LE NOSTRE RECENSIONI


Novità da Scoprire: Nuove uscite nel mese di Settembre


La posta in palio di Stefano Casarino e Mauro Selis

Prezzo cartaceo: € 12,00 

Prezzo ebook: € 2,99
Pagine: 140  
Editore: Amarganta
Data di pubblicazione: 10 Settembre 2015

IL LIBRO
Tra le varie forme di dipendenza, quella da gioco d'azzardo ha ormai assunto un peso specifico e una pericolosità straordinarie, una vera e propria “patologia sociale”. Si gioca ovunque e giocano soggetti di ogni età. La posta in palio analizza la problematica a 360 gradi in modo originale ed esaustivo. Il fenomeno viene esaminato attingendo al patrimonio letterario nazionale e internazionale, evidenziando opere e brani grazie ai quali grandi narratori di ogni tempo hanno tramandato personaggi, situazioni e spaccati di società. Nella seconda parte, prima di un'accurata divagazione artistica e musicale sull'azzardopatia, si riportano cinque testimonianze di gambler che si sono messi in discussione effettuando percorsi terapeutici presso il Ser.T (Servizio Tossicodipendenze) dell'ASL di Finale Ligure. I ritratti, romanzati per motivi di privacy, sono intervallati dalla voce “fuoricampo” del terapeuta che pone l’accento, attraverso osservazioni cliniche e non solo, su quanto che sta avvenendo. 

GLI AUTORI
Stefano Casarino, savonese d’origine ma ormai da più di vent’anni monregalese, si impegna per promuovere tutte le iniziative culturali possibili tra Piemonte e Liguria. Di professione docente di latino e greco, è presidente della Delegazione di Cuneo dell'A.I.C.C. Associazione Italiana Cultura Classica www.culturaclassicacuneo.wordpress.com, direttore della collana “Mnemata. Studi di letteratura, storia e civiltà tra ricerca e didattica” per Aracne, Roma, collaboratore di numerose associazioni culturali e di riviste culturali e didattiche ed organizzatore di numerosi corsi d’aggiornamento per docenti. È curioso e si interessa di tutto ciò che è “cultura”, ripetendosi quasi come mantra quotidiano due massime: Homo sum: humani nihil a me alienum puto e γηράσκω δ’αἰεὶ πολλὰ διδασκόμενος. 
Mauro Selis, Nato a Savona nel 1961, coniugato con due figli, laureato in psicologia, attualmente psicoterapeuta presso il Servizio Tossicodipendenze dell’Asl di Finale Ligure. Ama definirsi “Soul Harmonizer” giacché l’indirizzo precipuo della sua professione è quello di stimolare l’equilibrio interiore dei pazienti attraverso “mentalizzazioni” propositive (in pratica osservare sempre la parte del bicchiere mezzo pieno). Assertore della Psicologia costruttivista con il concetto che se non ci accorgiamo delle cose/situazioni attorno a noi è per il fatto che non abbiamo sviluppato la necessaria attività cognitiva per “vederle”, ciò rimanda al concetto di realtà percepita e non oggettiva. Sportivo ed ex pallanuotista con 4 titoli giovanili italiani negli anni settanta nelle file della Rari Nantes Savona. Musicofilo accanito fin dai tempi dell’adolescenza. Nel Dicembre 2014 ha co-firmato il capitolo “Storia minima del beat e del prog genovese” del libro “Genova e la canzone d’autore” a cura di Enrico De Angelis uscito come strenna natalizia per la Banca Ca.Ri.Ge. Attualmente cura due rubriche (Psycomusicology e New Millennium Prog) per conto del web magazine Mat 2020 http://www.musicarteam.com/home.html e cura un blog personale sul genere di musica che predilige ossia il Rock Progressive: http://progressivedelnuovomillennio.blogspot.it . Da sempre si è dilettato nella scrittura ma solamente dopo il mezzo secolo di vita ha avvertito il desiderio di esplicitare le proprie aspirazioni letterarie attraverso testi per canzoni (vedi ad es. Aspettando Jackpot https://youtu.be/9ssUhyCkEIM), racconti e saggi.




