lunedì 4 luglio 2016

Recensione [Anteprima]: Il problema è che ti amo di Jennifer L. Armentrout


Prezzo: € 16,90
E-book: € 9,99
Pagine: 420
Editore: Nord
Genere: YA
Data Pubblicazione: 7 Luglio

La vita di Mallory non è mai stata semplice, solo negli ultimi 4 anni sembra finalmente aver trovato pace, anche se per lei parlare e stare in mezzo alla gente è ancora un problema enorme. Durante il suo primo giorno di scuola scoprirà che Rider Stark, il suo migliore amico, il cavaliere dall'armatura lucente che negli anni dell'infanzia l'ha sempre protetta va nella stessa scuola e frequenta il suo stesso corso di comunicazione e tutto inizia ad apparire diverso! Purtroppo però Mallory dovrà affrontare le sue paure e scoprirà che la vita non è mai semplice e che spesso il "per sempre" è sopravvalutato...



Ho ancora i brividi addosso... ebbene si i brividi, perché questo nuovo libro di Jennofer L. Armentrout è un capolavoro assoluto, forse di tutti è quello che mi è piaciuto di più e non ringrazierò mai abbastanza la casa editrice Nord per averlo portato in Italia a soli 2 mesi dalla sua pubblicazione americana!

Il problema è che ti amo è il primo vero Young Adult di jennifer Armentrout, un libro dedicato ai giovani, a cui parla dei problemi della vita e in cui tratta temi forti come la violenza sui bambini in affido e i problemi legati alla droga, ma lo fa senza mai dimenticarsi che in fondo nella vita ci sono anche cose belle come l'amicizia e l'amore.
Il libro inizia con una scena straziante, ma che in poco mette in chiaro alcuni ruoli principali, poche pagine e basteranno a farvi già pensare "inizia alla grande"!
Mallory ha poco più di 17 anni, ha avuto un'infanzia difficile, ma negli ultimi 4 anni le cose sono cambiate, certo non è stato facile per nulla ed ha sempre studiato a casa, ma l'ultimo anno vuole farlo come tutti i ragazzi della sua età... Amare Mallory è la cosa più naturale che possa accadere per il lettore, che sente subito il bisogno di abbracciarla e coccolarla. Mallory è diversa dalle solite protagoniste femminili a cui siamo spesso abituati, lei conosce bene i suoi difetti, i suoi punti deboli, dove e come sbaglia e si ripete che deve provarci, comunque vadano le cose deve provarci ed è così che pagina dopo pagina assistiamo alla sua evoluzione, da piccolo bruco chiuso nella crisalide passo dopo passo si trasformerà e lo farà coinvolgendo il lettore, mettendosi a nudo e analizzando sia se stessa sia gli altri, arrivando alla fine più consapevole e più matura.
Solo per come la Armentrout ha sviluppato il personaggio di Mallory questo libro è perfetto, ma si sa questa autrice è un fiume in piena quando crea e oltre alla dolcissima Mallory ci ha regalato altri personaggi degni di nota, ognuno ben caratterizzato, ognuno con una storia da raccontare, che lasceranno il segno in tutti voi.
Rider è il protagonista maschile, l'amico di sempre di Mallory, un ragazzo dolcissimo che in apparenza può sembrare perfetto, ma che come Mal ha dovuto affrontare fin da piccolo abusi e violenze, perdendo quindi tutto ciò che c'è di bello nell'esser bambini, compreso l'amore libero e incondizionato di cui tutti da piccoli abbiamo bisogno... Anche questo è un personaggio unico, problematico e che dietro ai suoi sorrisi nasconde un mondo in bianco e nero, freddo e fatto di privazioni...
Intorno a Rider e Mallory troviamo Hector, Jayden, Ainsley e la cattiva di turno Paige, che però verso la fine mostrerà il suo vero carattere e lascerà il lettore a bocca aperta! Ainsley è adorabile, è la migliore amica di Mallory ed ha una personalità dirompente, lei è nergia pura ed è l'amica che tutti vorremmo avere... 
