mercoledì 14 ottobre 2015

Anteprima: PPP Pasolini, un segreto italiano di Carlo Lucarelli

Rizzoli  in uscita a metà Ottobre 2015

CARLO LUCARELLI
PPP
Pasolini, un segreto italiano

Un romanzo-inchiesta sugli ultimi giorni di Pasolini e sugli anni più violenti della nostra storia recente. «Le bombe, le fucilate e le sprangate, e tutto quello che ci sta dietro, sono fatti concreti, azioni umane. Ciò che non sappiamo sta nella mente di qualcuno che non parla. Insomma, non sono Misteri, quelli. Sono Segreti. Segreti Italiani.»
Primi anni Settanta. A pancia in giù e sollevato sui gomiti, un ragazzino legge su una rivista frasi impenetrabili, rabbiose, attraenti. Sono tutte di Pier Paolo Pasolini. Il tempo passa e, quasi inavvertitamente, dentro quel bambino che oggi è uno scrittore sedimenta qualcosa di profondo: non è solo la passione per la parola, è l’istinto di un mestiere. «Seguire quello che succede, immaginare quello che non si sa o che si tace, rimettere insieme i pezzi disorganizzati e frammentari, ristabilire la logica dove regnano l’arbitrarietà, la follia e il mistero». Perché il Pasolini che ci parla dalle pagine di questo libro non è il poeta né il letterato, è quello della narrazione civile, lo stesso che confessò di sapere e che è stato assassinato.
È proprio lì che torna Carlo Lucarelli, agli anni più violenti della nostra storia recente, ai pestaggi, ai morti ammazzati e alle stragi. Torna al Pasolini intellettuale e all’odio che lo circondava. Attraverso un tessuto di impressioni intime, analisi politiche e ricostruzioni storiche, torna a quella notte di novembre del 1975 in cui si è consumato un delitto comunque politico. Ciò che resta, una volta disintegrata la versione ufficiale e rimessi in ordine i fatti, è la certezza di trovarci di fronte a un Segreto Italiano.
CARLO LUCARELLI (Parma, 1960) in più di vent’anni di carriera ha inventato un nuovo modo di raccontare la storia e la cronaca nera. Ha esordito nel 1990 con Carta bianca (Sellerio), mentre Almost Blue (Einaudi, 1997) ha segnato il passaggio a una maggiore notorietà. È autore e conduttore televisivo e radiofonico, oltre che sceneggiatore e giornalista.
POST-IT
«Tante, troppe cose non tornano in questa storia. È così che muore un poeta?» – Carlo Lucarelli
Pier Paolo Pasolini fu assassinato il 2 novembre 1975 sul litorale dell’Idroscalo di Ostia. Quest’anno ricorrono i quarant’anni dalla sua morte.
NARRATIVA Carlo Lucarelli "PPP. Pasolini, un segreto italiano" Rizzoli, pp.224, euro 15,00.

2 commenti: