venerdì 5 febbraio 2016

Recensione: Quello che ti rende speciale di Marci Lyn Curtis


Prezzo: € 16,00
E-book: € 4,99
Pagine: 304
Editore: Fabbri
Genere: Young Adult


Maggie Sanders ha diciassette anni, un’ironia tagliente e un pessimo carattere. Ma in fondo con chi non lo sarebbe al suo posto? Sei mesi prima Maggie a causa di una meningite virale ha perso per sempre l'uso della vista ed ora tutto intorno a lei è un immenso muro nero...
Un giorno però qualcosa cambia, Maggie uscendo dallo studio del suo assistente sociale cade davanti a Ben, un ragazzino di dieci anni davvero molto particolare e che come lei ha sofferto molto. Maggie improvvisamente riesce a vedere Ben e ciò che lo circonda, accade solo quando lui è vicino e Maggie non se lo sa spiegare. Tra Maggie e Ben nasce una grande amicizia e grazie a lui la ragazza capisce che la sua vita non è finita sei mesi, che ci sono ancora tantissime cose che può fare e soprattutto inizia a capire meglio anche se stessa e le scelte fatte dopo la malattia. Ma qualcosa sta per accadere e Maggie dovrà lottare per questa amicizia così unica...

Per prima cosa mi spiace aver scritto così tanto nella parte introduttiva, ma per la prima volta ho avuto tra le mani un libro la cui trama non è facile da descrivere, perché racchiude in se davvero tantissimi elementi e tanti piccoli microcosmi che si incastrano uno nell'altro dando vita ad una storia che vi lascerà senza fiato e vi colpirà dritti al cuore.

La Curtis in Quello che ti rende speciale parla di amicizia, amore, famiglia, perdite, dolore e tanto altro, toccando moltissimi dei temi più delicati tra gli adolescenti e lo fa con naturalezza, in maniera amichevole e fin da subito si ha l'impressione che sia veramente Maggie a parlare al lettore.
In qualche modo ho amato tutti i personaggi di questo libro, tutti così veri e tutti con un peso incredibile sulle spalle, con un macigno sul cuore che li soffoca ed ognuno con una grande forza, che prima o dopo tireranno fuori cambiando la propria vita.
La storia è raccontata in prima persona da Maggie, nelle sue parole sono forti la rabbia, la frustrazione e il dolore che tiene chiusi dentro di se e che non sa ancora come gestire, ma grazie a Ben imparerà a capire se stessa e passo dopo passo insieme a lui troverà quello che la rende speciale, cosa la fa vivere bene nel mondo e che alla fine le cose cambiano e si riesce a trovare il proprio posto!
Ben ve lo dico subito è adorabile, ha 10 anni ma vi farà innamorare e vi regalerà dei momenti di pura gioia! Il suo personaggio è fuori da ogni cliché e come dice Maggie Ben è semplicemente lui e in questa semplicità, nel suo sorriso e nella sua voglia di vivere è perfetto!
Sono molto i personaggi che incontrerete pagina dopo pagina e tutti verranno descritti da Maggie e poichè lei è cieca le descrizioni che fa riguardano ciò che percepisce, il tono della voce, i movimenti che fanno e tutto è talmente preciso che per il lettore è facile immaginarsi ogni singola situazione.
Tutto all'interno del libro viene descritto con cura, da una parte si hanno le descrizioni minuziose che Maggie fa di tutto ciò riesce a vedere quando è con Ben, non tralascia nulla, come un assetato nel deserto che beve avidamente da una fonte d'acqua lei si nutre di ogni cosa, perché sa che non appena saluterà Ben risprofonderà nel buio; dall'altra troviamo la descrizione di ciò che non vede, di come lo percepisce e anche un analisi molto profonda di come ha gestito la sua vita subito dopo la malattia: un personaggio questo che si evolve molto durante la lettura, che si mette a nudo, che riesce a fare autocritica e alla fine da libero sfogo al suo dolore e riesce anche a parlare chiaramente con i suoi genitori.
Tutto all'interno di questo libro viene descritto con molta intensità e il lettore ne verrà travolto, vivrà ogni singola cosa e più di una volta si ritroverà a doversi asciugare una lacrima o trattenersi dal ridere come un matto.
Quel che ti rende speciale è un bellissimo viaggio nel cuore di una grande amicizia, la scoperta di un mondo senza sfumature, ma che può tornare ad essere a colori pur non vedendoli: vivrete ogni momento insieme a Maggie, Ben, Mason e Clarissa e vedrete tutto scorrere davanti a voi come immagini di un film.
Marci Lyn Curtis ha uno stile molto coinvolgente, riesce a far entrare il lettore nella testa dei personaggi, lo fa diventare parte della storia facendogli vivere in prima persona tutto quello che vivono i personaggi. Il linguaggio non è mai elaborato e da proprio l'idea di esser davanti ad una diciassettenne che ci racconta come è riuscita a rinascere e ad uscire da quel bozzolo in cui si era ritrovata prigioniera.
Una lettura perfetta per un pubblico giovane, soprattutto perché tra queste pagine si imparano molte cose e si riesce a vedere il mondo da prospettive differenti, ma ciò non esclude assolutamente che possa esser letto anche da un pubblico più adulto: il coinvolgimento emotivo è fortissimo e da una bella scossa al cuore e all'anima!









3 commenti:

  1. Ok, parliamo prima della copertina, cosa diavolo hanno combinato? La trovo bruttissima, sembra un libro per ragazzine, ma leggendo la recensione e tutt'altro lo trovo un libro pieno di emozioni e di chi vuol continuare a combattere nella vita. Il contenuto mi piace moltissimo ma la copertina non mi piace per niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti la copertina non è delle migliori, ma leggendo il libro capirai perchè l'hanno scelta ^^

      Elimina
  2. Ok..sinceramente se non avessi letto la tua recensione, avrei saltato la lettura di questo libro...non pensavo ci potesse un tale coinvolgimento emotivo, come invece trapela dalle tue parole...ci farò un pensierino

    RispondiElimina