giovedì 1 giugno 2017

Novità [Graphic Novel]: The Squirrel Machine di Hans Rickheit

Buongiorno Lettori Meravigliosi e ben trovati! :)
Oggi voglio cominciare la giornata con una bellissima novità targata Eris Edizioni


The Squirrel Machine di Hans Rickheit


Prezzo: € 17,00 / Pagine: 192 / Bianco e nero / Brossurato/  Collana: Kina - Fumetto / Data di pubblicazione: Maggio 2017

In un’oscura epoca vittoriana un’incubo steampunk dai labirinti pluridimensionali che non possono essere compresi con la razionalità. 

Eris edizioni è lieta di presentare un nuovo graphic novel proveniente dal catalogo della statunitense Fantagraphics Books Inc.: The Squirrel Machine. L’autore, Hans Rickheit, è un artista con alle spalle 25 anni di esperienza nel mondo dell’arte, degli audiovisivi, dei fumetti, dei webcomics e delle autoproduzioni. Il suo lavoro è molto amato, un cult, e conosciuto sia negli Stati Uniti che in Europa. The Squirrel Machine (uscito negli USA nel 2009) è il suo primo libro ad arrivare in Italia. 
Ambientato in un’anonima cittadina del New England del Diciannovesimo secolo, The Squirrel Machine racconta il rapporto di Edmund e William Torpor, due fratelli geniali che sin da bambini sono attratti da strane e inquietanti creazioni e che dopo la scuola passano il tempo a giocare sperimentando sconosciute tecnologie con cui costruiscono astrusi strumenti musicali con carcasse di animali trafugate nei boschi e nell’immondizia. 
Nell’immaginario di un’oscura epoca vittoriana – immaginario molto caro all’autore e che tanto si presta al suo spiccato gusto steampunk - prende vita uno strano incubo fatto di cuniculi e gallerie segrete che partono da sotto i letti dei due fratelli e dalle mura della loro casa e conducono in dimensioni che non possono essere comprese con la razionalità. Labirinti pluridimensionali che sembra abbiano la stessa consistenza dei sogni, solo meno sfocata, più precisa e lucida, con architetture che moltiplicano gli spazi invece che definirli. Tra macchinari di tecnologie misteriose, riti dal sapore ancestrale e vocazioni aberranti The Squirrel Machine è un’opera visionaria, divertente ma raccapricciante, che riesce ad attrarre senza spaventare. Hans Rickheit spinge all’estremo la sua immaginazione e la sua creatività creando mondi che riescono a tenere distante il lettore e contemporaneamente a farlo precipitare senza controllo, senza appigli. Mondi che risultano come affascinanti enigmi senza soluzione capaci di vanificare ogni concetto di realtà.


ABSTRACT 
The Squirrel Machine è il racconto visionario del rapporto tra Edmund e William Torpor, due fratelli geniali che sono però attratti sin da bambini da strane e inquietanti creazioni. Vivono giocando e sperimentando astrusi strumenti musicali costruiti con inusuali e sconosciute tecnologie e carcasse di animali trafugate tra immondizia e rifiuti. Ma le loro invenzioni non piacciono agli abitanti dell’anonima città del New England del Diciannovesimo secolo dove Hans Rickheit ambienta il suo graphic novel, un Diciannovesimo secolo vittoriano e oscuro, con marchingegni chiaramente steampunk. The Squirrel Machine è una passeggiata in uno strano incubo da cui si è attratti ma non spaventati, Edmund e William sembrano muoversi in una dimensione fatta della stessa consistenza dei sogni, solo meno sfocata, più precisa e lucida, divertente ma raccapricciante, un’ambientazione onirica con architetture che moltiplicano gli spazi invece che definirli, in cui gli esseri umani sembrano perdersi come in un labirinto, tra vocazioni aberranti e macchine misteriose forse impossibili da comprendere. 

AUTORE 
Hans Rickheit è un fumettista e artista statunitense, classe 1973, di Ashburnham, Massachusetts. Con alle spalle un’esperienza di ormai 25 anni nel mondo dell’arte, dei fumetti, dei webcomics e delle autoproduzioni, le sue pubblicazioni più importanti sono: The Squirrel Machine (2009), Folly: The Consequences of Indiscretion (2012) e Cochlea & Eustachia (2014) tutte edite da Fantagraphics Books Inc. Molti dei suoi lavori e dei suoi webcomics possono essere seguiti online sul suo sito Chrome Fetus. I lavori di Hans Rickheit sono permeati da atmosfere vittoriane, come passeggiate in uno strano incubo da cui si è attratti ma non spaventati, le sue storie visionarie sembrano fatte della stessa consistenza dei sogni, solo meno sfocate, più precise e lucide, divertenti ma raccapriccianti. Autore conosciuto e amato non solo negli States ma anche in Europa, The Squirrel Machine è il suo primo libro a essere tradotto in italiano.

Nessun commento:

Posta un commento