martedì 21 marzo 2017

Recensione : Impero di Polvere di Eleanor Herman

Prezzo: € 16,00
E-book : € 8,99
Pagine: 384
Editore: Harper Collins Italia
Genere: Narrativa


Colonne di fumo si levano dai campi di battaglia della Macedonia, mentre nuovi amori sbocciano e un'antica magia pulsante di rabbia minaccia di ridurre l'impero in polvere.

Dopo aver vinto la sua prima battaglia, il Principe Alessandro lotta per diventare il sovrano di cui il suo regno ha bisogno, ma la differenza tra un re e un tiranno è una linea sottile, che diventa sempre più labile di fronte alle nuove minacce.
Nel frattempo Efestione, caduto in disgrazia per aver ucciso l'uomo sbagliato, deve portare a termine una pericolosa missione in Egitto insieme a Katarina, senza lasciarsi sfuggire il devastante segreto di una profezia che forse la riguarda.
Jacob, intanto, deciso a dimenticare il suo primo amore, ha giurato di eliminare dalla faccia della terra l'antica magia del sangue ed è convinto che Cynane, la principessa sua prigioniera, sia la chiave che consentirà ai Cavalieri esariani di distruggere la Macedonia.
E Zofia, benché in catene, continua a cercare i Divoratori di spiriti anche se prima deve vedersela con i segreti dell'uomo bellissimo – e letale – che l'ha catturata. 
Nel secondo romanzo della serie Stirpe di Dei e di Re, Eleanor Herman reinterpreta uno dei personaggi più affascinanti della storia antica, Alessandro il Grande, la cui vita è stata talmente straordinaria che persino i fatti sembrano frutto della fantasia.

Ecco il tanto atteso secondo volume della trilogia- che da poco ho scoperto sarà composta invece da quattro libri-.
Troviamo Alessandro alle prese con le prime vere decisioni da re e si troverà in difficoltà. Avrà grossi problemi a riconoscere chi gli è fedele e chi invece è propenso al tradimento, commetterà errori di valutazione e si sentirà molto solo e frustrato.
Ha inviato Katarina ed  Efestione in missione per lui in Egitto. 
Efestione ormai non gode più dei suoi favori e si sente un reietto. 
Lo ritroviamo goffo, non molto scaltro ma dal cuore buono .E' attratto sempre più da Katarina anche se crede che proprio lei potrebbe essere la rovina di Alessandro a causa di un'antica profezia. Katarina invece scoprirà cose del passato di colei che l'ha cresciuta che la lasceranno sconvolta.
Jacob è deciso a debellare la magia ma si troverà a dover rivedere i propri convincimenti in seguito ad alcun episodi che lo lasceranno sconcertato. 
Cynane ,sua prigioniera, scoprirà che la tanto desiderata magia del sangue si rivelerà qualcosa di totalmente diverso.
Per finire la giovane Zofia continuerà il suo viaggio in incognito ignara dei pericoli e dei tradimenti che la circondano.
I personaggi ancora una volta si destreggeranno in un balletto tra lealtà e tradimento, repentini cambi di idee ed imprevisti che stravolgeranno le loro vite.
L'autrice è brava nel tenere alta l'attenzione del lettore ed è molto abile nello sviluppare la trama con questa miriade di personaggi senza comprometterne la comprensione.
Alcuni passaggi risultano piuttosto scontati ma altri colpiscono particolarmente per ingegno e maestria.
Purtroppo ci sono parecchie imprecisioni storiche ma la commistione con il fantasy mitiga molto queste mancanze.
Come ho già segnalato anche nella recensione precedente purtroppo colloco questo libro tra quelli puramente commerciali senza molto spessore e nessuna valenza storica.
Nel complesso comunque è scorrevolissimo ed avvincente. 
Gli amanti del genere non ne rimarranno affatto delusi e come me attenderanno con ansia il seguito visto i numerosi colpi di scena e cambi di prospettiva.







Nessun commento:

Posta un commento