme


TRAMA

Strega, seduttrice, colpevole, assassina: Agnes Magnusdottir è accusata di molte cose. Perché nell’Islanda del primo spicchio di Ottocento – immersa in una nebbia perpetua come in mille superstizioni – lei, con la sua bellezza, il suo animo ribelle, la sua intelligenza troppo vivace, è una donna diversa da tutte le altre. Diversa anche per l’uomo che lei stessa si è scelta: Natan Ketillson, un uomo più vicino ai diavoli dell’inferno che agli angeli del paradiso, come mormorano nel villaggio, un mago capace di risuscitare i morti con le sue pozioni a base di erbe conosciute solo da lui. E ora che Natan è morto, ucciso da diciotto coltellate, e Agnes è rimasta l’unica a piangerlo, il villaggio decide che la colpevole dell’efferato omicidio non può che essere lei. E mentre attende la morte per decapitazione, Agnes racconta la sua versione della storia, facendoci scoprire pian piano la verità. La racconta agli unici amici che il destino le concede nei suoi ultimi giorni: la moglie del suo carceriere, e il giovane e inesperto confessore che si è scelta, Toti. E anche se la morte sarà la fine inevitabile, per Agnes la vita continua altrove: nei pensieri, nei sogni, nelle letture. Le cose che nessuno potrà toglierle. 

Ispirato alla storia vera dell’ultima donna morta per decapitazione in Islanda, un viaggio vivido e sconcertante nel cuore di una donna, nella sua silenziosa ribellione, tutta interiore, al destino che le è toccato e alle superstizioni della gente. Un esordio che ha lasciato letteralmente incantata la critica, una giovanissima autrice australiana che, attingendo alla storia islandese, ha saputo ricostruire un intero mondo, creare un personaggio femminile semplicemente indimenticabile e raccontarci uno degli inverni più lunghi della nostra storia.


AUTRICE

Hannah Kent è nata a Adelaide nel 1985. Da studentessa ha trascorso alcuni mesi in Islanda nell’ambito di uno scambio culturale promosso dal Rotary Club. È stato lì che ha sentito per la prima volta la storia di Agnes Magnusdottir, l’ultima persona a essere condannata a morte per decapitazione in Islanda, e se n’è innamorata. Il suo esordio, Ho lasciato entrare la tempesta, è stato tra i libri più importanti del 2013 nel mondo anglosassone, e ha incantato la critica e i lettori.

Nessun commento:

Posta un commento