LE NOSTRE RECENSIONI


[BlogTour] Una perfetta sconosciuta di Alafair Burke: 2° Tappa - Il viaggio perfetto


Buongiorno Lettori Meravigliosi e ben trovati! :)

Cominciamo anche questa giornata nel migliore dei modi con un nuovissimo BlogTour interamente dedicato ad una delle autrici più celebri del momento: già conosciuta grazie a "La ragazza nel parco", Alafair Burke è da poco tornata in tutte le librerie con uno dei Thriller più attesi dell'anno e l'ha fatto riscuotendo un enorme e meritato successo. Una perfetta sconosciuta, infatti, è già in cima ad ogni classifica ed io non vedo l'ora di parlarvene! Nel frattempo, però, vogliamo farvi immergere nelle sue atmosfere oscure prendendovi per mano e trasportandovi in quei magnifici luoghi che solo la mente è in grado di creare.


Il libro

Prezzo: € 18,50
Ebook: € 9,99
Pagine: 384
Genere: Thriller psicologico
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 14 Marzo 2017

TRAMA

E se tutto ciò che hai intorno… fosse una bugia? E se nessuna delle persone che conosci… ti stesse dicendo la verità?

Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu – con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu – stai baciando un uomo. Peccato che quell'uomo sia stato trovato morto trentuno ore prima, e tu non ricordi di averlo mai baciato. Anzi, lo conoscevi appena. Era il tuo nuovo capo, l'uomo che ti aveva dato in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario. Il lavoro dei tuoi sogni: ti era sembrato troppo facile, troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero, avevi firmato un contratto regolare. Adesso, però, guardando quella foto capisci che non c'era niente di regolare. Niente di facile. Perché là fuori qualcuno sta cercando di incastrarti, anche se non riesci a immaginare il motivo. Qualcuno che sa molte cose di te. E che forse ti è molto vicino… 

In questo thriller in cui nulla è come sembra, Alice Humphrey vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.



Il viaggio perfetto

Vi siete mai chiesti quale parola, tra le migliaia che la nostra bellissima lingua ci regala, riesca maggiormente a descrivervi? Vi svelo un segreto, oggi, e vi sussurro la mia: Viaggiatrice. Per molti viaggiare significa solo visitare luoghi ancora sconosciuti, per altri invece il valore che la parola assume va decisamente al di là di un dato meramente artistico. Un viaggio, d'altronde, richiede forza, volontà, anima e mente per poter essere goduto pienamente, ma quello perfetto esiste davvero? Ed è davvero così semplice riconoscerlo?

Con il tempo ho imparato che, in realtà, quello che rende un viaggio perfetto non è solo la meta prefissata, per quanto magnifica essa sia, ma, molto più semplicemente, la compagnia e i ricordi che solo una simile esperienza può regalare.

Guardandomi indietro io ritrovo la perfezione in quelle lunghe giornate passate in macchina percorrendo l'autostrada, con accanto i miei genitori e mio fratello, con un'unica grande meta da raggiungere: le braccia dei miei nonni e il lento cullare delle onde del mare ghiacciato al mattino. Adesso che tutto è diventato un intenso ricordo, la perfezione la porto nel cuore e nelle montagne che solo il grande amore poteva convincermi ad apprezzare: la quiete che ti accarezza al mattino, la brezza leggera che si alza nel finire del giorno, l'aria pulita che invade i polmoni e le bellezze mozzafiato che la natura regala rendono tutto incredibilmente simile ad un piccolo paradiso privato.

In ogni esperienza vissuta, però, ad accompagnarmi c'è sempre stato un amico fedele e leale senza il quale immaginare tutto questo non sarebbe mai stato possibileun buon libro. E sapete quale romanzo si presta perfettamente ad un buon viaggio ristoratore? Una perfetta sconosciuta, ovviamente! :)

Per voi, invece, il viaggio perfetto cosa rappresenta?




Non perdetevi le altre tappe del BlogTour dedicato a questo accattivante romanzo, credetemi, non ve ne pentirete! :)

Commenti

  1. mmmhhh questo thriller misà che è fatto a posta per me :-)

    RispondiElimina

Posta un commento