venerdì 17 febbraio 2017

Recensione: Forse un giorno di Coleen Hoover


Prezzo: Cartaceo attualmente non disponibile
E-book: € 1,99
Pagine: 358
Editore: Leggereditore
Genere: Romance

Sidney ha 22 anni, vive con la sua migliore amica Tori, è fidanzata con Hunter, va all'università e lavora in una biblioteca. La sua vita è perfetta, almeno fino a quando non scopre che Hunter e Tori hanno una relazione e così si ritrova sotto la pioggia, con il cuore a pezzi, senza un posto dove andare e tanta tristezza. A darle asilo sarà Ridge, il ragazzo che ogni sera suona sul suo balcone e che Sidney ha spesso ascoltato perdendosi tra le note della sua musica. Tra Sidney e Ridge vi è una forte attrazione, ma lui è fidanzato e lei non ha intenzione di comportarsi come la sua amica Tori... Riusciranno a resistere al loro cuore? Forse un giorno...


Continua il mio recupero dei libri di Colleen Hoover, di cui finalmente ho comprato tutti i cartacei pubblicati in Italia. Non sto seguendo un ordine preciso, Forse un giorno ad esempio l'ho letto su consiglio di due carissime amiche blogger dopo aver parlato con loro de L'incastro (im)perfetto ed ammetto che avevo veramente bisogno di questa storia un po' più soft.
Come tutti i libri della Hoover che ho letto fino ad ora Forse un giorno ha un forte impatto emotivo sul lettore, il cui cuore farà infiniti salti mortali per tutta la durata della lettura.
La storia è raccontata a due voci, sono infatti Sidney e Ridge a parlare al lettore, facendolo entrare nel loro mondo fatto di musica, silenzi e sguardi e tutto avviene con calma, silenziosamente, in punta di piedi, senza fretta, ma con mille domande e tanta voglia di sapere che alla fine tutto andrà al posto giusto!
Son bastate poche pagine per rendermi conto che avrei fatto le ore piccole per poter continuare a leggere, pochissime righe per capire che ero perduta e non vi era via d'uscita, perché come sempre la Hoover ha scritto una storia che si appiccica al lettore, lo attanaglia e lo tiene stretto, imprigionato tra le pagine e totalmente coinvolto nella storia dei protagonisti. Una di quelle storie che si insinuano sotto pelle, che non lasciano via di scampo al lettore, divenendo indispensabili e che come una droga non si riesce a farne a meno.
Tra Sidney e Ridge tutto nasce attraverso la musica, nonostante entrambi siano fidanzati si ritrovano ogni sera ognuno sul proprio balcone a godere di quella compagnia a distanza: Sidney completamente rapita dalla musica di Ridge, lui che prova un'immenso piacere a suonare sapendo che lei lo ascolta, guardandola mentre canticchia parole che ha scritto per la sua musica e sono proprio i testi scritti da Sidney che alla fine li metteranno in contatto e li porteranno ad avvicinarsi. La musica è una costante, i testi delle canzoni rispecchiano totalmente il cuore dei due protagonisti, portano alla luce i loro conflitti, i loro desideri e il loro dolore e leggendoli verrete travolti come da un'onda anomala, sentirete il cuore diventar piccolo e più di una volta vi commuoverete.
Ridge è così imperfetto da apparire perfetto agli occhi di chi legge, con quel suo senso del dovere che lo porta a sacrificarsi, con un passato alle spalle che ferisce e che fa salire le lacrime agli occhi. Sidney invece è come un vaso rotto, sta riprendendo in mano la sua vita e nello stesso tempo cerca di comprendere cosa vuole davvero, fino a che punto riesce ancora a fidarsi del prossimo e lotta con se stessa per non ferire nessuno, scegliendo piuttosto di soffrire lei. 
Oltre a Sidney e Ridge vi sono altri personaggi minori, alcuni più o meno importarti, altri sono solo meteore che fanno la loro breve comparsa, di sicuro Warren, il coinquilino ed amico di Ridge è quello che ho amato di più e che ha un po' il ruolo di grillo parlante per entrambi i protagonisti. Warren è ironico, giocoso, un finto latin lover dal cuore di burro, un amico fidato che riesce a restare fedele ad entrambi, comprendendo le loro ragioni e aiutandoli quando tutto oramai sembra perduto. 
La Hoover porta il lettore ad innamorarsi insieme ai due protagonisti, pagina dopo pagina glieli fa conoscere maggiormente, lo coinvolge in maniera totale nelle loro vite, dandogli piano piano qualcosa di più, facendogli crescere la curiosità e facendolo emozionare come se fosse lui a vivere quei sentimenti contrastanti, la passione, il senso di colpa, la paura e la rabbia.
Amore e sofferenza sono i due sentimenti dominanti, perchè nella vita di Ridge vie è Maggie e lui la ama profondamente, lui non la lascerebbe mai e lei anche agli occhi di Sidney è la ragazza perfetta, ma nè lei nè Ridge possono resistere a ciò che li unisce, sembra che siano fatti per stare insieme, uniti dalla musica si fondono l'uno nell'altro e sono come due pezzi di un puzzle destinati ad incastrarsi in maniera perfetta, ma nonostante ciò preferiscono rinunciare a ciò che potrebbero avere e lo stesso lettore, osservatore esterno quasi imparziale, non può che annuire e domandarsi come finirà tra loro. Ammetto che ad un certo punto ho iniziato a pensare a vari possibili finali, alcuni tragici altri più romantici e sdolcinati, ma poiché la Hoover scopre le sue carte con calma e non dice subito tutto al lettore il finale è rimasto una grossa incognita e verso la fine, quando sono stati svelati alcuni particolari importanti, mi sono ritrovata a dire "ohhhhhhh" incapace di pensare altro.
Forse un giorno è uno di quei libri che ci ricorda che non sempre la vita è facile, che nessuno ci prepara ad affrontare le ripide salite create dagli eventi, che si è spesso soli davanti alle scelte più difficili e soprattutto che troppo spesso perdiamo di vista la bellezza delle piccole cose, dandole per scontate e non riuscendo più a vederle.
Sidney e Ridge capitolo dopo capitolo ci ricorderanno che non si può comandare il cuore, che non siamo dotati di un interruttore che ci permette di spegnere i sentimenti e che l'amore trova sempre il modo per farsi avanti.
E tutto ciò non avviene solo attraverso le pagine e le parole, ma anche con le canzoni che potrete ascoltare durante la lettura ritrovandosi così a vivere in stereo questa nuova meravigliosa storia d'amore.
La Hoover con il suo stile incisivo, immediato, ironico e pungente ancora una volta riesce a dar vita ad un libro che fa breccia nel cuore del lettore e perfetto per tute le età, perchè pur essendo presente una forte attrazzione sessuale la storia è sempre molto soft, mai volgare e totalmente priva di scene di sesso esplicite. 
Lasciatevi andare alla musica di Ridge, perdetevi tra le pagine di Forse un giorno, fatevi cullare dalle note delle canzoni che hanno fatto innamorare i due protagonisti e concedetevi per un giorno di sognare e visto che ci siete mentre vi abbandonate alla scoperta di questo amore inarrestabile ascoltate la colonna sonora che è stata creata per Ridge e Sidney QUI











Nessun commento:

Posta un commento