venerdì 10 marzo 2017

Recensione: La Ragazza perfetta di Gilly Macmillian


Prezzo: € 9,90
E-book : € 0,99
Pagine: 384
Editore: Newton Compton Editore
Genere: Thriller

Agli occhi di tutti coloro che la conoscono, Zoe Maisey, prima bambina prodigio e poi genio della musica, è una ragazza perfetta. Eppure, diversi anni fa Zoe ha causato la morte di tre adolescenti. Ha scontato la sua pena, e ora potrebbe guardare al futuro. La sua storia e la sua nuova vita iniziano la sera in cui tiene il concerto più importante della sua carriera. Sei ore dopo, a mezzanotte, sua madre morirà...
La ragazza perfetta è un’esplorazione profonda della mente di un’adolescente talentuosa, con un’intelligenza fuori dal comune, ma anche con un passato che sembra impossibile lasciarsi alle spalle. Ancora una volta la scrittura di Gilly Macmillan guida il lettore per mano in una storia labirintica e avvincente, in cui il colpo di scena decisivo si nasconde dietro ogni pagina.

«Con personaggi perfettamente raccontati, una trama affascinante e una squisita narrazione, La ragazza perfetta tiene i lettori incollati alle sue pagine per tutta la notte. Gilly Macmillan dimostra ancora una volta di essere una maestra della parola scritta e sta rapidamente diventando uno dei miei autori preferiti. La suspense letteraria è al suo culmine.»
Mary Kubica, autrice di Una brava ragazza


Zoe è una ragazza dall'enorme talento ma dal carattere schivo e riservato. 
Sua madre, maniaca del perfezionismo e delle buone maniere, la controlla continuamente e le programma ogni minuto della giornata ma nonostante questo impegno non riesce a trasmetterle l'affetto che desidera e di cui ha bisogno visto che è totalmente assorbita dalla nuova figlia avuta con il nuovo marito. 
Zoe si sente un'estranea ed è anche a disagio con il fratellastro Lucas. 
Sono quasi coetanei e condividono l'amore e la passione per il pianoforte suonando assieme in modo strepitoso.
Tutto sembra perfetto all'apparenza ma come dice il famoso detto "non è tutto oro ciò che luccica".
La famiglia perfetta non esiste e nemmeno la ragazza perfetta.
Un passato che sembrava lontano torna prepotentemente a galla sconvolgendo i fragili equilibri famigliari.
In un susseguirsi di tensione psicologica gli eventi evolvono in modo catastrofico arrivando ad un epilogo drammatico.
Le bugie, e le cose non dette per convenienza, sono il perno attorno a  cui ruota il libro.
I vari personaggi vengono descritti pian piano svelando le varie sfaccettature della loro personalità, si scoprono così lati inattesi, forze e debolezze e a volte comportamenti inquietanti.
Zoe e Lucas nel omento del dolore arrivano a comprendersi, a sostenersi e a rimanere uniti nonostante gli adulti attorno a loro sembrino confusi,frastornati e insicuri.
L'autrice riesce a descrivere le emozioni e le tensioni che si creano all'interno del nucleo famigliare in modo mirabile e minuzioso, molte cose non descritte ma solo leggermente accennate hanno lo scopo di far crescere la tensione e tenere incollato il lettore sino alla fine.
La trama non è molto originale ma il modo in cui si sviluppa rendono il libro coinvolgente e intrigante.
Lo consiglio a chi ama i thriller senza l'elemento di violenza fisica predominante perchè anche la sottile crudeltà psicologica crea dolore, paura e terrore.




2 commenti:

  1. Ciao Eva! Questo libro ce l'ho nel Reader da un po' e non riesco a decidermi ad iniziarlo. Ho sempre un po' paura di restare delusa dai thriller, ma da come ne parli questo sembra mantenere davvero interessante! ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Alisya. Questo è decisamente un thriller che comincia in sordina. Comincia con piccoli accenni di "qualcosa che non va" per arrivare al momento topico e da lì un'attenta analisi di cosa è successo e del perchè si è arrivati a tanto. Spaventa il fatto che certi atteggiamenti un po' sopra le righe nascondano a volte un'aggressività feroce ma ben mascherata. Lo definirei sicuramente thriller psicologico. ^^

    RispondiElimina