domenica 11 dicembre 2016

Recensione: Shatter Me di Tahereh Mafi


Prezzo: € 16,00
E-book: € 8,99
Pagine: 378
Editore: Rizzoli
Genere: Distopico

Juliette ha 17 anni e da 264 giorni é rinchiusa in una cella e non puó aver contatti con nessuno perché ha un potere terribile; quando tocca qualcuno rischia di ucciderlo! Un giorno arriva Adam, lui ha qualcosa di diverso, qualcosa di speciale e forse con lui Juliette puó ricominciare a vivere, ma prima dovranno affrontare la follia del capo della Restaurazione...

Ho sentito parlare benissimo di questa autrice e di questa saga e la curiosità alla fine ha avuto la meglio ed ho deciso di iniziarla e posso solo dire oh mio dio!
Non è semplice parlare di questo libro perché è davvero molto particolare, fin dalle prime pagine mete una strana ansia addosso, ci sono momenti in cui sembra di essere dentro la testa di Juliette e il modo in cui lei racconta i fatti fa arrivare al lettore tutta la sua agitazione, le paure e quel senso di claustrofobia che l'attanaglia e non l'abbandona mai.
La Mafi ha uno stile davvero molto particolare, il ritmo della narrazione é veloce e si ha sempre l'impressione che la protagonista non abbia tempo, che sia pressata e soprattutto in lotta con la sua mente: scrive cancella, ripete più volte un concetto, soffoca nei suoi pensieri e il modo in cui descrive le sue emozioni rendendole reali, come quando dice che si sta sciogliendo, che non é altro che un mucchietto liquefatto sotto i suoi laceri vestiti, tutto ciò rende la lettura unica e indescrivibile e il lettore non può far altro che rincorrere il filo dei pensieri di Juliette, bevendo da ogni singola frase, desiderando di avere maggiori informazioni.
Il mondo futuristico in cui si svolgono i fatti viene solo accennato, si danno poche informazioni e la Mafi ha posto tutta l'attenzione su ció che vive la protagonista, di cui viene data una descrizione psicologica, che colpisce il lettore come un pugno nello stomaco: Juliette é devastata, terrorizzata, stanca, debilitata: quando dice che non ha il coraggio di guardarsi, che non ricorda di che colore sono i suoi occhi o se sia ancora capace a parlare il cuore del lettore si ferma, si schianta e percepisce ogni singolo sentimento di Juliette, che tremante torna a vivere, come un bimbo appena nato e che per la prima volta respira e vede...
Tutti i personaggi vengono descritti da Juliette ed é attraverso i suoi occhi che il lettore li scopre e ci si avvicina, con quella stessa inquietudine che la caratterizza: i momenti vissuti con Adam sono pura poesia, in cui Juliette descrive tute le fasi dell'innamoramento, il modo in cui arrossisce, le farfalle nello stomaco, la scoperta della passione e quel sentirsi le ginocchia cedere per la felicità; mentre le scene con Warner sono cariche i tensione, disprezzo, paura e tanto odio e tutto arriva dritto al lettore, che le vive direttamente, come se fosse dentro Juliette!
La storia é avvincente e molto coinvolgente, é anche una storia d'amore, ma é soprattutto una storia piena di speranza, di fiducia e di rinascita ed evoluzione:  Juliette all'inizio é totalmente instabile, i suoi monologhi quasi senza senso e sembrano il delirio di un folle, ma non appena torna in contatto con un essere umano cambia e si evolve. 
Tehern Mafi ha creato dei personaggi con una mente malata, alcuni freddi e maniacali, altri dolci e fragili, lo stile invece é assai particolare, diverso e nuovo pieno di simbologia, il ripetere le stesse parole come un mantra da maggiore spessore ai concetti che l'autrice vuole trasmettere.
Shatter me é romantico, carico di suspense e tensione, con colpi di scena inaspettati e mai banali o scontati, un libro a tutto tondo che non delude il lettore e lo fa arrivare alla fine con il fiato! Nulla é da leggere assolutamente!







Nessun commento:

Posta un commento