martedì 12 aprile 2016

[BlogTour] La vita perfetta di Renée Knight: Se "La vita perfetta" fosse un film? - 1° Tappa


Buongiorno e ben trovati Lettori Meravigliosi :)

Oggi c'è una piccola sorpresa per tutti voi! In collaborazione con la Casa Editrice Piemme io insieme ad altri tre blog (Devilishly StylishEverpop e Leggere in Silenzio) diamo vita ad un altro piccolo BlogTour dedicato ad un libro che tutti dovrebbero leggere, La vita perfetta di Renée Knight. Al contrario, però, di quello precedente questa volta vogliamo concentrarci su un aspetto che riguarderà presto il libro, ossia la sua trasposizione cinematografica! 

Se "La vita perfetta" fosse un film? E' questa la domanda che ci hanno posto e noi non possiamo fare altro che scatenarci e divertirci insieme immaginando il nostro personale Dreamcast! Diamo ufficialmente il via alle danze! :)

Prezzo: € 19,50 
Ebook: € 10,99 
Pagine: 288 
Genere: Thriller 
Editore: Piemme 
Data di pubblicazione: 15 Marzo 2016 

TRAMA
Catherine Ravenscroft non sa cosa sia il sonno. Da quando in casa sua è comparso quel libro, l’edizione scalcagnata di un romanzo intitolato Un perfetto sconosciuto, non riesce più a fare sonni tranquilli, né a vivere la vita di ogni giorno, la sua vita di film-maker di successo, con la sua bella famiglia composta da un marito innamorato e un figlio ormai grande. Non ci riesce perché quel libro – anche se Catherine non sa chi l’abbia scritto, o come possa essere finito nella nuova casa dove lei e il marito hanno appena traslocato – racconta qualcosa che la riguarda molto da vicino. Qualcosa che soltanto lei sa, e che ha nascosto a tutti, anche a suo marito. Chi è l’autore di quel libro, e come fa a conoscere Catherine e a sapere cosa ha fatto un giorno di tanti anni fa, durante una vacanza al sole della Spagna? E che cosa vuole adesso da lei? Catherine dovrà fare i conti con la paura, e – forse per la prima volta – con la verità. Perché anche le vite che ci sembrano più perfette nascondono dei segreti che possono distruggerle.



- Cominciamo dalla protagonista assoluta del libro, Catherine Ravenscroft.

Fin dal primo momento ho immaginato Catherine come una donna bellissima, e consapevole di esserlo, ma decisa più che mai a farsi ricordare per l'impegno, la costanza e i successi lavorativi. Dietro questa facciata però, troviamo molto altro di lei, vediamo una donna fragile, una donna che ha sofferto ma che non è ancora pronta ad ammetterlo, una di quelle persone che il malessere lo portano dentro di sé, lo trattengono nell'io più intimo per non dimostrarsi deboli. Solo alla fine Catherine tira fuori la tigre che è in lei, solo dopo essersi resa conto che i drammi vanno affrontati ed esternati torna a vivere realmente per quella che è. 
L'accostamento a questa attrice è stato immediato: per me Catherine dovrebbe essere interpretata da Ellen Pompeo, la Meredith Grey di Shonda Rhimes, un'attrice particolarmente adatta ai ruoli drammatici, ma dotata di una grande forza interiore! 



- Veniamo poi al protagonista maschile, l'altra voce narrante, Stephen Brigstocke.

Stephen è un personaggio complesso, è sicuramente un uomo che ha vissuto una vita intensa in cui non sono mancati i problemi, la scomparsa del figlio in giovane età e della moglie solo qualche anno prima della storia narrata sono stati due avvenimenti che hanno contribuito ad indurirgli ancor di più l'animo, ma soprattutto sono state le due gocce che hanno fatto venire fuori tutto il risentimento e la rabbia per quella che pensava essere la verità. Un personaggio di questo calibro, con questa importanza e di questa portata non poteva non essere interpretato da un attore sublime, dotato di una tecnica e di un'intensità nella recitazione senza pari: sto parlando ovviamente di Tom Hanks, il primo personaggio chi mi è stato chiaro in mente fin da subito! 

- Passiamo invece al marito di Catherine, un personaggio che non ho saputo inquadrare fin da subito, Robert Ravenscroft.

Robert, il marito di Catherine appunto, è uomo con una vita apparentemente idilliaca: ha una moglie al fianco che ama, un figlio che adora e con cui ha un rapporto bellissimo e un lavoro che tutto sommato lo soddisfa. Quando però quel fatidico libro entra a far parte della sua vita tutto si sfalda e i dubbi cominciano ad insinuarsi nella sua testa e questo lo porterà ad indagare, da solo e all'insaputa di Catherine, sulla verità, o quanto meno quella che crede sia la verità. Non nego che il personaggio di Robert non mi sia piaciuto particolarmente, non l'ho sentito particolarmente vicino e francamente non ho apprezzato per nulla alcuni suoi comportamenti, soprattutto nella parte della finale, e credo sia proprio questo il motivo per il quale ho faticato ad associargli un volto. Alla fine ho ritrovato in Tony Goldwyn un buon candidato, un attore che sto apprezzando, nonostante il personaggio che interpreta, in Scandal, altra creazione di Shonda Rhimes.

