domenica 2 aprile 2017

Recensione: Carry On di Rainbow Rowell


Prezzo: € 17,00
E-book: € 6,00
Pagine: 538
Editore: Piemme Freeway
Genere: Youg Adult Fantasy M/M

Simon Snow è il Prescelto, colui che dovrebbe salvare il mondo della magia, peccato che sia nato difettoso: non sa far funzionare la sua bacchetta, quando riesce ad usare la magia fa sempre qualche danno e spesso non riesce a gestire il suo potere finendo per incendiare ogni cosa... Come se non bastasse il suo mentore, l'Arcimago, lo evita e non lo aiuta a comprendere dove sbaglia e perchè; il suo compagno di stanza Baz, lo vuole morto e  la sua ragazza Agatha lo ritiene poco elettrizzante! L'unica che lo sostiene e incoraggia è la sua migliore amica Penelope. Ma un giorno Simon riceve la visita di uno spettro che gli confida un segreto e questo fa si che Simon, Baz e Penelope inizino a collaborare per scoprire la verità!

Dopo aver letto Fangirl ero curiosa di scoprire qualcosa di più su Simon Snow e Baz, anche se devo ammettere che le Fan Fiction come queste non sono mai state il mio genere, ma dopo un inizio un po' lento alla fine Carry On mi ha conquistata e mi ha spezzato anche il cuore...
Carry On nasce come FanFiction di Fangirl, sempre della Rowell, in cui la protagonista scrive una Fan Fiction di una Fan Fiction di Harry Potter.
Soprattutto all'inizio vi sono molte cose che ricordano il Best Seller che ha reso famosa la Rowling, ma andando avanti con la lettura la storia creata da Rainbow Rowell prende forma e diviene qualcosa di nuovo e fantasticamente unico!
Era davvero da tempo che non mi capitava di leggere un Fantasy ed un Young Adult con una storia così coinvolgente, piena di magia e con i problemi tipici degli adolescenti. 
All'inizio ho fatto fatica ad entrare nel pieno della lettura, la Rowell introduce il lettore con calma nel mondo di Simon Snow, che parla di se, del suo rapporto con il suo compagno di stanza Baz, con la sua migliore amica Penelope e con la sua ragazza Agatha, come vive il suo essere un mago incapace di usare davvero la magia e soprattutto cosa rappresentano per lui l'Arcimago e la scuola di Watford.
Attraverso Simon conosciamo meglio il suo mondo e i suoi amici ed alla fine ne diventiamo parte, appassionandoci alla sua storia e innamorandoci piano piano di Baz!
Come Baz fa il suo ingresso nella storia tutto cambia, si hanno scene più movimentate, i vari protagonisti si svelano al lettore e Baz e Simon pagina dopo pagina si scoprono, si notano forse per la prima volta e si avvicinano sempre di più. 
Ho adorato il modo in cui la Rowell ha deciso di impostare la storia d'amore tra i protagonisti, facendola procedere piano piano, una dolce scoperta, un sentimento che si insinua piano piano, che cresce e alla fine sboccia. 
La narrazione avviene su più piani, si mischiano i punti di vista non solo dei protagonisti, ma anche di alcuni personaggi secondari, che forniscono al lettore maggiori informazioni e gli permettono così di comprendere al meglio la storia, di fare supposizioni e trovare risposte alle proprie domande.
Ogni protagonista ha un suo ruolo preciso, ognuno di loro è ben caratterizzato e il lettore riesce ad avere un'idea precisa sia grazie alle descrizione degli altri protagonisti sia dai capitoli in cui parlano in prima persona.
Gli elementi fantasy sono tanti, nulla di originale, ma nello stesso tempo per nulla banale o che rientri nel "già visto troppe volte", in un certo senso la semplicità con cui la Rowell scrive la storia, la crea e la porta avanti rendono Carry On unico, con scene d'azione, tradimenti, sotterfugi, cospirazioni, ma anche tantissime emozioni forti e sentimenti puri e dolcissimi. 
Carry On rapisce, fa sognare e circonda il lettore con i suoi sortilegi semplici, presi da luoghi comuni: una filastrocca, un modo di dire, una canzone, perchè tutto ciò che pronunciamo se ripetuto più e più volte da più persone diventa magia.
La Rowell regala ai lettori un altro piccolo meraviglioso capolavoro fatto di cose semplici, con tutte le caratteristiche tipiche dei fantasy e dei young adult.
Lasciatevi conquistare da Simon Snow e fatevi condurre attraverso i cancelli di Watford, passeggiate con lui e diventate piccoli detective insieme a Baz e Penelope: l'avventura sta per cominciare e voi ne farete parte dall'inizio alla fine!












Nessun commento:

Posta un commento