mercoledì 19 aprile 2017

Books&Babies [Novità] : Orecchio Acerbo presenta Al di là della foresta



Al di là della foresta
   Testi di Nadine Robert, immagini di Gérard DuBois
  72 pagine a colori, 15 euro- in libreria dal 13 aprile

Insieme. Per vedere oltre.
Il piccolo coniglio, il suo papà e il cane Danton vivono al di qua della grande foresta. Grande è anche la curiosità del padre di sapere cosa ci sia al di là degli alberi. Nasce così l’idea di costruire una gigantesca torre. Ma come procurarsi le pietre per erigerla? Semplice,
scambiando il pane del suo forno con delle pietre! 



La fragranza delle sue pagnotte convince tutti gli abitanti del villaggio allo scambio, e la torre cresce giorno dopo giorno. Fino alla terribile bufera che la fa crollare. Ma, pietra su pietra, gli abitanti del villaggio
la rimettono in piedi, più solida e alta di prima. In men che non si dica la torre è ultimata.
E dalla cima il piccolo coniglio, il suo papà e Danton scoprono che al di là della foresta c’è… qualcun altro su di un’altra torre che li osserva e li saluta con entusiasmo.


I libri sono per Nadine Robert una vera passione. Ama le storie e ama tutto ciò che ha a che fare con la creazione del libro. Dopo gli studi di letteratura e pedagogia all’Università del Quebec, a Montreal, ha cominciato leggendo libri aalle bambine e ai bambini nelle biblioteche per poi dedicarsi all’ideazione di videogiochi e a scrivere sceneggiature.
Della sua competenza e delle sue capacità sanno bene alla Planimage, dove è stata direttrice di produzione; alla Kutoka Interactive dove ha ricoperto il ruolo di project manager; alla casa editrice La Courte Echelle, dove ha svolto anche l’incarico di vicedirettrice.
Da oltre tre anni è editrice lei stessa -insieme a Mathieu Lavoie dirige la canadese Comme des Géants- curando personalmente sia la definizione del catalogo sia la ricerca di nuovi autori. “Al di là della foresta” è il suo primo libro pubblicato da Orecchio acerbo.

Guardando le opere di Gérard DuBois non si può non pensare a Magritte, Rockwell, Balthus, De Chirico. L’idea spiazzante, surreale e uno stile grafico solo apparentemente “retrò” rendono le illustrazioni caratterizzate da una “classicità” originale e riconoscibile. Pittore illustratore e artista, nato in Francia nel 1968, dopo gli studi di graphic design
a Parigi, si è trasferito a Montreal in Canada, dove vive e lavora. Le sue opere sono apparse in numerosi giornali tra cui il Time, Le Monde, il Wall Street Journal, Rolling Stone,
St. Martin Press e The New York Times. Ha illustrato anche molti libri e copertine.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi tra cui il NCTE Orbis Pictus Award del 2012 e la menzione speciale nella sezione fiction al Bologna Ragazzi Award 2016 con l’albo Enfantillages, pubblicato dalla casa editrice francese Rouergue nel 2015.
Nel catalogo di orecchio acerbo anche “Facciamo che” di André Maurois (2015).


Nessun commento:

Posta un commento