mercoledì 22 marzo 2017

[BlogTour] Passenger di Alexandra Bracken: Tappa #6 - Parigi (1880)



Oggi giornata dedicata ad un libro che molti lettori stavano aspettando e che grazie alla casa editrice Sperling & Kupfer finalmente è arrivato anche in Italia. Tra l'altro la casa editrice ad aprile pubblicherà anche il secondo ed ultimo volume: un immenso grazie da tutti noi!!

Prezzo: € 18,90
Pagine: 420
Data Pubblicazione: 28 Marzo

Trama

In una terribile notte, Etta Spencer – giovanissima violinista – perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino ad ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare al proprio tempo, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, il capitano della nave. Ma i suoi tentativi per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio, tempo, tradimento e amore.




La fine dell'800 è meglio conosciuta come Belle Epoque, che nasce in Francia a fine 800 e fu caratterizzata dal progresso e dalle innovazioni. 



Nel 1880 Parigi era nel pieno della Terza Repubblica e si stava riprendendo dal periodo legato a Napoleone III e alla Guerra di Prussia, che portò nel 1871 alla distruzione di alcuni dei monumenti più importanti della città, come le Palais des Tuileries, bruciato nel 1971 o l'abbattimento della Colonna Vendome.




Eiffel era alle prese con la costruzione di quella che sarebbe diventata il simbolo degli Stati Uniti d'America e continuava i progetti della Tour, la cui inaugurazione avvenne nel 1889.




È proprio nel 1880 che Auguste Rodin crea il primo calco in gesso del suo Pensatore, che però verrà fuso solo nel 1902.




Il 14 Luglio diviene giornata di Festa Nazionale, per ricordare e celebrare l'inizio della Rivoluzione Francese e la caduta della Monarchia.


Nel 1880 Parigi aveva già un certo fascino, nonostante le distruzioni subite prima con la Rivoluzione Francese, poi con la Seconda Repubblica la città si mostrava agli occhi di chi la visitava maestosa e orgogliosa




Per finire vi lascio qualche foto della moda dell'epoca ed una piccola curiosità: in quel periodo l'orologio era l'accessorio caratteristico di quegli anni, si poteva portare legato ad una catenina, montato su un braccialetto o sul manico degli ombrelli!

Per quanto riguarda la moda maschile fece la sua apparizione lo smoking, mentre le donne portavano spesso cappellini assai stravaganti!


















Di seguito trovate il calendario con tutte le tappe del BlogTour!




Nessun commento:

Posta un commento