giovedì 6 agosto 2015

Novità: uscite di Agosto per Longanesi


Il ritratto di una città alle soglie della grande Expo, l’Esposizione Universale del 1888
 La riscoperta del primo grande anatomista della storia e dei suoi scritti perduti 

IL SEGRETO DELL’ANATOMISTA, JORDI LLOBREGAT  

496 pagine, 16.40€  
In libreria dal 27 agosto 

TRAMA
Venduto in 12 Paesi prima ancora della sua uscita in Spagna, Il segreto dell’anatomista è il romanzo d’esordio di Jordi Llobregat. Questo romanzo di ambientazione storica è sintesi degli interessi del suo autore: appassionato e esperto di urbanistica, Llobregat descrive una Barcellona realistica negli anni del suo passaggio da piccola città a metropoli capace di ospitare l’Expo del tempo. L’Esposizione Universale del 1888 si interseca alle vicende di Vesalio, il primo anatomista della storia, e la narrazione viene calata in una dimensione di fascinazione grottesca, sospesa tra Otto e Novecento. Barcellona, maggio 1888. Pochi giorni precedono l’inaugurazione della prima Esposizione Universale organizzata in città. Due corpi, orribilmente mutilati, vengono rinvenuti in luoghi diversi della città. Ciò che getta un’ombra ancora più sinistra sul ritrovamento è il fatto che i due corpi siano stati dissezionati seguendo una tecnica antica, la tecnica di dissezione dei cadaveri elaborata da Vesalio, anatomista e medico fiammingo vissuto nel XVI secolo e autore del primo trattato completo di tavole in folio di anatomia illustrata. Daniel Caralt, un giovane professore spagnolo di lingua e letteratura latina viene raggiunto a Oxford, l’università dove conduce una soddisfacente vita professionale, dalla notizia della morte del padre. E’ dunque costretto a ritornare a Barcellona, la sua città natale. Ma il suo destino è scritto e la città non lo lascerà andare via tanto facilmente. Lungo il suo cammino, infatti, incontrerà Bernat Felixa, un giovane reporter cittadino e Pau Gilbert, un enigmatico studente di medicina. Entrambi nascondono un segreto e insieme dovranno lanciarsi in una caccia a un antico manoscritto che può cambiare le sorti della conoscenza e che è anche l’oggetto del desiderio dell’assassino seriale che sta terrorizzando Barcellona. Il testo si chiama De humani corporis fabrica. L’autore è quel Vesalio che sembra aver guidato la mano di chi ha dissezionato i cadaveri.

AUTORE
Jordi Llobregat è nato a Valencia nel 1971 ed è da sempre appassionato di urbanistica, in particolare studia lo sviluppo e la trasformazione delle grandi città nelle metropoli che ora conosciamo. Molti suoi racconti sono stati pubblicati in antologie letterarie spagnole. È membro del gruppo letterario “El Cuaderno Rojo”. È attualmente direttore del noir fiction festival, “Valencia Negra”.






Il maestro dell’avventura indaga il limite fra storia e fantasia
-
Un’avventura in cui si intrecciano i miti etruschi e la minaccia dell’ISIS

IL SEGNO DELL’AQUILA, MARCO BUTICCHI 

350 pagine, 17.60€ 
 In libreria dal 27 agosto 

TRAMA
Marco Buticchi torna in libreria con un nuovo romanzo, ispirato all’antica leggenda riportata anche da Terenzio e Plinio il Vecchio del meraviglioso edificio dedicato al lucumone Porsenna, re etrusco di Chiusi. Come è sua peculiarità, lo scrittore ligure interseca le vicende del passato storico e mitico con quelle più contemporanee: Il segno dell’aquila è anche un romanzo di analisi dell’ISIS. Buticchi fornisce una chiave di lettura dello Stato Islamico, studiando la composizione dell’esercito dei ribelli, trattando le fonti di introito che alimentano il califfato, fornendo dati sulle tratte del mercato clandestino di armi, petrolio e reperti archeologici. Il mausoleo di re Porsenna è scomparso e con lui, oltre alla statua del re sdraiata sul sarcofago secondo i canoni etruschi, anche un cocchio tirato da 12 cavalli e una chioccia con 5.000 pulcini, tutti in oro massiccio. Agli avvenimenti dell’anno 529 a.C. e seguenti, si alternano le concitate e pericolosissime avventure dell’inossidabile coppia composta da Oswald Breil e Sara Terracini, aggiornate al corrente anno. Loro nemico è monsignor Fausto Denague, 86enne sospeso a divinis, fondatore e gestore della Confraternita della Santa Resurrezione, a capo anche di una multinazionale con sede a Ginevra, con laboratori di ricerche mediche all’avanguardia e lussuose cliniche sparse in tutto il mondo. Oswald è stato rapito dai collaboratori di Monsignor Denague, che si scoprirà essere anche il cervello dietro a una spaventosa tratta di organi, espiantati da ragazzini nullatenenti rapiti da un commando dell’ISIS. Il capo dell’ISIS è ora nelle mani dei servizi segreti israeliani e Oswald, in qualità di ex primo ministro israeliano e membro importante dei servizi segreti, è la moneta di scambio.

AUTORE
Marco Buticchi è nato a La Spezia e ha viaggiato moltissimo per lavoro. È il primo autore italiano pubblicato da Longanesi nella collana «I maestri dell’avventura», accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler e Patrick O’Brian. A dicembre 2008 è stato nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica per aver contribuito alla diffusione della lingua e della letteratura italiana anche all’estero. Con La voce del destino (Longanesi, 2012) ha vinto il Premio Salgari 2012 ed è entrato nella rosa dei finalisti al Premio Bancarella. La stella di pietra (Longanesi, 2013) è il suo ultimo romanzo.

5 commenti:

  1. Io adoro i romanzi storici, soprattutto se sono ambientati se leggende e storie poco chiare dell'antica Roma. Il segreto dell'anatomista sembra interessante, ma vorrei sapere la vostra opinione prima. Il segno dell'aquila invece lo prenderei a scatola chiusa!

    RispondiElimina
  2. Neanche questi! Non sono il mio genere!

    RispondiElimina