sabato 3 ottobre 2015

Spazio esordienti #22


Buongiorno ColorLettori  :)

Con un pochino di ritardo vi presento i nostri Autori Emergenti. 
Prendete nota che ci sono veramente delle chicche! :)



 NON E' UN VENTO AMICO di Vincenzo Zonno


Il romanzo Non è un vento amico di Vincenzo Zonno trae ispirazione dagli avvicendamenti politici della Russia dello zar Nicola I per dare vita a una vicenda d’inganni, d’indagini e d’amore; ma la contestualizzazione storica, ancorché precisa e informata, non deve trarre in inganno: Non è un vento amico è molto di più che un romanzo “in costume”. La complessità dell’intreccio è stemperata dalla scrittura anomala di Zonno: abituato ai racconti surreali, sa fluire veloce per soffermarsi sui soli dettagli necessari, pochi e potenti, immediatamente caratterizzanti. Infine, sotto l’apparente leggerezza c’è lo spessore dei temi toccati: l’etica, la filosofia, la sociologia, la dottrina religiosa, in un’indagine fascinosa dell’animo umano e delle motivazioni che muovono ognuno...

Quando viene strappato dalla sua frivola esistenza sanpietroburghese e inviato in missione in Prussia per ordine dello zar, il tenente Georges Stroganov sa bene che un buono stipendio e la prospettiva di un avanzamento di carriera non riusciranno a togliergli di dosso l’inquietante sensazione che qualcuno stia cercando di manovrarlo per i suoi fini. È il 1854: lo zar Nicola è da tempo succeduto a suo fratello, il fanatico Alessandro Romanov, morto in circostanze poco chiare, e lo sterminato impero russo è conteso tra gli anacronistici privilegi dell’aristocrazia e il vento modernista che spira dall’Europa occidentale. È in questo delicato frangente che Georges giunge in qualità di console nell’exclave russo di Cypel Koszalin, e trova un ambiente immoto, sospettoso, schiacciato dall’ossessione per il peccato e dal peso dell’ortodossia. Una matassa che il tenente dovrà dipanare al più presto, se vuole evitare l’orribile fine del console suo predecessore, la cui carcassa dissanguata porta ben impressa, sulla pelle, l’impronta della mano dell’Angelo dell’Abisso.

Vincenzo Zonno è un artista di versatile creatività che fa proprie le suggestioni di molteplici ambiti espressivi. Cantante rock negli anni Novanta in diverse band, è poi passato alla danza come interprete, regista, scenografo e curatore delle musiche per la compagnia Yankè Dance Studio. Ha sintetizzato le sue esperienze artistiche in una scrittura indisciplinata che, da un apparente verismo, sfocia in un inaspettato surrealismo. Dopo la sua prima raccolta di racconti Harpo, ha pubblicato altri titoli e Non è un vento amico è il suo primo romanzo storico.




Provenza, basta un assaggio per cambiare vita

Amicizia, suggestioni, voglia di riscatto: il nuovo ebook di Alessandra Pesaresi nella Francia del sud


Una vita nello stesso posto, un’attività artistica che ha portato solo debiti, e giornate con un po’ troppa monotonia... quando arriva la goccia che fa traboccare il vaso, la giovane Cristina, in compagnia dell’amato cane Spank, decide di partire per il viaggio che ha sempre sognato, on the road lungo la Francia mediterranea, per vivere quei pochi giorni che possono cambiare un’esistenza.

Inizia da qui la storia di “Provenza, basta un assaggio”, il nuovo racconto di Alessandra Pesaresi, , che porterà il lettore a esplorare non solo le meravigliose suggestioni dei panorami provenzali, ma anche la vita di una sognatrice in fuga alla ricerca di uno spazio nel mondo più grande del paesino di Piode, nel vercellese.

È qui che Cristina ha sempre vissuto, ed è da questo piccolissimo borgo che parte per cercare se stessa e, perché no, l’amore... imbattendosi in quanto di più inaspettato si possa trovare in questi casi, in un romanzo che parla di vita e di amore, senza far perdere il sorriso. Perché la vacanza di Cristina sono “Tre giorni da spendere fra i siti storici più belli di questo incantevole posto, su, fin quasi a raggiungere il confine spagnolo, e incontrare l’uomo dei miei sogni. Sognare fa bene allo spirito tanto quanto bere”.

