martedì 3 maggio 2016

Recensione[Anteprima]: La lettera di Kathrine Hughes

Prezzo: € 16,60
E-book: € 9,99
Pagine: 352
Editore: Nord Editore
Genere: Romanzo 
Data pubblicazione: 5 Maggio 2016


"Uno strepitoso successo editoriale
Un bestseller dal grande impatto emotivo
Per molti mesi in testa alle classifiche"


Quanto può durare un ricordo? Tina se lo chiede ogni sabato, davanti ai vestiti usati che vende per beneficenza. E se lo chiede quando, in una vecchia giacca, trova una lettera che risale al settembre 1939. E che non è mai stata spedita. Chi saranno mai Chrissie, la destinataria, e Billy, l’uomo che nella lettera implora il suo perdono? Qual è la storia che li unisce? E che ne è stato di loro?
Inseguire quel ricordo ingiallito diventa ben presto per Tina una ragione di vita, l’unico modo per sfuggire a un marito violento e a un’esistenza annegata in un oceano di rimpianti. Con una passione e un coraggio che non sapeva neppure di avere, Tina inizia quindi a scavare nel passato, intrecciando ricordi arrossati dal sangue della guerra e confusi dalle nebbie del tempo. Inizia a lottare per cambiare. Per vivere, finalmente. Perché sa che aggrapparsi a quel ricordo significa non arrendersi, sfidare il destino, scommettere sulla propria felicità. E che non è mai troppo tardi per perdonare. Soprattutto se stessi.
Una storia che regala un crescendo di emozioni e in cui ogni donna si può identificare; un’autrice che sa raccontare con slancio e sincerità la forza dei sentimenti: ecco perché La lettera ha entusiasmato i lettori di tutto il mondo, diventando in brevissimo tempo un autentico bestseller e rimanendo nel cuore di chiunque abbia trovato, nella vita dei suoi personaggi, una scintilla della cosa più preziosa in assoluto: la speranza.


Nell'Inghilterra dei primi anni Settanta Tina vive un'esistenza fatta di paura e timore. 
Suo marito si è rivelato un uomo violento e dedito all'alcool e lei cerca disperatamente una via d'uscita prima che le percosse subite le siano fatali.
Durante la settimana lavora come dattilografa e nel week-end aiuta in un charity shop dove vendono vestiti di seconda mano. 
Proprio nella giacca di in uno di questi trova una lettera di trent'anni prima ancora sigillata e mai spedita. La curiosità è molta e una volta che l'ha letta qualcosa si smuove in lei. 
La voglia di scappare si fa più prepotente e l'amore che ha percepito dalle frasi scritte in quella lettera vecchissima la inducono a cercare la felicità, un futuro migliore.
Tina ha un carattere forte ed indipendente ma la paura del marito e le ristrettezze economiche la tengono inchiodata a lui. 
Riuscirà a staccarsi da Rick ma il prezzo sarà altissimo. 
La lettera diventerà una costante sino ad essere la forza motrice verso una ricerca della destinataria. 
La speranza che almeno una storia possa avere un lieto fine sembra quasi galvanizzarla e la ricerca riserverà non poche sorprese.
Il marito Rick è un debole che sfoga su di lei la sua frustrazione ed è affetto da una gelosia morbosa e distruttiva. Il suo non è amore ma voglia di possesso e predominio sulla moglie.
Un personaggio atipico è decisamente l'allibratore Graham. Rick è un suo cliente assiduo e lui lo disapprova mentre nutre un profondo affetto  e un senso paterno di protezione per Tina aiutandola in più occasioni.
La storia di Tina comincia ad intervallarsi con quella di Chrissie, giovane ragazza, negli anni Trenta,  destinataria della lettera figlia di un medico e di una levatrice. Chrissie si innamora di Billy ma la totale disapprovazione del padre, che si impegnerà ad ostacolarli in ogni modo, riuscirà a render loro la vita un inferno che li vedrà separati con risvolti dolorosi.
Il libro scorre piacevolmente e ,nonostante i temi trattati, non si percepisce solamente disperazione o angoscia ma anche speranza ed amore.
La trama non è originale ma il modo in cui è sviluppato, e l'intersecarsi di personaggi di genuino spessore, rendono il romanzo interessante e particolarmente coinvolgente.
La violenza sulle donne è sempre stato un tema scottante, sottovalutato e diffuso in ogni strato sociale. Se una donna non riesce a chiedere aiuto difficilmente potrà salvarsi e i fatti di cronaca spesso superano le fantasie letterarie.
Lo consiglio a chi vuole credere che ci sia una via d'uscita sempre, anche quando tutto sembra perduto o rovinato irrimediabilmente.












5 commenti:

  1. La copertina di questo libro mi ha fatta innamorare! Non vedo l'ora di metterci le mani sopra! ;)

    RispondiElimina
  2. Un romanzo davvero forte e intriso di sentimenti! La copertina mi aveva attratto ma la tua recensione me ne ha fatto innamorare *_*

    RispondiElimina
  3. Avevo già notato questo libro dalla cover carinissima. Ho letto la tua precisa e intensa recensione scoprendo un romanzo che val la pena di leggere. Prendo nota :)

    RispondiElimina
  4. Avevo pensato di non leggerlo....ma ora mi hai fatto venire voglia Eva! XD

    RispondiElimina