venerdì 14 luglio 2017

Recensione: Il rogo della strega di Josephine Angelini



Prezzo: € 16,50
E-book: € 9,99
Pagine: 400
Editore: Giunti Y
Genere: Fantasy YA

Lily ed il suo consesso si sono risvegliati in mezzo agli Ibridi dell'Alveare, in una città governata da una strega e in cui gli uomini vivono in armonia protetti dalle Guerriere dell'Alveare. Ben presto Lily e i suoi amici scopriranno che Grace, la governatrice della città, è una folle, malata di potere e che in passato ha commesso errori tali che hanno portato alla morte di milioni di innocenti. Lillian è ormai alla fine dei suoi giorni, ma quando Lily le spiega cosa sta succedendo e il pericolo che incombe su tutti loro decide di fare un ultimo sforzo e insieme a Lily radunano un esercito e unite marciano verso la libertà...

Abbiamo aspettato a lungo il capitolo conclusivo di questa saga e finalmente eccolo qui... È stato strano ritrovare Rowan , Lily e tutti i loro amici, soprattutto perchè è passato davvero tantissimo tempo dalla pubblicazione del secondo volume eppure i ricordi dell'avventura passata erano ancora vivi nella mia memoria e riprendere il filo della storia è stato facile.
La storia riprende da dove si era concluso il secondo libro ed ha un inizio un po' lento, che introduce il lettore nella nuova città insieme a Lily e i suoi amici, insieme a loro scopre poco per volta cosa sta accadendo, diventa sospettoso e pagina dopo pagina sempre più curioso e soprattutto ansioso.
La prima parte è piuttosto lenta, questo perché vengono introdotti non solo nuovi personaggi, ma anche una nuova storia e molte domande che erano sorte durante i primi due libri, soprattutto quelle riguardanti gli Ibridi, trovano finalmente risposta. 
I protagonisti sono cresciuti molto rispetto al primo libro, più di una volta si ha l'impressione di leggere di uomini e donne adulti e non di ragazzini che hanno da poco superato i 17 anni, anche se l'autrice non fa mai riferimento all'arco temporale e non sappiamo con precisione quanto tempo passa da quando Lily è stata portata a Salem.
Mi piacciono molto i libri in cui i personaggi hanno un'evoluzione evidente, in cui maturano e prendono coscienza di se e qui tutti i vari protagonisti cambiano, mostrando anche le proprie debolezze.
Verso la seconda metà del libro il ritmo si fa più veloce, Lily e il suo consesso fanno alcune scoperte interessanti, si ritrovano a dover scappare e si entra nel pieno dell'azione, con le due streghe di Salem che cercano insieme una soluzione, con una grande battaglia da preparare e morti da vendicare, perchè come sempre non è tutto rose e fiori, in fondo Lily, Lillian e i loro amici vivono in un mondo ostile, con dei pericoli ed è inevitabile che qualcuno non sopravviva ed aggiungerei per fortuna, altrimenti la storia non sarebbe così credibile.
La Angelini sa come raccontare una storia, sa come far salire l'ansia nel lettore, come incuriosirlo e soprattutto sa come renderlo parte del racconto, fornendo sempre poche informazioni, lasciando che scopra tutto un po' alla volta, vivendo a mille tutta la storia, come se fosse uno dei combattenti di Lily!
Il rogo della strega è la perfetta conclusione di questa saga, un libro adatto a tutti, senza distinzione d'età o di sesso e che è perfetto per passare in totale relax i giorni di vacanza.






2 commenti:

  1. Concordo con te: una lettura attesissima ma che non mi ha deluso! E sinceramente certe rivelazioni mi hanno proprio sorpresa!

    RispondiElimina
  2. Un libro che mi attira- Messo nella lista dei desideri dei libri.

    RispondiElimina