Recensione [Fumetti]: Outcast, Il Reietto #2 - Ricordo quando mi amava di Robert Kirkman e Paul Azaceta


Prezzo: € 2,30
Pagine: 48 
Genere: Horror
Editore: SaldaPress (http://www.saldapress.com/)
Pubblicazione: Maggio 2015
Lettura consigliata esclusivamente ad un pubblico adulto

Il passato è ormai tornato a tormentare Kyle Barnes e adesso il ragazzo ha bisogno di certezze e di risposte. Dopo aver liberato e salvato il piccolo Joshua, infatti, i fantasmi che ha sempre voluto lasciarsi alle spalle si sono impossessati prepotentemente della sua vita, riportando a galla ricordi di un'infanzia spezzata e di un amore finito tra lacrime e paura, ma la necessità di trovare un perché è molto più forte di qualsiasi altro sentimento. E così, quando alla sua porta bussa il detective Luke Masters chiedendo il suo aiuto, Kyle non si tira indietro: Blake, collega e miglior amico di Luke, ha inspiegabilmente ucciso Terry, la moglie del detective, in una maniera atroce. Lo stesso Luke, però, crede che in realtà qualcosa si sia impossessato del suo amico e la convinzione che solo Kyle possa distruggere questa creatura si fa sempre più forte.


La narrazione in questo secondo volume è decisamente incentrata sul Passato, che ne diviene anche la tematica principale, di Kyle da una parte e del reverendo Anderson dall'altra: il lettore diviene così spettatore di alcune tavole molto importanti e particolarmente cariche di pathos che cominciano a svelare qualcosa in più sugli eventi che hanno portato il ragazzo ad essere quello che è ora, sui fatti che ne hanno cambiato inevitabilmente l'animo, e di altre che, invece, cominciano a fare luce su quella che è la persona del Reverendo, su suoi piccoli segreti e su un passato che diverrà via via sempre più chiaro. La curiosità che tutto questo fa nascere è di gran lunga superiore rispetto a quella coltivata nel volume precedente e non certo perché quest'ultimo sia meno interessante: in questo caso si può facilmente notare una certa maturità nella storia stessa, nel modo di raccontarla e nel modo di porla ai lettori, nel suo indagare nel passato e nel volere ricercare le risposte andando in fondo al tutto. In tal modo, oltretutto, il volume diviene anche più personale e più profondo senza, però, minare il ritmo della storia che continua comunque a raccontarci la nuova vita di Kyle, con i suoi rapporti conflittuali, l'incidenza che le creature demoniache hanno su chi lo circonda, la sua voglia di tornare a vivere davvero e la forza che mette in questo, e che risulta essere, in ogni modo, molto intensa. La tavola finale, poi, rende alla perfezione la tensione che per tutto il fumetto gli autori hanno voluto sviluppare e se volete un consiglio, tenete a portata di mano il volume successivo, non potrete non immergervi nuovamente nella storia e scoprire la verità! Se ancora non avete fatto un passo nel mondo di Robert Kirkman questo è il momento giusto per iniziare a farlo!

Commenti