mercoledì 29 luglio 2015

Un Tè con... Arianna Cesana



Buongiorno Lettori.
Pensando di farvi cosa gradita oggi pubblichiamo l'intervista fatta ad Arianna Cesana , giovanissima autrice  per Leone Editore  : 


COLLANA: Sàtura
DIMENSIONE: 14x21 cm.
PAGINE: 352, Brossura cucita con alette
PRIMA EDIZIONE: 
27 Agosto 2015
PREZZO: 12.90EUR

Dario vive a Firenze ed Emma a Milano, e le loro storie sono molto simili: famiglie spezzate, solitudine, violenze fisiche e psicologiche subite per mano dei coetanei. Ma dal loro incontro nasce un’intensa storia d’amore che permetterà ai due ragazzi di scoprire i dolorosi segreti del loro passato e di superare insieme la paura della vita.

Arianna Cesana è nata nel 1993 e vive in provincia di Monza. Studia Lettere Moderne presso l’Università Cattolica di Milano. Così vicini è il suo esordio con Leone Editore.



Buongiorno Arianna e grazie per la disponibilità. 

Ho un po' di domande da porti quindi comincerei subito ^^

Eva -Cosa o chi ti ha ispirato per dar vita ai protagonisti?

Arianna - Non c’è stato nessun evento che ha direttamente ispirato la vita dei miei protagonisti se non la mia fantasia. Nel creare i miei personaggi ho cercato di fondere degli elementi che avrei voluto appartenessero alla mia vita, insieme ad altri che, invece, mi spaventano molto. è una sorta di miscuglio di desideri e paure, per farla breve. Anche nella scelta dei nomi è stato tutto molto istintivo; volevo dei nomi d’impatto, che restassero in mente e che avessero un senso. Ho scelto Emma in onore a Madame Bovary, e Dario perchè era un nome molto comune nelle civiltà antiche che io amo.

Eva -Quanto hai lavorato al tuo libro, prima di sentirti pronta a presentarlo per la pubblicazione, hai trovato difficoltà?


Arianna - Ci ho lavorato l’estate del mio primo anno di università, poi l’ho interrotto fino a dicembre per impegni universitari. A gennaio, però, nonostante la sessione degli esami, sentivo che non potevo farne a meno, quindi ho cercato di conciliare dovere e piacere... e ci sono riuscita!

Eva - Quali sono i tuoi modelli femminili di scrittura?


Arianna - Nella narrativa odierna Margaret Mazzantini e Melania G. Mazzucco. In quella classica Virginia Woolf . Mi piace anche la Rowling ma solo nella saga di Harry Potter. Per la letteratura più “ leggera” amo la Kinsella.

Eva - E quelli maschili?


Arianna - Qui sto sul classico e cito autori del calibro di Svevo, Moravia, Joyce, Flaubert, H. James: scrittori che hanno coltivato e creato il genere del romanzo introspettivo. Anche se non è proprio uno scrittore mi ispiro molto a Freud.


Eva  - La tua famiglia ti ha sostenuta in questa avventura? Ti hanno dato consigli ?


Arianna-I miei genitori non hanno mai saputo dell’esistenza del mio libro, se non quando gliel’ho detto io. Ho voluto tenerli all’oscuro proprio perchè desideravo che il mio libro fosse una mia creazione e che non ci fosse la loro impronta. Nella fase successiva, invece, mi hanno supportata.

Eva -Da 'grande' desideri fare la scrittrice o vedi altro per te?


Arianna -Ambisco a diventare insegnante di latino e italiano al liceo. Continuerò a coltivare la mia passione per la scrittura solo fino al momento in cui la creatività e la fantasia saranno con me. Non mi sforzerò mai di scrivere qualcosa perchè devo.


Eva - Ultima domanda ( sarai stanca di sentirla): stai già lavorando al prossimo libro o almeno hai un’idea di come svilupparlo?

Arianna - Sì, c’è un progetto futuro. è un testo più complesso, più introspettivo e analitico. E' ( o è stato) un lavoro molto impegnativo, ma davvero soddisfacente.


Ringrazio Arianna per questa intervista e le auguro che il libro vada alla grande!

Ricordo ancora che la data di uscita del libro è il 27 Agosto 2015.



2 commenti: