sabato 26 marzo 2016

Recensione: Non torna nessuno di Sophie Littlefield


Prezzo: € 19,90
Ebook: € 9,99
Pagine: 336
Genere: Thriller
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 23 Febbraio 2016

Dopo il boom petrolifero, il North Dakota si è riempito di «campi», vere e proprie baraccopoli piene di uomini ingaggiati negli impianti, alla periferia di città impreparate ad accoglierli. In posti come questi, isolati e fuori dal tempo, è facile far sparire una persona. Quando due ragazzi appena arrivati svaniscono senza lasciare traccia, sono solo le loro madri a credere di poterli ritrovare. Nonostante le rassicurazioni della polizia, le due donne sono convinte che la compagnia petrolifera stia coprendo qualcosa. Non solo la sparizione dei loro figli. Così, per quanto diverse l’una dall’altra, sigillano un patto per andare alla loro ricerca. Perché se nulla può fermare una madre, due insieme sono invincibili.

Un buon libro si riconosce anche dalle sensazioni che, una volta arrivati a fine lettura, è in grado di lasciarci, quello che è capace di trasmetterci e quello che è in grado di donarci parola dopo parola. Raramente mi sono cimentata con libri incapaci di farmi provare tutto questo, ho sempre trovato in ognuno di essi un qualcosa in grado di lasciarmi un ricordo della storia letta, e sebbene in Non torna nessuno questo elemento non sia mancato, molto nel Thriller di Sophie Littlefield mi ha lasciata insoddisfatta: le mie aspettative erano molto alte e con grande rammarico ho potuto constatare che, questa volta, queste siano state in parte disattese.
Le vite di Shay Capparelli e di Colleen Mitchell stanno per essere travolte da uno dei peggiori incubi che una madre potrebbe mai affrontare: la perdita dei propri figli. Di Taylor e Paul, infatti, non hanno notizie da giorni e spinte dalla preoccupazione e dalla voglia di scoprire le sorti dei due ragazzi, Shay e Colleen si recano a Lawton, la cittadina del North Dakota che ha ospitato i due giovani negli ultimi mesi occupandoli in un lavoro duro e pericoloso all'interno dei pozzi petroliferi, incredibilmente aumentati dopo il grande boom degli ultimi anni. La Hunter - Cole, però, l'azienda che ha la proprietà di questi pozzi, non ha intenzione di aiutarle nella ricerca e la polizia si dimostra sempre più restia a fornire informazioni utili di cui non fossero già a conoscenza, ed è così che le due donne intraprendono un sentiero pericoloso che le porterà a scavare nella vita degli abitanti del luogo e a portare a galla segreti celati tra il fango ed il sangue di cui si sono macchiati, negli anni, i dirigenti della Hunter - Cole. Quale verità, però, potrà veramente riportare Taylor e Paul tra le loro braccia? Shay e Colleen possono ancora nutrire la speranza di poterli riabbracciare? Che oscuri segreti sono nascosti a Lawton, la cittadina fuori dal tempo del Noth Dakota?
Parlarvi di questo libro non è assolutamente facile, alcune cose mi hanno piacevolemente colpita, altre invece mi hanno particolarmente delusa, ma andiamo con ordine. La prima cosa che sicuramente ha attirato la mia attenzione è stata la trama, che ho trovato fin dall'inizio molto promettente, misteriosa ed intrigante al punto giusto: fin dalle prime pagine mi ero immaginata una storia particolarmente cruda e dolorosa, una vicenda originale che prendeva le mosse da un avvenimento che spesso non viene preso in considerazione da altri autori, ma tutte queste mie aspettative sono state deluse, o meglio, parte di esse. Sebbene la storia sia particolarmente travolgente, così tanto da tenere il lettore davvero incollato alle pagine, capitolo dopo capitolo, ininterrottamente fino alla conclusione del libro, lo sviluppo della stessa non mi ha soddisfatta pienamente: la piega che l'autrice ha voluto dare alla vicenda narrata non mi ha convinta affatto, l'ho trovata poco in linea con l'intero libro e oltre ad esserne dispiaciuta ne sono stata anche fortemente delusa. Probabilmente questa sensazione è stata dettata dal fatto che io mi aspettassi tutt'altro e sono convinta che se il libro fosse stato presentato in un altro modo lo avrei apprezzato maggiormente.
