LE NOSTRE RECENSIONI


Recensione: Blue dream: Spin off di Alice from Wonderland di Alessia Coppola


Prezzo: € 0,99
Pagine: 75
Genere: Fantasy
Editore: Dunwich Edizioni
Data di pubblicazione: 11 Ottobre 2015

E se realtà e immaginazione si fondessero? Cosa accadrebbe se uno dei personaggi di Wonderland arrivasse nel presente? Algar è ancora innamorato di Alice e non riesce a rinunciare a lei. Grazie ai consigli di Nikola Tesla, il Brucaliffo viaggia nel tempo pur di ritrovarla, ma un errore di calcolo lo spedisce nel futuro. Quando tutto sembra perduto, la speranza palpita su ali di farfalla. Una maschera di pizzo, un segreto, un passato da cancellare. La speranza ha un nome, quello della fanciulla dagli occhi di zaffiro.

Completamente folgorata da Alice from Wonderland non potevo certo non leggere anche il suo spin off, Blue dream, un racconto che mi ha da sempre attirata. Ancora una volta, però, Alessia Coppola è stata in grado di colpirmi profondamente superando nettamente le mie aspettative, ha saputo catturarmi e soprattutto trasportarmi nel suo magnifico mondo, incredibilmente emozionante, che mi ha dato la certezza del calibro di questa autrice.
Protagonista assoluto di Blue Dream è Algar, il famigerato Brucaliffo nato dalla penna di Lewis Carroll divenuto reale grazie ad un incantesimo fatto anni prima, sempre più intenzionato di conquistare la sua amata Alice, ormai nelle braccia del suo Cappellaio. Aiutato da Nikola Tesla, Algar si prepara a viaggiare nel tempo per ritornare a Villa Carroll e riprendersi il suo grande amore, ma nel momento in cui effettua il salto temporale qualcosa va storto e il Brucaliffo si ritrova inaspettatamente nel 2015, un mondo moderno che non gli si addice affatto. Quando però il suo sguardo si scontra con quello di una giovane ragazza dagli occhi zaffiro incredibilmente simile alla sua Alice, il dubbio si insinua in lui: e se quella ragazza fosse davvero la sua amata? In una cornice magica Alessia Coppola dà voce ad uno sentimenti più forti ed importanti per l'animo umano, l'Amore, e lo fa in maniera impeccabile.
Il primo aspetto che sicuramente colpisce il lettore è la costruzione del romanzo e più nello specifico il modo in cui l'autrice ha voluto narrare la storia: se da una parte abbiamo la voce narrante di Algar, dopo l'entrata in scena di Anice cominceremo a conoscere anche i suoi pensieri, le sue preoccupazioni ed i suoi sentimenti in prima persona poiché sarà lei stessa ad alternarsi con la voce del Brucaliffo regalandoci così una storia completa in ogni suo aspetto, particolarmente approfondita e anche grazie a questo molto profonda e molto intensa.
Il motivo principale, però, per cui ho apprezzato davvero tanto questo racconto risiede nel fatto che l'autrice rendendo Algar così umano, così profondo e così incredibilmente desiderabile mi ha fatto rivalutare e riconsiderare completamente questo personaggio che in Alice from Wonderland non avevo propriamente amato: la sua malinconia è penetrata in me con una una facilità e con un'intensità che non credevo possibile, il suo sentire e il suo vivere sono diventati i miei, e tutto questo mi ha reso possibile avvicinarmi veramente a questo protagonista che ho imparato ha vedere ed analizzare con una luce diversa negli occhi.
La più grande tematica che affronta la scrittrice qui è, come dicevo prima, l'Amore, l'unico sentimento in grado di far compiere azioni impensabili, quello che guida l'animo umano in ogni scelta, in ogni decisione, quello che mai, consapevoli o no, ci abbandonerà e che ci guiderà attraverso quel sentiero impervio che si chiama vita.
Anche se ambientato a Charleston ai giorni nostri, la magia dei luoghi traspare dalle bellissime parole dell'autrice, un elemento che la caratterizza sempre di più e che, sono certa, le farà spiccare il volo.
Il finale mi ha completamente sorpresa, mi ha presa alla soprovvista e mi ha dato un altro motivo per aspettare ancora più impazientemente il nuovo scritto di Alessia Coppola.
Lo stile, infine, si conferma essere poetico, scorrevole e soprattutto molto evocativo, un mix assolutamente perfetto.


Commenti

  1. Grazie di cuore, Valentina. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per questa meraviglia :)

      Elimina
  2. Essendo uno spin-off lo trovo molto coinvolgente e spettacolare

    RispondiElimina

Posta un commento