GALILEO, ECCO IL DIARIO CHE IL GENIO PISANO NON SA DI AVER SCRITTO 

Galileo Galilei, Assolto in Cassazione di Francesco Cristofaro

Pagine: 148
Prezzo: € 10,00
Editore: Herkules Books

 “Oggi mi ritrovo qui, su questo letto di ferro battuto, circondato da voi, miei adorati figli”. E’ il gennaio del 1642 e Galileo Galilei, poco prima di morire all’età di 78 anni, racconta ai suoi cari le peripezie della sua vita da scienziato e soprattutto la dolorosa vicenda che lo vide dapprima accusato di eresia, poi processato e infine costretto all’abiura. Un racconto avventuroso che si trasforma in una sorta di diario autobiografico grazie a don Francesco Cristofaro, sacerdote calabrese e parroco a Catanzaro, che ha appena dato alle stampe il saggio “Galileo Galilei. Assolto in Cassazione”, pubblicato dalla casa editrice Herkules Books per la collana Bianco H. L’agile volume ripercorre la biografia del grande scienziato pisano con un racconto in prima persona, utilizzando un linguaggio semplice e diretto, ma basato su una rigorosa ricerca storica nei documenti dell’Archivio Segreto Vaticano. 

La parte centrale dell’opera è dedicata al processo di Galileo Galilei davanti all’Inquisizione e alla successiva condanna del 1633 per le sue affermazioni sulla cosmologia eliocentrica. “Mi costrinsero ad abiurare. Lo feci pensando ai miei figli, senza di me non ce l’avrebbero fatta: meglio un padre presente che un eroe bruciato”, scrive nel saggio don Cristofaro, interpretando i pensieri di Galileo. Sul letto di morte, il grande astronomo pisano confermerà comunque il suo pensiero scientifico e anche la sua Fede ferma: “Da cattolico pensante, mi accingo a respirare per l’ultima volta quest’aria terrena. Concedetemi la facoltà di urlarlo al mondo: il Sole non si muove, è la Terra che gli gira intorno. Siate felici perché le mie idee resteranno vive, scolpite nei secoli sulla pietra della Verità, e daranno il via a scoperte che rivoluzioneranno il mondo finora conosciuto”. 

“Rispetto alle tante opere su Galileo questa si distingue per un linguaggio giovane, ironico, moderno, a tratti sarcastico”, spiega l’autore don Francesco Cristofaro, “che lo rende attuale ai giorni nostri. E’ un testo fedelissimo alla complessa vicenda storica, in cui mi sono sforzato di riportare eventi e date con precisione e serenità. Di Galileo mi ha colpito soprattutto la sua umiltà e la sua obbedienza. Non comprendeva il perché di tanto accanimento. Non ha però rinunciato alla “verità” che aveva scoperto, ma l’ha sottoposta al discernimento della Chiesa. In quel particolare momento storico, la Chiesa sbagliò perché riteneva di essere esperta su questioni forse non troppo conosciute e studiate, così come invece erano state scrutate da Galileo. La storia della vita di Galileo e del suo famoso processo ci insegna anche oggi che bisogna fare grande attenzione quando si giudica una persona, perché si può incorrere in gravi errori”. 

