Libri da Mangiare [Recensione] : Le Fluffose di Monica Zacchia


Prezzo: € 22,90
Editore: iFood - Netaddiction
Pagine: 180
Genere: Cucina

Pubblicazione : Maggio 2016



In occasione del Salone del libro di Torino ho avuto  la possibilità di conoscere ed intervistare Monica Zacchia autrice del libro “Le Fluffose” .
Ad aiutarla a decorarle è stata la bravissima Valentina Cappiello.

Il libro si presenta magnificamente, di grande formato è pieno di foto che richiamano uno stile vintage , semplice ma d'effetto.
Monica si è dimostrata estremamente disponibile e la prima domanda di rito ( già fatta molte volte) è :

Come nasce il nome Fluffosa?

La Fluffosa è un' antica ciambella altissima e molto morbida, in America la chiamano chiffon cake. 

Fluffy,significa soffice, morbida e sembrava simpatico e carino chiamare la torta, che tutte noi amiche delle Bloggalline adoriamo, Fluffosa.
La Fluffosa è la mia preferita, non c'è volta che qualcuno non ne resti conquistato e ne ho provato moltissime varianti!
Ho pensato ad un libro dove mettere le ricette più riuscite in anni di collaborazione con amiche/ professioniste, loro mi hanno aiutata molto e ci siamo anche divertite molto.

Per le foto devo ringraziare la bravissima Agnese Gambini e per la decorazione Valentina Cappiello. Io non sono brava con le decorazioni perfette e accattivanti ma Valentina fa la magia di farle sembrare facilissime... prima o poi proverò ad impegnarmi anche in quelle.
Nel libro poi ci sono utili consigli su come fare la Fluffosa passo a passo e ricette veramente originali e per tutti i gusti, ho inserito anche delle versioni vegane e per intolleranti al glutine.

La passione della cucina c'è sempre stata?

Nooo. Io non sapevo cucinare nulla e non avevo nemmeno le basi. 
Ho cominciato per curiosità e dato che mi piacciono le sfide mi sono impegnata e divertita scoprendo un mondo nuovo. Diciamo che ho inaugurato io la tradizione di famiglia di "donne che cucinano". 
Poi ho avuto l'occasione di frequentare un corso di Luca Montersino e ho amato il mondo dei dolci! Il metodo e la precisione in dosaggi e passaggi mi piacciono e mi hanno avvicinata ancor più alla pasticceria dove secondo me non si può improvvisare.
Ormai una fetta di torta a casa mia non manca mai, è una coccola per me e soprattutto per la mia famiglia che apprezza.

Questo è il secondo libro del progetto iFood che sembra ormai decollato alla grande. Tante donne unite sotto lo stesso tetto...

E' vero! Prima tra amiche abbiamo creato le Bloggalline e poi ci siamo lanciate nel progetto iFood con entusiasmo. Nel settore culinario mancava una collaborazione tra donne, mancava una voce femminile visto che di solito sono gli uomini a riscuotere più successo. 
Nel mondo web però noi donne eravamo in superiorità numerica e, anche se non è facile andare sempre d'accordo, siamo riuscite a creare dal nulla una realtà che adesso conta centinaia di iscritte e iscritti. A volte ci sono difficoltà, dissapori, vedute molto diverse e addirittura c'è chi molla ma si cerca sempre di mediare, di collaborare per rendere più forte e solido ciò che stiamo costruendo.

Io ringrazio Monica per la sua gentilezza e disponibilità visto i numerosissimi impegni del Salone, mi ha fatto una dedica meravigliosa in questo libro che fa bene al cuore anche solo guardandolo.

Come al solito però il libro ha dovuto superare la prova/test ricetta ed io che mi son sacrificata volentieri per voi mi sono cimentata con la bellissima Fluffosa al cioccolato con copertura bianca e melagrana ( dato il periodo mi sono presa la libertà di usare i ribes del mio giardino)
Che dire? PROMOSSA

Qui potrete trovare la ricetta e le foto del mio esperimento!














Commenti

  1. Adoro queste torte! Ora ho fame!!! Alex

    RispondiElimina
  2. Quest torte particolari mi ispirano un sacco, ma non ho ancora avuto l'occasione di provarne una.
    Direi che il tuo sperimento è uscito alla grande, complimenti! :)

    RispondiElimina
  3. Gnam! Sembra davvero squisita!!! :)

    RispondiElimina
  4. Wow ma è magnifica 😍😍 subito ha messo l'acquolina in bocca.

    RispondiElimina
  5. Waaaw invitante e ben riuscito questo esperimento!!

    RispondiElimina

Posta un commento