lunedì 20 marzo 2017

Recensione: Torna con me di Jennifer L. Armentrout


Prezzo: € 16,40
E-book: € 5,99
Pagine: 378
Editore: Nord
Genere: New Adult Romance

Tutti i venerdì da 6 anni Roxy si presenta in clinica dal suo migliore amico Charlie e dal giorno dell'incidente per lei nulla conta più, ha innalzato una barriera intorno a se e la sua vita ruota intorno a Charlie, il lavoro al Mona, l'università e i suoi quadri...
L'agente Reece Anders è un ragazzo di 24 che nella sua breve vita ha visto troppe morti, i fantasmi del passato lo perseguitano e lui cerca di non avvicinarsi troppo alle persone per evitare di coinvolgerli nel suo incubo.
Roxy e Reece sono attratti l'uno dall'altro, un anno prima tra loro è successo qualcosa e da allora Roxy evita Reece, non gli rivolge la parola e "lo odia" perché le ha spezzato il cuore!
Riusciranno Roxy e Reece a superare le loro barriere e a lasciarsi andare all'amore?


Jennifer L. Armentrout è una delle autrici più produttive degli ultimi anni, ma soprattutto è una delle poche autrici che riesce a scrivere libri di genere diverso e renderlo un successo, non vi è infatti uno solo dei suoi libri che non riceva recensioni positive e che non venga accolto con incredibile entusiasmo dai lettori. 
Torna con me fa parte della serie Wait for you, composta da 7 libri e tre novelle (il settimo libro arriverà in Italia in agosto) ed ogni libro è a se, questo vuol dire che potete leggerne uno qualunque senza aver letto gli altri, anche se vi sono piccoli camei con i protagonisti dei libri precedenti.
Torna con me, come così gli altri volumi della serie, tratta argomenti attuali e forti, i personaggi mostrano il loro lato più fragili e a livello psicologico vi è un lavoro curato, che aiuta il lettore a conoscere nel profondo i protagonisti, riuscendo a comprenderne le azioni e le reazioni.
Roxy e Reece sono così diversi e così uguali, con quel buio che li divora dentro, quell'incapacità di perdonare se stessi per cose di non hanno colpa, sono vittime degli eventi, ma non riescono ad accettarlo.
La Armentrout scava nella psiche dei due protagonisti, piano piano li spoglia della corazza che si tengono incollata addosso e porta alla luce i traumi, i sensi di colpa, la rabbia repressa: con calma, senza mai affrettare la narrazione ci fa scoprire cosa li ha cambiati e in che modo e mentre ci svela la verità ci colpisce al cuore travolgendoci come uno tsunami.
In Torna con me l'autrice ha osato un po' di più rispetto agli altri libri e oltre alla relazione travagliata tra i due protagonisti ha aggiunto anche una storia parallela di stalking, mettendo un pizzico di suspence, anche se ad un certo punto la soluzione del mistero appare abbastanza scontata.
Roxy è vittima di stalking e quello che forse mi ha fatto un po' storcere il naso è il suo comportamento imprudente e un po' immaturo, ma nell'insieme questo suo lato leggermente sciocco ed infantile non ha intaccato minimamente la storia.
Qua e là compaiono poi i protagonisti dei libri precedenti, che tra una battuta e l'altra forniscono nuove piccole curiosità sulle loro vite, facendo sentire il lettore parte della "famiglia".
La Armentrout è risaputo sa scrivere e lo sa fare in maniera impeccabile, le sue storia sono sempre coinvolgenti, passionali, romantiche e sufficientemente realistiche. Lo stile e la scrittura inconfondibili di questa autrice rendono la lettura piacevole, leggera e veloce, la narrazione è perfetta, forse rispetto ai libri precedenti vi è meno coinvolgimento del lettore nella storia di Roxy e Reece, ma credo sia dovuto soprattutto ai loro caratteri freddi e distaccati.
Torna con me è un altro di quei libri di questa autrice che chiede di esser letto, che cattura e che non può assolutamente mancare nelle vostre letture future!









Nessun commento:

Posta un commento