domenica 12 giugno 2016

Incontro con l'Autore: Alice Basso


Data: 6 Giugno 2016
Autore: Alice Basso
Libro: “Scrivere è un mestiere pericoloso”
Luogo: Casa Editrice Garzanti - Milano


Lunedì ho nuovamente ripreso l'aereo per Milano per poter incontrare Alice Basso nella sede della casa editrice Garzanti!
Per fortuna il tempo è stato clemente e ha regalato una bellissima giornata di sole, permettendomi di incontrare prima dell'evento Ilaria Rodella e Rory Scorpiniti autrice del libro Here!

Per me era la prima volta con Alice Basso e durante l'incontro è stata una vera scoperta: simpaticissima, umile e sempre sorridente e allegra!

QUI potete trovare l'intera intervista che è andata in diretta sulla pagina facebook di Garzanti e di seguito troverete alcune delle domande che mi hanno colpito maggiormente.

Siano nel primo romanzo sia in questo c'è un incipit basato sulla carta... Quando li hai scritti e perchè?

Il primo è stato un caso e non ne sapevo più di tutte le persone che dicevano "oh che buono l'odore della carta". Io avevo iniziato da pochissimo ad adattare i pdf per farne degli ebook, quindi li ho odiati, ma con il tempo hanno iniziato a piacermi e non sopportavo più chi mi ripeteva che "oh l'odore della carta, gli ebook non saranno mai all'altezza dei libri" così ho creato un incipit dissacrate.
Poi nel secondo c'era bisogno di un incipit che fosse all'altezza, poichè il primo era stato condiviso ovunque. Ed ho iniziato a pensare che la carta non ha come un'unica caratteristica l'odore, ne ha un sacco: ha un peso, che è molto più rilevante... è infiammabile, ha una superficie di diversa ruvidezza e così via. Quindi mi è sembrato carino iniziare così dei libri che parlano di libri

Alice cosa ti ha ispirato a scrivere romanzi gialli?

A me piace leggerli i gialli, quelli enigmistici in cui tutti gli elementi si concatenano alla perfezione, però io non sono capace a scrivere gialli di questo tipo. Ci vuole una struttura mentale ed anche un tipo interesse che è diverso. Allora mi piaceva l'idea di usare il giallo come pretesto per appenderci poi altre storie.

Alice ci dice che ha sempre scritto, ma che non aveva il coraggio di buttarsi e proporsi alle case editrici. Con il suo libro libro però ha sentito che era quello giusto e appena finito ha deciso di provarci e l'ha mandato a Garzanti. E noi possiamo dire che siamo davvero molto felici che alla fine abbia deciso di provare a farsi pubblicare!

Nel libro è presente una canzone e dovete sapere che Eva dopo aver letto Scrivere è un mestiere pericoloso ha scoperto che esiste davvero e che Alessia fa parte di una band. Le ho chiesto quanto si è divertita a cantarla insieme alle sue compagne e soprattutto come fa a trovare il tempo per tutto.
Alessia mi ha detto che è stato divertentissimo, che non aveva mai cantano in italiano e le è piaciuto molto. Per quanto riguarda il riuscire a fare tutto se lo domanda spesso anche lei come ci riesce.





Tra battute e risate la chiacchierata con le bloggers si è protratta ancora una mezz'oretta e Alice ha risposto a tutte le domande sempre con il sorriso e cercando di essere il più possibile esaustiva.
Ci ha raccontato delle persona a cui si è ispirata per i suoi personaggi e ci ha detto che, pur non pensando a una serie troppo lunga per i suoi libri, alla fine ci saranno altri libri... E la nostra Eva non vede l'ora!!

Tra una domanda e l'altra ci parla del suo libro preferito: La storia fantastica di William Goldman, un libro che ha definito adatto a tutte le generazioni.

Purtroppo a  molte domande Alessia non ha potuto rispondere per non fare spoiler sui prossimi volumi, aumentando così la curiosità e la voglia di avere il prossimo libro tra le mani!

Alice è una ragazza fantastica, sempre con la battuta pronta, solare e nella sua semplicità unica! Mi ha fatto piacere riuscire ad incontrarla e poi ho fatto felice Eva tornando a casa con i due libri firmati con dedica :)






2 commenti:

  1. Bellissimo incontro, Eva sarà stata al settimo cielo per le due copie autografate 😄. E l'autrice è stata molto gentile e condivido la sua stessa opinione sui libri in e-book e cartacei

    RispondiElimina
  2. Bellissimo incontro sarebbe piaciuto molto anche a me conoscere quest'autrice, infatti la penso proprio come lei!!

    RispondiElimina