martedì 4 ottobre 2016

Recensione: Jules di Didier van Cauwelaert



Prezzo: € 17,90
E-book: € 9,99
Pagine: 240
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa


Zibal ha 42 anni, è un genio plurilaureato e vende macarons in aeroporto ed è proprio durante l'orario di lavoro che incontra per la prima volta Alice, una bellissima ragazza non vedente, accompagnata dal suo cane guida Jules. Alice grazie ad un'operazione molto delicata riacquista la vista e questo porta il suo Jules ad entrare in depressione, non sentendosi più utile. La ragazza si vede costretta a lasciar andare Jules, che verrà riassegnato ad un altro non vedente. Ma Jules non ne vuole sapere, lui vuole Alice e va a cercare quell'uomo che in aeroporto lo ha difeso: inizia così l'avventura di Zibal e Jules alla ricerca di Alice...


Non ci sono abbastanza parole per descrivere questo libro, per farvi arrivare in maniera completa quello che mi ha trasmesso, perché questo libro è unico e meraviglioso proprio come il suo protagonista: il labrador Jules!

Devo precisare che nella mia vita ho avuto dei cani e leggere la storia di Jules mi ha commossa tantissimo e nello stesso tempo mi ha regalato momenti bellissimi... Questo non è uno di quei libri che si leggono e poi finisco dimenticati in fondo alla nostra mente, no, Jules vi entrerà nel cuore, si farà spazio tra le pieghe dell'anima e con immenso amore vi conquisterà, portando nelle vostre vite risate, speranza e amore infinito e incondizionato!
La storia viene raccontata dai due protagonisti Alice e Zibal, che si alternano capitolo dopo capitolo e parlano di se al lettore, fornendogli molte informazioni sia sul loro passato sia sul presente.
Tutto ha inizio all'aeroporto di Parugu-Orly, dove Alice e Jules sono intenti a prendere un aereo per Nizza, dove forse i sogni della ragazza e dove Zibal lavora in un chiosco di macarons: Zibal si ritroverà a difendere il dolce adorabile Jules da delle guardie e questo suo gesto farà si che il cane nel momento del bisogno torni a chiedergli aiuto... 
Vorrei potervi raccontare come mai ad un certo punto Zibal e Jules diventano compagni di viaggio, ma sarebbe come raccontarvi una storia che va vissuta in prima persona, vi basti sapere che ad un certo punto la dolce e bellissima Alice si ritrova a dover rinunciare al suo amato cane e Jules, che è un labrador davvero speciale, decide di correre da quel bipede che lo ha difeso in aeroporto.. Jules, che è un protagonista silente di tutta questa fantastica storia, con le sue azioni aiuterà Zibal a conoscere nuove persone, a ritrovare se stesso e gli darà anche il coraggio e soprattutto la scusa perfetta per re-incontrare la bellissima Alice!
Devo ammettere che ad un certo punto anche io son stata cieca, in quanto non ho subito ben compreso uno dei personaggi secondari che compaiono in questo libro, dandogli non solo poco peso, ma fraintendendo totalmente la sua persona! 
Come vi dicevo i protagonisti principali sono Zibal, Alice e Jules, ma attorno a loro ruotano altri piccoli personaggi e nonostante siano solo comparse sono tutte ben delineate e offrono molti spunti di riflessione.
Jules è un libro che si divora, in pochissime ore si arriva alla fine e lo si fa con il cuore colmo, tremanti per le storie raccontate con una tale intensità che quasi si materializzano davanti agli occhi di chi legge...
Tra corse in giro per Parigi, incontri inaspettati, scene esilaranti, fraintendimenti e innamoramenti finirete per adorare la storia scritta da Didier van Cauweleart, che in poche pagine ha affrontato più temi e tutti di una certa importanza come la violenza, la rinascita, l'amicizia e l'amore. 
Con semplicità e con grande passione l'autore riesce a farsi spazio nei lettori, li accarezza, li seduce e fa si che la sua storia esploda nei loro cuori, scuotendoli e riscaldandoli.
Una lettura indimenticabile, per nulla noiosa e soprattutto originale, che vi farà piangere, ridere e arrabbiare, ma soprattutto vi scalderà e vi farà venir voglia di correre in spiaggia rincorrendo Jules.









2 commenti:

  1. Ciao,bellissima recensione e bellissimo libro :) Un piccolo tesoro da leggere e rileggere :)
    Mi è piaciuto tutto dall'inizio alla fine <3

    RispondiElimina