giovedì 18 febbraio 2016

Recensione: Vanilla di Megan Hart


Prezzo: € 12,90 in offerta a € 10,96
Ebook: € 6,99
Pagine: 352
Genere: Erotic Romance
Editore: HarperCollins Italia
Data di pubblicazione: 19 Gennaio 2016


Elise sa cosa vuole a letto, e fa sempre in modo di ottenerlo. Da tempo ormai placa la sua sete di dominio con una serie di uomini ben felici di sottomettersi e inchinarsi davanti a lei.
Ma la soddisfazione sessuale è ben altra cosa rispetto all’amore. Elise lo sa bene, perché è stata scottata in passato donando il proprio cuore troppo in fretta. Quando incontra Niall, l’intesa che prova è intensa ed elettrizzante. Niall è bello, intelligente e dolce come la vaniglia. Così Elise, nonostante ci provi fino in fondo, non riesce a impedirsi di amarlo, anche se i suoi gusti sessuali sono così lontani da ciò di cui lei ha bisogno. Come può funzionare una relazione dove entrambi gli amanti vogliono essere il più forte?


"Avvertii un fremito e capii che finalmente ero dentro quel momento e avrei potuto abbandonarmi alla situazione, a lui, perché il resto del mondo era sfocato e c'eravamo solo noi due.
E io avevo il controllo assoluto."


Questo romanzo è stato molto pubblicizzato e temevo si rivelasse un'abile manovra commerciale per lanciarlo e che una volta letto ne sarei rimasta delusa. Invece no!
Qui si parla di sesso non convenzionale dove la donna ha il comando e decide come, dove, quando e con chi vuole divertirsi. 
Stiamo parlando di sesso non di amore ed è proprio quello che manca alla protagonista anche se non se ne rende conto.
Lei fugge dall'amore in seguito alla fine di una storia molto importante e cerca di soddisfare le sue esigenze sessuali senza coinvolgimenti sentimentali.
Elise sente la necessità di far capire che ciò che crediamo di sapere sul mondo delle dominatrici e dei sottomessi è falsato e non corrispondente alla realtà: non tutti usano fruste, manette, completini di pelle o latex, infligge dolore od umiliazioni.
La protagonista si destreggia tra lavoro come contabile, modella per foto fetish, una famiglia ingombrante e un po' bigotta e i suoi incontri di fuoco con il suo sottomesso.
Ad una mostra fotografica dove risulta essere "molto esposta" conosce Niall un collega di suo fratello e qualcosa scatta tra loro.
Niall è incuriosito da lei e cerca di capire le sue scelte nella sfera intima e privata non senza qualche errata convinzione o fraintendimento.
Lui è decisamente più portato per l'amore "vaniglia" ovvero tradizionale e senza eccessi.
Le scene di sesso sono molto esplicite e decisamente hot, naturalmente hanno il loro perchè' e sono ben inserite nel contesto del libro senza cadere nel banale o volgare porno.
L'autrice riesce a esporre il mondo delle dominatrici ma senza stereotiparlo come ci si aspetterebbe. 
La trama è ben strutturata, la ricerca dell'amore riesce a fondersi all'atto carnale in un perfetto connubio, i personaggi sono descritti bene ed hanno un bel spessore psicologico.
Lo si legge tutto d'un fiato e si assapora appieno la sensualità che affiora dalle pagine.
Lo consiglio per una lettura decisamente coinvolgente e per una piacevole evasione.






1 commento:

  1. Non amo molto questo genere di libri, sono sicuro che gli amanti del genere lo apprezzeranno molto

    RispondiElimina