- Siamo arrivati adesso ad un personaggio che conosceremo solo attraverso i ricordi di Stephen, il figlio Jonathan Brigstocke.

Jonathan è un ragazzo che non conosceremo mai in prima persona, ma solo attraverso gli occhi del padre che cercherà di ricostruire la storia della sua vacanza in Spagna, dalla quale purtroppo non è più tornato. Il figlio di Stephen è un ragazzo bellissimo, dal carattere apparentemente solido ed amorevole, pronto a divertirsi quando serve ed incredibilmente indipendente. Ma ricordate che l'apparenza inganna, quasi sempre.
Anche per Jonathan il viso da associare mi è stato subito chiaro: Jack Falahee è assolutamente perfetto per il ruolo, lo vedo già sul grande schermo a dare sfoggio delle sue incredibili doti e soprattutto della sua mimica facciale, a dir poco ammaliante!


- L'altro ragazzo che incontriamo nel romanzo è il figlio di Catherine e Robert, Nicholas Ravenscroft.

Questo ragazzo ricopre un ruolo che nell'immediato sembra fare da sfondo, ma con il proseguire della lettura si scoprirà essere di una particolare importanza. Nicholas appare fin da subito un ragazzo profondamente turbato da un qualcosa che verrà precisato nei capitoli finali, è un ragazzo solo, che soffre la sua condizione, e che ha una certa difficoltà a rapportarsi con altre persone. Ed è così che lo conosciamo e lo vedremo cambiare, gradualmente, passo dopo passo. Il suo rapporto con il padre, sebbene non sia assolutamente un chiacchierone, è sicuramente migliore rispetto a quello con la madre, ma anche in questo caso noteremo un cambiamento, flebile, ma si noterà. Un personaggio in grado di dare tanto, di far trapelare questa profondità non può che essere interpretato da lui, Eddie Redmayne, un attore che sta mostrando il suo talento film dopo film e che è impossibile non apprezzare! 


- Infine (ebbene sì, siamo arrivati alla fine!), ritroviamo un altro personaggio che conosceremo grazie ai ricordi di Stephen, sua moglie Nancy Brigstocke.

Di questa donna non conosceremo molto, ma di sicuro impareremo a riconoscere il grande amore che ha provato per il suo unico figlio, Jonathan, ed il suo inconfondibile stile. E' una donna forte e fragile al contempo, ma con un animo straordinario e per questo motivo il nome che mi si è instillato in mente e che non è mai andato via è quello di Meryl Streep, una vera regina il cui nome parla davvero da solo.



Bene lettori, per oggi e per questo Dreamcast abbiamo terminato! Spero di avervi intrattenuto piacevolmente e non dimenticate di farmi sapere, sia nel caso in cui abbiate letto il libro sia nel caso in cui non l'abbiate fatto, cosa ne pensate! E soprattutto non dimenticate di seguire le altre tre tappe, sono curiosissima anche io :P

6 commenti:

  1. Ma che carino questo cast!!!! Gli attori mi piacciono moltissimo, non saprei dirti se ce li vedo perché purtroppo non ho ancora letto il romanzo, ma ammetto che mi incuriosisce moltissimo e se diventasse davvero un film con questo cast, non me lo perderei per nulla al mondo al cinema!!!

    RispondiElimina
  2. Adoro TUTTI gli attori che hai citato, ma, non avendo letto il libro, non saprei proprio dirti se ce li vedrei o meno. :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Valentina!! Bellissimo post, complimenti!! Questo libro mi incuriosisce moltissimo, anche la copertina è molto carina! Gli attori da te scelti mi piacciono tutti moltissimo, però non avendo letto il libro, non so se ce li vedrei associati ai personaggi del libro, ma mi fido del tuo parere!!! Alla prossima tappa e un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Non ho letto il libro, ma dalle descrizioni dei personaggi Tony Goldwyn e Eddie Redmayne mi sembrano perfetti.
    Ellen Pompeo.. beh, lei è regina della drammaticità e della forza interiore.

    RispondiElimina
  5. Nemmeno io ho letto il libro, però è un cast di tutto rispetto!!

    RispondiElimina
  6. Mi piace molto il cast. Avete scelto degli attori che non sono mica sono noccioline!
    Non conoscevo nulla di questo libro ma la trama mi intriga tantissimo. Ultimamente mi sto drogando di thriller come non ero mai successo prima!^_^

    RispondiElimina