sabato 1 aprile 2017

Recensione [Graphic Novel]: Come quando eravamo piccoli di Jacopo Paliaga e French Carlomagno


Prezzo: € 16,00
Ebook: € 7,99
Pagine: 128
Genere: Raccontarsi ad alta voce per capirsi
Collana: Le città viste dall'alto
Editore: BAO Publishing
Data di pubblicazione: 19 Maggio 2016

Pietro è un italiano che ha fatto fortuna in America. Creatore di una serie TV di successo, era fidanzato con l'attrice protagonista, finché lei non l'ha lasciato per un collega del cast. Così Pietro, spiazzato e con la sensazione che la sua vita abbia perso il giusto filo narrativo quanto se non più della serie che ha creato e in cui non si riconosce più, torna in Italia, a casa della sorella, e nel cercare se stesso conosce qualcuno. Ma lasciarsi andare, accettare di essere cambiato eppure sempre se stesso, gli risulterà tanto difficile da rischiare di incasinare irrimediabilmente questa nuova, imprevista e imprevedibile sceneggiatura. Un piccolo gioiello narrativo dai talenti di Jacopo Paliaga e French Carlomagno, i creatori del webcomic Aqualung (www.coldcove.com).

Quando sono i Graphic Novel ed i Fumetti a sorprenderci tutto diviene incredibilmente magico, le atmosfere che ci circondano sembrano assumere un sapore diverso, le persone che ci gravitano vicino sembrano tingersi di colori differenti e tutto, proprio tutto, ogni singolo dettaglio, per quanto insignificante esso sia, improvvisamente cambia forma e comincia a splendere, ed io se dovessi descrivere il mondo dopo aver affrontato la lettura di Come quando eravamo piccoli userei esattamente queste parole. L'opera di Jacopo Paliaga e French Carlomagno è, senza ombra di dubbio, una di quelle che non può non colpire l'anima, una di quelle storie che non può non far emozionare, piangere, ridere e soprattutto Amare, una di quelle che rileggeresti esattamente l'attimo dopo averla conclusa ed io non ho potuto in alcun modo sottrarmi a tutto questo, ammaliata dallo stile dei due autori e completamente sopraffatta dall'intensità delle sensazioni che hanno saputo regalarmi.

Pietro è un ragazzo italiano trapiantato in America all'inseguimento del proprio sogno. Creatore di una famosa Serie Tv, ha tutto quello che ha sempre desiderato, ma la vita ed il destino non la pensano allo stesso modo. Frastornato dalla fine della relazione con la sua fidanzata, attrice protagonista della sua stessa opera, e amareggiato dal diverso filo narrativo che la Serie ha cominciato a seguire, fa ritorno in Italia, fra le braccia calde ed affettuose di sua sorella minore, Rebecca, da sempre una delle persone più importanti della sua vita. L'obiettivo per Pietro è chiaro, deve ritrovare e riconoscere se stesso, ma questo impervio percorso non sarà solo. Lasciarsi trasportare dalle emozioni, però, non sarà affatto facile: vincerà la paura o finalmente il cuore tornerà a sorridere?

La prima cosa che colpisce di questo meraviglioso Graphic Novel è la sua Struttura, che riprende esattamente quella di una classica Serie Tv: suddivisa in episodi, a ciascuno dei quali i due autori hanno assegnato un titolo, la vita di Pietro assume sempre di più, tavola dopo tavola, l'assetto particolare ed originale di uno show televisivo, riuscendo a colpire il lettore dritto al cuore ripetutamente. La perfezione dei disegni, poi, va a scontrarsi con l'intensità che il tratto dei due fumettisti riesce ad emanare e a trasmettere senza alcuna difficoltà, ed il tutto va a combinarsi perfettamente con un utilizzo del colore realistico nell'alternanza di toni caldi e toni freddi, come quelli che caratterizzano i ricordi del protagonista, regalando alla storia intera una profondità in grado di scaldare l'animo.

La costruzione narrativa del Graphic Novel è impeccabile: alla story line principale, dettata dal grande obiettivo di Pietro, si alterna quella legata ai ricordi della vita passata del ragazzo in una commistione di emozioni e sentimenti in grado di scaldare anche il più cinico dei cuori. Sebbene sia parte integrante del tutto, poi, non è l'Amore la vera protagonista dell'intera vicenda: quello che i due autori vogliono raccontare, infatti, va al di là del nobile sentimento che tutti conosciamo come crudele e magnifico al contempo, la ricerca che essi rappresentano è ben più profonda e difficile da affrontare, il provare a ritrovare se stessi, il proprio Io, la propria serenità e il riuscire finalmente a comprendersi completamente è la vera tematica del romanzo e quella che, senza ombra di dubbio, lo rende tanto speciale. La sensibilità e la dolcezza con cui questa importante fase della vita viene narrata, sia attraverso i disegni sia attraverso le parole, è sicuramente l'elemento che più sorprenderà il lettore: le grandi doti narrative di Jacopo Paliaga e French Carlomagno riescono qui a trovare un più che degno coronamento e sono certa che se la storia fosse stata scritta da qualcun altro non sarebbe stata in grado di suscitare, in me ed in molti altri, emozioni così incredibilmente forti. Accanto a tutto questo, però, viene lasciato spazio a tanto altro: l'imprevedibilità dell'Amore e la forza di una grande Amicizia, come solo quella che lega un fratello ed una sorella è in grado si essere, accompagnano la tematica principale in tutto l'evolversi della storia facendo sentire il lettore, che diviene quasi inconsapevolmente spettatore, in perfetta simbiosi con quei personaggi delineati impeccabilmente. E così, innamorarsi di Pietro non sarà affatto difficile e affezionarsi a Rebecca sarà incredibilmente facile.

Infine, come la sua appartenenza ad una delle collane più belle create dalla BAO Publishing richiede, il Graphic Novel spicca anche per le sue Ambientazioni, che grazie alla ricchezza di contenuti spesso e volentieri diventano le uniche protagoniste. I dettagli curati con una precisione strabiliante e l'apporto che esse danno all'intera vicenda fanno sì che Come quando eravamo piccoli diventi automaticamente il fiore all'occhiello dell'intero catalogo della Casa Editrice e sebbene questo nuovo anno sia iniziato solo da pochi mesi posso con certezza affermare che l'opera dei due autori italiani sarà una, se non quella in assoluto, delle migliori dell'anno.

Nessun commento:

Posta un commento