giovedì 13 luglio 2017

[Review Party] : La donna nella pioggia di Marina Visentin


Buongiorno cari color lettori. 
Oggi vi presento un bellissimo libro. 
Un thriller psicologico che vi terrà incollati alle pagine.

Prezzo: € 17,50
E-book : € 9,99
Pagine: 420
Editore: Piemme
Genere: Thriller psicologico


«Perdere il tempo è un delitto. Il tempo di Stella, tra un passato ignoto e un futuro che fa paura, è il centro della bellissima storia di Marina Visentin, un'autrice da scoprire.» - MAURIZIO DE GIOVANNI -

Pensavo di conoscere il posto di ogni cosa,
il nome di ogni strada, la mappa della mia vita.
Invece.

Stella Romano non saprebbe dire quando le ore che compongono le sue giornate abbiano cominciato a scomparire. In una quotidianità senza imprevisti, scandita dalle attività ripetitive e confortanti delle figlie, dai viaggi di lavoro del marito, dai piccoli gesti di una vita agiata in cui continua a sentirsi un'estranea, a Stella mancano dei momenti; ore intere di cui non ha alcun ricordo, in cui compie azioni che poi si smarriscono nelle profondità della mente, in cui diventa un'altra persona. Un giorno, anche il vaso di sua madre - unico legame con la donna scomparsa quando lei aveva tre anni - va in mille pezzi: è il segno tangibile che qualcosa non va, davvero, e Stella non può più fingere indifferenza di fronte a ciò che sta accadendo. Deve andare fino in fondo, riaprendo pagine dolorose della sua vita.
Scavando in un passato di cui pochissimi sono i testimoni - la madre è morta in un incidente e il padre si è tolto la vita in manicomio -, Stella si rende conto di aver vissuto sepolta nelle bugie di chi avrebbe dovuto amarla e di aver costruito la sua identità di donna su un'infanzia fasulla.
Anche il marito sembra stare dalla parte di chi non vuole che lei arrivi alla verità, a una vita nuova, lontana dai dolori e dai drammi del passato. E Stella capisce che chi ha rubato i suoi ricordi è pericoloso, nel passato come nel presente.

In una Milano indifferente e caotica troviamo la protagonista : Stella. 
Lei adora la sua famiglia e sente la mancanza del marito che è sempre in viaggio per lavoro. Qualcosa però incrina le sue certezze ed abitudini. Una sensazione di angoscia e la paura di non essere più lucida mentalmente l'accompagnano costantemente.
Dal suo passato emergono ricordi frammentari e sente la mancanza della madre, più esattamente sente la mancanza di suoi ricordi e di qualcuno che le racconti esattamente cosa è successo a sua madre.
La usa vita sembra andare alla deriva ed ogni certezza viene meno. Avrà problemi con il lavoro, con il marito e con il padre adottivo che sembra nasconderle qualcosa.
Determinata ad arrivare a scoprire la verità comincerà ad indagare e a cercare nel passato. 
Conoscerà parenti materni ed anche con loro avrà la sensazione che ci siano miriadi di cose non dette e tanti segreti non svelati.
Più lei indaga e più la tensione psicologica aumenta come l'attenzione del lettore.
L'autrice riesce a creare una storia che ruota assieme a racconti frammentari, ricordi imprecisi e bugie... molte bugie!
Quello che inizialmente sembra un crollo depressivo si rivela molto più complicato ed il disagio di Stella, affiorato in superficie dopo tantissimi anni, la sconvolge perchè non ha nessuno con cui sfogarsi senza sentirsi giudicata, compatita o bollata come pazza.
I ricordi, anche se quelli di una bambina molto piccola, possono influenzare l'intera vita di una persona.
Uno spaccato doloroso della storia italiana comincia a profilarsi nella storia di famiglia e con se porterà tante conseguenze.
Il libro scorre veloce , è coinvolgente ed appassionante non si smette di leggere fino a quando non si arriva all'epilogo.
I dialoghi sono estremamente verosimili e "conosciuti" , come alcune situazioni.
Lo consiglio a chi apprezza un buon thriller principalmente psicologico e poi d'azione.











Nessun commento:

Posta un commento