LE NOSTRE RECENSIONI


Recensione: I nostri cuori chimici di Krystal Sutherland


Prezzo: € 17,00
E-book: € 9,99
Pagine: 335
Editore: Rizzoli
Genere: Young Adult

Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato, lui è un eterno romantico ed attende il vero grande amore. Il suo incontro con Grace Town non è nulla di che, inizialmente la nota appena, ma poi piano piano gli entra nel sangue e viene risucchiato completamente da questa ragazza un po' stramba e misteriosa. 


Ammetto che non è facile parlare di I nostri cuori chimici, perché è uno di quei libri che risucchia il lettore tra le sue pagine, lo strapazza, lo scuote nel profondo, gli fa a pezzettini il cuore e poi rimette tutto insieme.

La storia di Henry e Grace è una storia fatta di tormenti, di segreti, di parole non dette e di un dolore che lacera e distrugge e voi finirete per esser attratti dall'orbita gravitazionale dei due protagonisti, finendo per esser trascinati in fondo ad un buco nero dal quale sembra impossibile uscire.
È Henry la voce narrante di tutto libro ed è attraverso i suoi racconti che il lettore scopre tutta la verità su Grace, rimanendo impigliato senza via di scampo nella fitta rete di rabbia e tormenti che in qualche modo rappresenta entrambi i protagonisti. Henry è una di quelle persone che difficilmente riesce a esternare ciò che pensa a parole, ha bisogno di metter tutto nero su bianco, di prendersi del tempo e scrivere ed ogni volta che lo fa vi verrà voglia di appuntarvi una delle sue meravigliose frasi, di scriverla nella vostra agenda o condividerla su Facebook e mostrare a tutti i vostri amici la bellezza unica e incontaminata del cuore di Henry.
E tanto è romantico e luminoso Henry tanto è oscura e fredda Grace, la cui vita è stata distrutta all'improvviso ed ha cicatrici profonde non solo sul corpo, ma anche nel cuore e proprio come un buco nero riesce a risucchiare tutta la luce che la circonda, si sforza di ricominciare a brillare, ma è solo una cosa momentanea, un fuoco fatuo che per pochi istanti mostra la sua luce e poi sparisce di nuovo, portandosi via con se anche quella breve illusione di normalità.
I nostri cuori chimici è pura poesia, attraverso Henry l'autrice descrive tutto con cura, senza tralasciare nulla e le emozioni provate dal protagonista colpiscono il lettore in pieno petto, come un'onda d'urto che non lascia scampo, investendolo con una potenza tale da scuoterlo nel profondo e  facendogli provare quella stessa disarmante impotenza e quel profondo dolore che dilaniano i cuori di Grace e Henry.
Capitolo dopo capitolo ho amato in maniera incondizionata questo libro, mi sono abbandonata completamente alla storia, aspettando con pazienza di scoprire cosa avesse incrinato per sempre Grace, perché continuasse a farsi del male senza darsi la possibilità di tornare a vivere, ho assaporato ogni singolo istante, incapace non solo di smettere di leggere, ma anche di restare distaccata poichè il coinvolgimento emotivo è altissimo e non vi sarà un solo istante durante tutta la lettura in cui non vi sentirete come se vi avessero appena strappato il cuore!
Krystal Sutherland è stata una vera scoperta e I nostri cuori chimici resterà per sempre tra i libri che mi hanno emozionato di più, che mi hanno mostrato quanto è dura la vita e che sono unici nel loro genere perché sono veri, non vendono il lieto fine, bensì uno spaccato di realtà nuda e cruda.
Non posso che consigliare a tutti voi di leggerlo, è perfetto per tutti senza distinzione di genere ed età e sono certa che lo amerete quanto l'ho amato io.






Commenti

  1. Sembra proprio una bella storia difficile di quelle che piacciono a me!

    RispondiElimina
  2. mi ispira davvero tantissimo questo libro <3

    RispondiElimina

Posta un commento