Recensione: Il cattivo ragazzo che voglio di Giulia Besa


Prezzo: € 12,00
E-book: € 6,99
Pagine: 288
Editore: Giunti
Genere: Young Adult


Chiara è all'ultimo anno di scuola ed è alle prese con i primi amori, le prime delusioni e le prime esperienze nella vita degli grandi. 
Chiara è una brava ragazza, la prima della classe e ha sempre evitato le cattive compagnie, ma è inevitabilmente attratta da Cesare, il cattivo ragazzo della scuola... Riuscirà Chiara a resistere a Cesare? Sarà capace di cambiarlo?

Quando è arrivato questo libro ho storto un po' il naso, sarà che la copertina non mi convinceva, sarà che non ne avevo sentito parlare e quindi non sapevo bene cosa avevo per le mani, fatto sta che l'ho iniziato senza aspettative e dopo poche pagine già stavo ripensando ai tempi del liceo e ridacchiavo tra me e me.
La storia è semplice, forse già raccontata, ma è una storia in cui tutti più o meno ci ritroviamo, perchè in fondo l'anno della maturità è stato sicuramente quello più ricco ed emozionante.
Giulia Besa con semplicità e in maniera molto realistica ci introduce nella vita di Chiara ed è proprio lei, in quanto protagonista principale, a raccontare al lettore i suoi ultimi mesi di scuola, coinvolgendolo in quell'uragano che è la sua vita.
Il lettore si ritroverà a girare per Roma insieme ai protagonisti del libro, vivendo intensamente ogni singolo avvenimento e ritrovandosi a sorridere più e più volte ripensando a quando aveva 18 anni e faceva le stesse cose. 
Per rendere ancora più realistica la storia la Base non manca di citare Facebook o Whatsapp, ricordando a tutti quella terribile doppia spunta blu che ghignando ci dice "letto ma non ti risponde", per non parlare di Alessandra, la migliore amica di Chiara, che parlando di Cesare lo paragona a Damon di The Vampire Diaries! 
I vari protagonisti hanno quella classica immaturità tipica dei diciottenni: ragazzini che hanno appena messo un piede sulla soglia del mondo adulto e restano lì sospesi indecisi su cosa vogliono essere, ancora troppo presi da quella spensieratezza tipica della loro età.
Ed è proprio con quella cattiveria tipica dei ragazzini che alcuni di loro agiranno e mostreranno al lettore il lato peggiore delle nuove generazioni, così egoiste e strafottenti, pronte a fare un video solo per farsi fighi con gli amici e mostrarlo poi a tutti, per divertimento... In fondo cosa vuoi che sia? Giulia Besa affronta moltissimi temi attuali che spesso ci portano a scandalizzarci e a scuotere la testa, domandandoci dove andremo a finire.
Chiara è la protagonista indiscussa di tutto il libro e pagina dopo pagina racconta di se al lettore, gli mostra qualche ricordo del passato e con cura descrive ogni luogo, ogni situazione ed ogni persona, tanto che alla fine si ha quasi l'impressione di aver visto un film... 
Sono molti i coprotagonisti di questa storia, alcuni comparse che però hanno un ruolo ben preciso, altri come Cesare ed Alessandra sono parte di Chiara e con loro cresce e impara a comprendersi meglio.
Ho amato sia Chiara sia Alessandra, che incarnano in tutto e per tutti le diciottenni alle prese con le prime esperienze e con le prime delusioni. Cesare è il classico bello e dannato, che riesce sempre ad attirare l'attenzione della brava ragazza.
Il cattivo ragazzo che voglio è una lettura leggera, adatta per giovani lettrici sia per chi come me ha passato da parecchio i 18 anni, non vi sono sconvolgenti scene di sesso, anche se non mancano, perchè in fondo è a quell'età che si comincia a fare sul serio e sarebbe stato davvero irreale leggere una storia che ha come protagonisti dei diciottenni senza la giusta carica sessuale che li caratterizza.
Lo stile semplice, ma accattivante della Besa riesce a stuzzicare il lettore, che in poche ore si ritrova a metà libro, completamente coinvolto da Chiara e i suoi amici, perso nei ricordi e piacevolmente soddisfatto da questa lettura per nulla pesante.
Un libro perfetto per trascorrere ore in totale relax sotto l'ombrellone, magari ascoltando musica e ripensando al tempo che fu!
Personalmente ho promosso a pieni voti questo libro, perchè non è mai scontato, nulla è come sembra e soprattutto è realistico e per nulla tutto cuori e arcobaleni!
Ve lo consiglio caldamente, soprattutto perchè Giulia Besa è riuscita ad arrivare dritta al mio cuore oramai 42enne, facendomi rivivere momenti che avevo messo in fondo ai cassetti dei ricordi, regalandomi momenti carichi di emozione e nostalgia.









Commenti

  1. Uhm..interessante! Magari lo metto in lista.. :)

    RispondiElimina
  2. Un bel libro per ragazzi ma non solo, oggi questo tema è molto affrontato nei libri.

    RispondiElimina

Posta un commento