Recensione [Graphic Novel]: Rufolo di Fabio Tonetto


Prezzo: € 12,50
Pagine: 104 a colori
Collana: Kina - Fumetto
Genere: Comico - Non sense
Editore: Eris Edizioni
Data di pubblicazione: 6 Ottobre 2016

Surreale caustico e nonsense. Ecco il mondo di Rufolo. Il protagonista di questo libro e i suoi amici sembrano delicati, lievi, ma vivono in un universo dove non c’è giusto e sbagliato, dove non esistono buoni e cattivi. Le creature di Fabio Tonetto si muovono in una dimensione più gommosa che corporea, e vivono situazioni sospese, acide: gag assurde e impossibili che hanno spesso estreme conseguenze. Personaggi che si sciolgono, che si fondono, che si uccidono. Per tornare vivi e vegeti a sorprenderci nell’episodio successivo, senza logica, senza regole, senza morali.

Nella maggior parte dei casi quando mi approccio ad un fumetto o ad un Graphic Novel lo faccio quasi totalmente al buio: al di là del leggere a grandi linee la trama, molto spesso non vado oltre, non lo sfoglio, non ne guardo le tavole, non ne studio i tratti o i colori, semplicemente mi faccio catturare da quelle poche informazioni che ho a disposizione per immergermi poi successivamente tra i suoi disegni. Fare questo con Rufolo però è stato totalmente impossibile: resistere alla piccola grande opera di Fabio Tonetto, nonostante tutto i miei sforzi, si è rivelata essere fin dall'inizio un'impresa senza successo, e così mi sono fatta travolgere dall'anteprima messa a disposizione della Casa Editrice e mi sono lasciata andare in quel vortice comico e a tratti inquietante che le pagine di questo fumetto hanno saputo regalarmi.

Con Rufolo l'autore ha voluto rendere partecipe il lettore della vita, o per meglio dire di piccoli scorci di vita, della strana creatura il cui nome ha dato al fumetto proprio il titolo. Insieme a piccoli e grandi amici di avventura, tra cui l'inseparabile Signor Atti, di cui possiamo ammirare le sembianze canine in copertina, Rufolo porterà il suo pubblico all'interno di quel mondo goffo, strano ed inquietante di cui fa parte rendendolo spettatore di quelle gag esilaranti e senza senso che Fabio Tonetto ha saputo creare con una cura magnifica ed un tratto molto particolare che già dopo le prime tavole diventa magnetico. 


Trovare un senso a questo fumetto, credetemi, è quasi impossibile, ma non è questo che dovete fare, tutt'altro! Con Rufolo dovete vivere un'esperienza di lettura nuova, innovativa, divertente e assolutamente surreale, per ogni episodio dovete cercare di estraniarvi dal mondo esterno, provare a fuoriuscire dagli schemi classici del fumetto e dall'idea che ci debba essere sempre e per forza una trama ben congegnata dietro ad ogni storia, e vedrete che, una volta fatto tutto questo, l'opera di Fabio Tonetto vi apparirà per quello che è veramente: un'opera geniale.

Insomma, che Rufolo sia un Graphic Novel completamente assurdo ormai si è capito e sicuramente lo avrete letto mille altre volte altrove (d'altronde chi mai si scioglierebbe mangiando un gelato con tutti i gusti possibili immaginabili?), ma è una cosa è certa: nonostante la sua totale assenza di logica e di morale, il che, beninteso, non è sempre un male, resistere al suo mondo è assolutamente impossibile, la semplicità delle tavole vi travolgerà come un fiume in piena, le risate che genererà saranno impossibili da trattenere e la leggerezza e l'ilarità che farà suscitare in voi un fumetto come Rufolo non la ritroverete da nessuna parte.

Chi sia Rufolo non è dato saperlo, che siano i suoi compagni di avventura neanche, lo scopo che l'ha portato nel nostro mondo ancor meno, non createvi alcuna aspettative, non tentate di immaginare cosa si può trovare all'interno delle sue storie, fatevi semplicemente trasportare dal nonsense e dal surrealismo e vivete una delle avventure più strane della vostra vita. Rufolo vi sta aspettando.

Commenti