Una nota fortemente positiva, però, l'ho ritrovata nelle due protagoniste femminili del romanzo: prima di tutto ho apprezzato la scelta di rendere il sesso femminile il protagonista assoluto del libro, ma ancor di più il fatto dell'aver preso in considerazione due donne ordinarie, senza alcuna caratteristica speciale in grado di farle spiccare su tutto e tutti, due donne normali con un grande amore per i figli, pronte a contrastare tutto pur di garantire loro una vita piena e soddisfacente. Il modo in cui sono state delineate, poi, è particolarmente efficace e grazie alle descrizioni minuziose e dettagliate che l'autrice ha fornito è stato facile e quasi immediato, per me, immaginarle sotto ogni punto di vista, sia caratterialmente sia fisicamente: pregi e difetti vengono messi a nudo senza alcuna difficoltà, rendendo così le due donne ancora più verosimili e credibili, elemento che ho davvero apprezzato e che mi ha fatto sentire, inaspettatamente, parte del romanzo. Ancor di più, però, sono stata colpita dalla grande abilità di Sophie Littlefield di far traspirare in una maniera unica le sensazioni e le emozioni provate dalle due donne: spesso mi sono ritrovata a soffrire per una parola brusca pronunciata da Shay nei confronti di Colleen, ma spesso mi sono messa facilmente nei panni della prima ritrovandomi incredibilmente impotente ma impaziente di mettere in atto un piano per convincere chi di dovere ad aiutare nelle indagini; l'amore che Shay e Colleen provano per i figli è un sentimento profondo ed intenso, quasi distruttivo, che io stessa, pur non essendo ancora una madre, ho provato sulla mia pelle con tutta la sua forza, ed ancora ho sentito la disperazione che affliggeva le due donne, un'emozione che si è intensificata pagina dopo pagina e che ancora adesso, guardando il libro, ritorna impervia e travolgente. 
Sempre in riferimento a Shay e Colleen, poi, le due grandi tematiche trattate nel libro hanno saputo conquistarmi: da una parte l'Amicizia che nascerà e legherà le due donne, fortemente differenti tra loro, e dall'altra l'Amore intenso e profondo che solo una madre sa provare per i propri figli, analizzandole nel profondo l'autrice è stata molto abile a metterne in luce gli aspetti positivi e quelli negativi, ma soprattutto l'importanza che ricoprono nella nostre vite.
Le atmosfere ricreate dall'autrice, in ultimo, mi hanno fatto percepire quella tensione che mi ha tenuta incollata alle pagine, quel filo di mistero che non guasta mai e che tanto amo ha sicuramente arricchito il libro dandogli quel surplus del quale ha totalmente beneficiato.
Lo stile è risultato essere, fortunatamente, molto semplice e scorrevole ed è stato proprio questo ad avermi permesso di terminare il libro in pochissimi giorni e senza difficoltà.
Non torna nessuno è stata una lettura soddisfacente sotto alcuni punti di vista, sorprendente sotto altri, ma in parte deludente, mi aspettavo molto di più da un Thriller che sta facendo parlare molto di sé.

4 commenti:

  1. Sono d'accordo con te! La trama mi ispirava tantissimo, ma la storia in sé non mi ha conquistata del tutto, saranno state le aspettative troppo alte, ma in parte sono rimasta delusa dalla storia. Per di più appena risolto il 'mistero' dei ragazzi, ho perso interesse verso le ultime pagine del romanzo, perché ho considerato la storia finita :\ Se vuoi saperne di più comunque ho già pubblicato la recensione v_v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro a leggerla, me la sono persa! Ecco, esatto, lo sviluppo della trama mi ha delusa particolarmente, il fatto che l'autrice sia andata a parare proprio lì non mi è piaciuto per nulla!

      Elimina
  2. Sai anche io mi aspettavo qualcosa di veramente travolgente, che ti avrebbe catturato alle pagine tenendoti sempre
    col fiato corto. Peccato per alcune cose, ma sembra promettente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, in realtà l'ho davvero divorato, tutto sommato non è male, ma sono sicura che se non fosse stato per i personaggi l'avrei abbandonato.. Sei vuoi qualcosa di carino da leggere te lo consiglio, ma non aspettarti troppo ^^

      Elimina