mercoledì 25 maggio 2016

Recensione :Fragile come noi - forte come l'amicizia di Sara Barnard


Prezzo: € 16,00 sconto 15% € 10,97
E-book: € 7,99
Pagine: 336
Editore: Piemme
Genere: Young Adults
Data pubblicazione : Marzo 2016

Caddy, sedici anni, è la brava ragazza per definizione: buoni voti a scuola, volontariato, sempre ubbidiente, un po’ timida. Lei e Rosie sono amiche inseparabili da sempre e, nonostante non abbiano mai frequentato la stessa scuola e siano molto diverse, nel tempo le differenze tra loro non hanno fatto altro che avvicinarle. Ma cosa può succedere a un incastro tanto perfetto se si tenta di aggiungere un pezzo? Quando compare Suzanne, una nuova compagna incredibilmente bella e spigliata con cui Rosie comincia a passare tutto il suo tempo a scuola, Caddy ne è inevitabilmente gelosa. Suzanne però non è esattamente la ragazza perfetta che lei vede: ci sono cicatrici sul suo corpo, ma soprattutto sul suo cuore, segni indelebili di un passato molto recente che l’hanno resa una ragazza danneggiata…


"Quando il mondo ti crolla addosso c'è solo una persona su cui contare : la tua migliore amica."

Caddy è la tipica adolescente che si sente inadeguata e fuoriposto. E' impacciata e timida ma per fortuna a compensare il tutto ci pensa la sua migliore amica Rosie ;lei è sfacciata, un vulcano di idee, dice quello che pensa ed ha già avuto un ragazzo.
La loro amicizia è la cosa più importante ,ma quando arriva la bellissima ed interessante Suzanne l'equilibrio si rompe e cominciano le prime incomprensioni e gelosie.
Caddy sente Suzanne come un'intrusa ma pian piano ne rimane affascinata e si lega moltissimo a lei. 
Per contro tra Rosie e Suzanne succede l'opposto, prima erano affiatatissime ma poi per, eventi oscuri a Caddy ,si allontanano.
Le tre ragazze sono molto diverse tra loro ma hanno in comune l'esuberanza, l'acerba personalità ed il tipico egoismo di "vivere" la vita solo dal proprio punto di vista. 
L'autrice riesce a ricreare la confusione e l'ansia tipica dell'età, anche se la protagonista risulta la più debole,influenzabile e "leggera". 
Da studentessa modello si trasformerà in ragazza ribelle "succube" delle cattive compagnie; tutti punteranno il dito contro Suzanne creando ancora più tensione e ribellione in ambito famigliare.
Il libro , soprattutto all'inizio, risulta un insieme di istant message e riassunti di giornate a scuola. 
Prenderà vita poco a poco ma ci vorranno parecchie pagine per riuscire ad intravedere il filo della trama e di cosa effettivamente stanno vivendo le ragazze. 
Bisognerà infatti giungere verso la fine del libro perchè molte cose, che apparivano nebulose o inverosimili, trovino la giusta collocazione delineando una trama più complessa e di spessore. 
Lo stile di scrittura è piuttosto lineare e giovanile, la lettura è spedita ed il lettore , soprattutto se di giovane età, si identificherà con le problematiche e gli stati d'animo dei ragazzi raccontati.
I disagi giovanili spesso sono sottovalutati , a volte purtroppo possono sfociare in patologie depressive o maniacali se non hanno una guida ed un punto di riferimento.









4 commenti:

  1. Molto bello come libro, ma e da un po di tempo che scorgo sempre il concetto del adolescenza ed dei suoi derivati. sarò un po pignolo ma quando iniziano tutti a scrivere della stessa cosa mi annoio

    RispondiElimina
  2. La prima parte praticamente descrive la storia di mia figlia e la sua amica di sempre chiara ;la seconda invece rappresenta il mio timore visto che dal prossimo anno si vedranno tutti i giorni a scuola ...speriamo che a loro non succeda ..cmq sicuramente lo comprerò per Eleonora

    RispondiElimina
  3. La prima parte praticamente descrive la storia di mia figlia e la sua amica di sempre chiara ;la seconda invece rappresenta il mio timore visto che dal prossimo anno si vedranno tutti i giorni a scuola ...speriamo che a loro non succeda ..cmq sicuramente lo comprerò per Eleonora

    RispondiElimina
  4. Lo voglio leggere da tantissimo! Mi incuriosiscono sempre le pubblicazioni della Piemme!

    RispondiElimina