venerdì 22 luglio 2016

Recensione : Il metodo della fenice - La terza indagine del commissario Casabona di Antonio Fusco


Prezzo: € 12,90 sconto 15%
E-book: € 6,99
Pagine: 240
Editore: Giunti
Genere: Thriller

"L’ odio più feroce è spesso il rantolo velenoso di un amore ferito, oppure l’urlo di rabbia di un desiderio selvaggio e inappagato. L’ amore è l’origine di ogni tragedia, l’ingrediente essenziale del bene e del male."

Dopo "Ogni giorno ha il suo male" e "La pietà dell'acqua", un nuovo caso attende il commissario Casabona. "Il metodo della fenice" di Antonio Fusco, terzo imperdibile capitolo della fortunata serie.

Novembre, il mese dei morti e della pioggia. Una telefonata anonima sveglia la centrale di Valdenza alle prime luci dell’alba. Il commissario Casabona, che per via di uno scontro con sua moglie da un paio di giorni dorme in questura, è il primo a precipitarsi sul posto: sotto il vecchio ponte di Campanelle, ai confini del bosco dove vive appartata la misteriosa comunità degli Elfi, viene rinvenuto il corpo di una giovane donna, nudo e parzialmente carbonizzato.

Un compito facile per la Scientifica, perché nelle vicinanze emergono subito indizi utili all’indagine. Troppi e troppo in fretta, pensa Casabona. Tanto più che il presunto colpevole viene trovato di lì a poco: in fondo al lago, al volante della sua auto; annegato in seguito a quello che risulta un banale incidente. Ma Casabona non ci sta: il suo istinto gli dice che dietro la storia delle due vittime – lei entraîneuse in un night club, lui pornoattore di fama locale – si nasconde qualcosa di molto più torbido. Qualcuno sta cercando di insabbiare verità scomode che premono per venire alla luce. E qualcuno vuole vedere il fuoco della vendetta ardere sino in fondo, perché è solo dalle ceneri che si rinasce a nuova vita. Per sciogliere il mistero, Casabona dovrà affondare le mani nel ventre molle della provincia italiana, dove l’unica cosa che conta è l’apparenza, eppure niente è come appare. Un’esperienza così sconvolgente e accecante da indurlo a dubitare persino dei suoi affetti più cari.


In una provincia all'apparenza sonnecchiante si muovono interessi di un certo livello. Il ritrovamento del cadavere di una giovane ragazza innescherà una serie di eventi che non sembrano collegati tra loro.
Il protagonista è il commissario Casabona, acuto e osservatore che si renderà presto conto che qualcosa non quadra. 
Nonostante abbia problemi famigliari si dedicherà anima e corpo alle indagini e non poche sorprese cambieranno la percezione che ha delle persone che ha accanto.
Nel mondo del porno amatoriale, di case famiglie con oscuri passati e di comunità montane ,aperte a chi ricerca se stesso, Casabona conoscerà molti segreti, intrighi e doppie facce facendogli perdere fiducia nel prossimo ... ma nulla è veramente perduto.
L' indagine risulta condotta con cautela e a rilento a causa di ingerenze dall'alto, boicottaggi da parte di politici e persone influenti in puro stile italiano. 
Uno spaccato della provincia italiana pregno di corruzione e realismo, una serie di ricerche che conducono a vicoli ciechi grazie alla burocrazia e alla pigrizia di coloro che dovrebbero tutelarci.
Una squadra formata da personaggi secondari con caratteristiche ben delineate riuscirà a dar vita ad un romanzo realistico e coinvolgente.
La storia scorre veloce e sembra di partecipare alle indagini con il protagonista, una serie di piccoli colpi di scena terranno l'attenzione alta sino alla fine.
La trama è ben sviluppata e per nulla scontata ed i dialoghi sono ben dosati permettendo di capire qualcosa di più delle dinamiche investigative.
Mi è piaciuto molto e per gli amanti del genere lo consiglio caldamente.
Mi rammarico che questo sia il terzo romanzo della serie ed intendo recuperare al più presto ^^.



 

1 commento:

  1. Non conosco l'autore ma ora mi segno tutti i libri perché sembrano favolosi

    RispondiElimina