LE NOSTRE RECENSIONI


Recensione : Il sangue di Marklant di Miki Monticelli



Prezzo: € 19,50
E-book : € 6,99
Pagine: 588
Genere: Fantasy
Editore: Edizioni Piemme
Data di pubblicazione: 10 Novembre 2015

Marca è sotto assedio da ormai quasi seicento anni: attorno alle alte mura che difendono le case si assiepa l’esercito delle Darkalant, da sempre nemico, e poco più in là, oltre le montagne, rimangono in agguato gli Occlumsaac, i non-vivi, che aspettano soltanto di poter entrare in città e possono contare sulla sfibrante e quieta pazienza della morte. Drith ha sempre vissuto schiacciata dal peso della guerra: è la figlia di uno degli uomini più importanti del regno e ha sempre saputo di essere una guerriera, pronta a difendere il suo popolo dall’attacco esterno. Ha un dono, o meglio una terribile condanna: riesce a vedere e parlare con i morti. E questo è il marchio che la identifica come prescelta della profezia dei Pugno, destinata a liberare la città di Marca, pagando un caro prezzo.

Nella città roccaforte Marca vive e cresce Drith. Fa parte della famiglia Acuto e suo padre Chori si occupa di inventare nuove macchine volanti d'assalto.
In una guerra che si trascina da ben seicento anni tutti sembrano rassegnati a sopravvivere e non a vivere.
Drith scopre ben presto che il suo destino sarà determinante per poter porre finalmente fine a tutto questo.
Lei in realtà è l'ultima erede della famiglia Pugno e su di se porta una terribile maledizione... ma si rende conto che forse è diventata una maledizione perchè nessuno prima di lei ha deciso di mettersi in gioco.
Il suo personaggio è molto intenso e ben caratterizzato ed è di una caparbietà unica.
Gli altri personaggi sono altrettanto ben delineati e risultano determinanti per rendere la storia interessante e coinvolgente.
L'autrice riesce a coinvolgere i lettori nonostante la complessità della società creata e la moltitudine di protagonisti sia della città di Marca che dei loro avversari Dragoni riuscendo a mantenere la tensione dall'inizio alla fine e dipanando man mano i vari misteri e segreti.
Le descrizioni delle armi e delle macchine volanti assomiglia al nostro periodo medioevale 
con  molti richiami al genere Steampunk e l'ultima invenzione di Chori Acuto ," Il Vespertillo" ,fa correre il pensiero alla famosa macchina volante di DaVinci.Il libro scorre veloce e lo si legge tutto d'un fiato. 
Considerato che il filone fantasy è stato molto sfruttato è stato piacevolissimo leggere una storia originale, non scontata e ben scritta. 
Si riscontra un'attento studio per la costruzione della complessa società di marca, la descrizione di ogni invenzione , lo svolgersi delle battaglie e le relative strategie.
Un libro da avere assolutamente nella biblioteca degli amanti del fantasy.

valutazione 4





Commenti

  1. Su questo libro ho puntato gli occhi da tempo, ma mi sa che devo leggerlo.

    RispondiElimina

Posta un commento