lunedì 26 settembre 2016

Recensione [Graphic Novel]: Tumulto di Alice Milani e Silvia Rocchi


Prezzo: € 17,50
Pagine: 168 a colori
Genere: Reportage di viaggio / Narrativa
Collana: Fumetto - Kina
Editore: eris edizioni
Data di pubblicazione: Settembre 2016

Due ragazze, una moto, tanta strada lontano da casa, in un paese dove l’aria ha un peso specifico diverso e ancora puzza di guerra. Un lungo viaggio per arrivare sulla Drina, perché ci sono capitoli della propria vita che vanno chiusi, ma prima devono essere accettati e assimilati. Due volti che hanno imparato a guardare il mondo negli occhi da sopra un palco, sputando rabbia nervosa, quando l’adolescenza bruciava al ritmo del loro gruppo punk. E poi con meno ingenuità, quando non si perde la propria attitudine anche capendo che il mondo è un po’ più grande e complicato. Tumulto è un viaggio fisico, in un paese dove le persone sanno guardare al futuro, progettare, con una fame di vita e sogni che non si è fatta spegnere dalla guerra. Ed è un viaggio mentale, alla ricerca del giusto equilibro tra chi si è stati e chi si sarà domani, portandosi addosso tutto ciò che si è vissuto, anche se a ricordarlo fa un po’ arrossire. Per essere quello che si vuole e poi entrare nel proprio futuro, saltandoci dentro a testa alta, tenendosi per mano, come si fa con gli amici di sempre, quelli con cui cresci e con cui ti trovi adulto.

Molto spesso, se non nella maggior parte dei casi, quello che ci attrae dei Graphic Novel o dei fumetti sono i disegni, i colori e le tavole in generale: quanto volte vi è capitato di entrare in libreria o in fumetteria e semplicemente sfogliarne uno senza leggerne trama o altre informazioni? Quello che in Tumulto ha effettivamente nutrito la mia curiosità e attirato la mia attenzione è stata proprio l'originalità delle tavole unita alle tecniche di disegno e ad un uso del colore poco convenzionale, ma incredibilmente efficace, attraverso le quali Alice Milani e Silvia Rocchi hanno saputo accompagnare il lettore in un viaggio unico ed emozionante alla scoperta di una fetta di mondo e soprattutto alla scoperta di se stesso.

Due amiche, due anime punk, una moto ed un viaggio in cui quello che conta è l'Emozione. Così possiamo riassumere la storia narrata in Tumulto, un Graphic Novel a metà tra un reportage di viaggio, che parla tramite i paesaggi di cui i nostri occhi non potranno fare a meno, e una storia di vita vissuta, in grado di dare sfogo alla sua voce attraverso una forma d'arte che non si potrà non amare, che porterà le due protagoniste alla volta della Ex Jugoslavia per approdare sulle rive della Drina, quel fiume che inconsapevolmente le ha segnate, anni prima, fin nel profondo. 


Dal punto di vista grafico, l'edizione regalataci dalla eris edizioni è un vero e proprio gioiello: dalla prefazione fino alla tavola conclusiva della storia si susseguono vignette particolarmente intense a livello emotivo caratterizzate da un tratto quasi abbozzato, ma proprio per questo molto incisivo, un utilizzo a metà tra un acquerello ed un pastello e soprattutto dalla presenza di pochi dialoghi. Sarà proprio il "non detto", infatti, a fare del Graphic Novel un'opera profonda e per nulla scontata, a ricreare quelle atmosfere tese e piene di significato che raramente sono riuscita a riscontrare in altri scritti e a scatenare nel lettore mille e più emozioni che lo porteranno a sentirsi parte integrante della storia, ad immedesimarsi nelle sue protagoniste e a vivere, in tutto e per tutto, quel viaggio come se fosse il suo.

Leggendo il romanzo, quello che sorprenderà il lettore sarà, in primis, la chiara sensazione che quello delle due amiche non sarà un semplice viaggio con il fine unico di toccare con mano e vedere con i propri occhi quel fiume che anni prima ha fatto nascere in loro la necessità di dedicargli una canzone, ma che si tratterà di molto di più, che in qualche modo quel passato appena accennato con le prime tavole tornerà a galla portandosi dietro antichi dissapori che solo grazie ad una forte amicizia potranno essere superati. E poi, non dimentichiamo l'importante contesto storico in cui la vicenda si inserisce: in una Ex Jugoslavia in cui le conseguenze della guerra sono ancora visibili, il lettore si sentirà pervaso da quella malinconia che gli abitanti del posto, che avrà modo di conoscere grazie alle esperienze delle due ragazze, si portano ancora nell'animo e si ritroverà immerso in una storia che, ancora una volta, si dimostrerà avere un significato ancora più profondo di quello che si poteva credere.

Se state ancora cercando un motivo valido per entrare nel mondo dei Graphic Novel, Tumulto sarà in grado di darvi una risposta più che soddisfacente: l'opera a quattro mani di Alice Milani e Silvia Rocchi, due autrici che dimostrano di possedere la grande abilità di fondersi e andare a creare un unico immenso estro creativo, vi conquisterà sotto ogni singolo aspetto e si scaverà, pian piano, una piccola importante nicchia nel vostro cuore.

Nessun commento:

Posta un commento