“E’ un’opera divulgativa davvero straordinaria”, commenta Antonio Orlando, fondatore della casa editrice Herkules Books. “Ne rimarranno stupefatti gli appassionati, felici gli studenti, entusiasti gli uomini di scienza e grati quelli religiosi, visto che l’opera si chiude con l’assoluzione definitiva pronunciata da san Giovanni Paolo II il 31 ottobre del 1992, a 350 anni dalla morte del matematico pisano”. Il saggio “Galileo Galilei. Assolto in Cassazione” contiene anche una prefazione a firma di mons. Vincenzo Bertolone, arcivescovo metropolita di Catanzaro - Squillace, e una lectio magistralis del teologo mons. Costantino Di Bruno. Don Francesco Cristofaro è stato ordinato sacerdote nel 2006 ed attualmente è parroco presso Santa Maria Assunta in Simeri Crichi (Catanzaro). Svolge intensa attività in ambito giornalistico e radiotelevisivo, in particolare conducendo trasmissioni su Radio Mater, Padre Pio Tv, Viva Voce Tv e Calabria Ecclesia Magazine. E’ anche molto presente sul web (www.donfrancescocristofaro.it) e sui principali social. La Herkules Books è una giovane casa editrice con sede a Policoro (Matera). Ulteriori informazioni su www.herkulesbooks.com.






Il tessitore di sogni di Alex Calvi

E' uscito il 10 Settembre il sesto ebook premiato da IoScrittore, il torneo letterario gratuito online del gruppo Gruppo editoriale Mauri Spagnol che ha come giudici gli stessi scrittori che vi partecipano. 

TRAMA
Philip è un uomo normale, con un lavoro che in fondo non gli piace più di tanto ma che cerca di svolgere al meglio, quando la sua tranquilla quotidianità è sconvolta da una drammatica notizia: il suicidio di Sam, suo amico d’infanzia. Non c’è nemmeno il tempo di capire come e perché sia potuto succedere, che Philip si trova coinvolto in un’avventura incredibile: con ancora addosso i terribili segni della recente morte, Sam si materializza in casa sua per trascinarlo in un’assurda caccia al tesoro, tra luoghi bizzarri e incontri surreali. Ai due presto si unisce il terzo amico di un tempo: Derek, fratello di Sam. Ma qual è la posta in gioco? Che cosa vuole veramente Sam da Philip? E che cosa c’entra il viaggio nel tempo e nello spazio di un uomo che appare dal nulla e interseca grandi avvenimenti storici, dal Cretaceo alla Seconda guerra mondiale? Le due vicende proseguono parallele, tra colpi di scena inaspettati e ambientazioni affascinanti, fino a confluire in un unico, sorprendente finale. Un finale che alzerà il sipario su una verità ancora più incredibile e getterà una nuova luce su tutta la storia… 

AUTORE
Alessandro Calvi (1980), laureato in Design Industriale, non ha mai abbandonato il mondo della parola scritta. Ha vinto vari concorsi letterari e suoi scritti sono apparsi in numerose antologie, tra cui Scorrete lacrime, disse lo sceriffo, curata da Valerio Evangelisti. Ha pubblicato racconti sulla prestigiosa rivista digitale www.carmillaonline.it, collabora con articoli e recensioni a www.truemetal.it e www.fantasymagazine.it. È il webmaster del sito ufficiale di Valerio Evangelisti (www.eymerich.com). Questo è il suo primo romanzo. 

IL CONCORSO
IoScrittore, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, è giunto alla sesta edizione. Le pubblicazioni del torneo contano, a oggi, 92 ebook e 10 libri con sigle editoriali del Gruppo editoriale Mauri Spagnol. I partner di IoScrittore sono: IBS.it, la più grande libreria online in Italia; IlLibraio.it, il nuovo sito dell’unica rivista italiana gratuita dedicata ai libri e a chi ama leggere; MSN, il sito di attualità di Microsoft che con la propria offerta di contenuti editoriali contribuisce al successo del primo network in Italia; Vanity Fair, il settimanale italiano di costume, cultura e moda, appartenente a Condé Nast, prestigioso gruppo multimedia internazionale; WUZ, il social network dei libri tutto italiano.

Commenti

  1. Non sono il mio genere, anche se "Il tessitore di sogni" mi incuriosisce :)

    RispondiElimina

Posta un commento