venerdì 14 luglio 2017

Recensione : Domina di Lisa Hilton


Prezzo: € 16,90
E-book : € 9,99
Pagine: 416
Editore: Longanesi
Genere: Narrativa noir


Dopo il successo di "Maestra", torna Judith Rashleigh. La vendetta ha un sapore irresistibile.
«Il bestseller di qualità è tornato.» - Vanity Fair


«Una protagonista di un'energia e di una complessità morale che la avvicinano alle grandi eroine della narrativa. Sexy, intelligente e meravigliosamente spietata.» - The New York Times

«Sesso spinto e gallerie d'arte. Ed è già bestseller.» - La Repubblica

«La nuova regina del romanzo erotico. Un fenomeno mondiale.» - Le Figaro

Intelligente, colta, ambiziosa e soprattutto estremamente disinibita, Judith Rashleigh ha finalmente realizzato il suo sogno: aprire una galleria d’arte a Venezia. In fuga dai crimini commessi in passato, vive e lavora sotto falso nome nella speranza di aver messo ordine nella propria vita. Ma un omicidio, al quale Judith non sembra collegata, la trascina di nuovo nel mondo spietato che credeva di essersi lasciata alle spalle. Tutto quello che pensavamo di sapere su Maestra sta per cambiare. Dalla collezione d’arte segreta di un oligarca alla temibile malavita in Serbia, dalla campagna inglese alla Calabria, tra fughe rocambolesche e notti di sesso estremo, sembra davvero vicina al successo tanto desiderato... ma quale sarà il prezzo da pagare? Con i suoi toni intriganti e una narrazione serrata e tagliente, Domina metterà alla prova Judith come mai prima d’ora.


In questo secondo libro ritroviamo Judith apparentemente soddisfatta e tranquilla. 
Naturalmente è solo apparenza!
Il suo passato ritorna prepotentemente e lei si sente braccata.
Ha commesso degli omicidi e sembra che non saranno gli unici...
L'avevamo conosciuta come una ragazza intelligente e scaltra, trasformatasi in una killer per difesa prima e avidità poi. 
Vorrebbe molto far finta che nulla sia successo preconfezionandosi una facciata di classe e legalità ma non regge per molto tempo.
In questo nuovo romanzo scopriamo tratti di lei più "umani" e vulnerabili. 
Il lettore sa benissimo che non è una brava persona ma certi avvenimenti fanno provare quasi empatia con lei.
Il ritmo è serrato e le pagine scorrono veloci, la trama si fa sempre più complessa ed intrigante e la tensione , se possibile visto tutto ciò che è già stato letto, sale vertiginosamente.
I protagonisti maschili ,come nel precedente libro, tendono a fare solo le comparse anche se sono pericolosi e decisamente furbi. 
Judith è la protagonista assoluta e domina la scena incontrastata nel bene e nel male.
Rischierà molto e sa che difficilmente ne uscirà viva, anche perchè troppe persone e troppi interessi sono ormai in gioco.
Un noir molto intenso e ad alto tasso erotico.
Lo consiglio caldamente per una lettura estiva bollente e coinvolgente.
Attendo curiosissima il prossimo libro che dovrebbe essere la conclusione della rocambolesca vita di Judith.













Nessun commento:

Posta un commento