Se i personaggi possono definirsi unici la storia da quel valore aggiunto al tutto, la Aermentrout infatti ha deciso di porre l'attenzione su come spesso vengono trattati i bambini mandati nelle case famiglia, mostrando una realtà che fa rabbrividire e che rizzare i capelli, ma non si è voluta fermare a questo... No, ha anche mostrato le due facce di una stessa cittadina, dove da un lato c'è il quartiere ricco a cui tutti danno credito e dall'altro c'è il quartiere più povero, dove perdersi è facile e spesso si sceglie la via più breve per emergere, anche se le conseguenze possono esser devastanti. Tutto viene raccontato attraverso gli occhi di Mallory, che prende per mano il lettore e lo conduce tra i banchi di scuola, tra le vie della città e lo fa entrare letteralmente nella sua mente, perché Mallory è una ragazza che parla davvero poco, ma pensa tantissimo e ogni pensiero la porta a ragionare su tutto, a comprendere meglio le cose e da buona osservatrice non si ferma mai al primo strato!
Naturalmente non manca la storia d'amore, ma è la storia di un amore delicato, romantico, fragile e che cresce piano piano, che si fa strada nei cuori dei protagonisti e li travolge, spaventandoli e sorprendendoli... In un certo senso sarà questo sentimento così genuino e puro a dare una spinta in più sia a Mallory sia a Rider, che si ritroveranno così a fare i conti con il passato e con tutto quello che ancora si trascinano dentro, che li condizionano e da cui con molta difficioltà riescono a liberarsi totalmente. Niente scene di sesso, solo tanto romanticismo e infinita dolcezza, che addolciscono i toni di una storia dura e non facile da digerire.Il problema è che ti amo è una lettura perfetta, non vi sono punti negativi, la storia coinvolge, emoziona e travolge il lettore, lo tiene stretto e non lo annoia mai: più e più volte sentirete le lacrime affacciarsi tra le ciglia, più e più volte sorriderete per i piccoli grandi successi di Mallory e infinite volte vi batterà il cuore nell'osservare la dolcezza di quell'amore che tinge di rosa ogni pagina per poi esplodere in un arcobaleno di emozioni!
Con questo libro la Armentrout ha superato se stessa, non ha tralasciato nulla, ogni personaggio è ben caratterizzato, i luoghi in cui è ambientata la storia sono ben descritti e dettagliati e vengono fornite tutte le informazioni necessarie per comprendere ogni personaggio e soprattutto i due protagonisti. Alcune descrizioni sono così reali che vi sembrerà di poterle vedere con i vostri occhi e molte emozioni sono così forti da copirvi in pieno petto.
Una lettura veloce, non semplice, ma mai noiosa e sempre emozionante, che vi farà fare le ore piccole e vi regalerà la pura gioia di una lettura a 5 stelle!











6 commenti:

  1. Ah, questo libro!!! Mi incuriosisce tantissimo da quando l'ho visto nel blogtour, non vedo l'ora di leggerlo *_* Sicuramente mi piacerà tantissimo, recensioni fantastiche come sempre :*

    RispondiElimina
  2. Mi ispirava già da quando ho letto la trama in inglese e da quello che leggo in questa recensione sarà una bellissima lettura! *-*

    RispondiElimina
  3. Lo leggerò sicuramente. Sarà il mio primo libro firmato Armentrout non fantasy!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo mi piace molto e ormai mi sono deciso devo leggere qualcosa di Jennifer, sembra un autrice fantastica. complimenti per la recensione

    RispondiElimina
  5. Avevo già deciso di leggerlo perché adoro Jennifer, ma la tua recensione mi ha convinto ancor di più di quanto questa donna sia capace di catturare il cuore del lettore!

    RispondiElimina
  6. Sembra proprio il mio genere di libroo!! Grazie mille per questa fantastica recensione! Se dici che è quello che ti è piaciuto maggiormente credo che inizierò a leggere quest'autrice proprio da questo :3

    RispondiElimina