Già disponibile come ebook su numerosi store online, “Provenza, basta un assaggio” è il settimo titolo dell’autrice di Ancona Alessandra Pesaresi uscito in formato elettronico, dopo le quattro storie per ragazzi dedicate al disastro di Chernobyl, “per non dimenticare” e far conoscere ai più giovani la tragedia usando il loro linguaggio, la vicenda di amicizie “Tutto in un’estate” e il racconto d’amore “Il lungo viaggio del mio cuore”.
Questi gli store su cui il nuovo ebook è disponibile: Bookrepublic, Amazon, LaFeltrinelli, Hoepli, MondadoriStore. (link diretti a fine comunicato stampa)
Inoltre un’anteprima è disponibile su Google Books:



Anonima Strega - Le spose della notte

Genere: urban fantasy/paranormal romance
Numero di pagine: 214
Editore: Self
Prezzo: 1,99 euro
Data di uscita: 1 ottobre 2015

I potenti maghi che stanno cercando di sedurti possono dire il falso o il vero. Solo tu puoi scoprire chi ha ucciso le tue compagne di congrega.

Notte di Halloween. Dunia sta festeggiando in un locale con le compagne della Congrega, quando una consorella viene misteriosamente uccisa. L’amico Sabisto, appartenete al credo esoterico della Loggia, protegge le streghe con un rito di magia sessuale, e le aiuta a indagare non solo sulla morte della consorella, ma anche su quella di tutti i compagni trucidati quella stessa notte. I loro cammini s’intrecciano con quelli di tre membri dell’oscura Cabala: il seducente Elias, l’ex confratello Ramòn e il mezzelfo Fulke. I maghi forniscono tre diverse versioni dei fatti. Secondo Elias è la Loggia che le sta manipolando per i suoi scopi; ma per Ramòn, che si dichiara doppiogiochista per proteggerle, la colpa è proprio di Elias, che ha in mente un progetto assolutista per portare avanti un unico credo. E poi c’è Fulke, che afferma di appartenere ai servizi segreti magici. Dunia potrà fidarsi di quest’uomo tanto arcano e bizzarro?

ANONIMA STREGA si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. Crede fermamente che gli elementi del creato siano guida e strumento, sia per le streghe, sia per i protagonisti di avventure d’amore paranormali, come quelli del romanzo “Spettabile Demone” e dei racconti “Killer di cuori”, “La felce e il falò” (su “La mia biblioteca romantica”) e “La fame del ghoul” (su “Romanticamente Fantasy”). Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. 





ALAKIM. LE REGOLE DEL GIOCO
ANNA CHILLON


Serie “Alakim”
Vol.1: “Alakim. Luce dalle Tenebre”
Vol.2: “Alakim. Le Regole del Gioco”
Pagine: 434
Anno: 2015
Genere: Romanzo urban-fantasy

In viaggio per inseguire una speranza,
in gioco per recuperare ciò che è andato perso,
insieme per non perdersi nell'oscurità.

Lontano. Solo. Libero di accantonare quel poco di umanità rimasta, Alakim terrorizza le notti parigine dando sfogo alla parte più oscura di sé. È in queste condizioni che s’imbatte in un un uomo dalle grandi risorse ed empia inventiva, il cui potere cela azioni criminali. Alakim resta perciò a Parigi, lungi dall’idea di far ritorno e ignaro di chi, per amore o per vendetta, si è già messo sulle sue tracce.
Per trovarlo, Nicole e Muriel hanno infatti deciso di intraprendere un viaggio che li costringe a mettersi in gioco nel più esplicito dei modi.
Scelte difficili e persone senza scrupoli ostacoleranno il loro cammino, ma ciò che conta è trovare Alakim per essere uniti ancora una volta nel tentare l’impossibile, scommettendo ancora tutto in nome di un’amicizia.
Lotteranno, cederanno alla carne e scenderanno a compromessi con la propria coscienza, per comprendere che, in fin dei conti, il “gioco” non è soltanto quello che si palesa come tale, ma è la vita stessa, nella quale ogni vittoria non è altro che l’inizio di una nuova avventura.

5 commenti:

  1. Mmm, nulla che possa interessarmi :/

    RispondiElimina
  2. 'Non è un vento amico' probabilmente non è il mio genere ma mi ispira :)

    RispondiElimina
  3. Quello di Alessandra Pesaresi mi sembra un libro davvero carino! Ho gia' lettl altri suoi libri e mi entusiasmano tutti quanti!

    RispondiElimina