martedì 10 gennaio 2012

Recensione: Giorni di zucchero fragole e neve di Sarah Addison Allen


Prezzo: € 19,00
E-book: € 9,99
Pagine: 256
Editore: Sonzogno
Genere: Romanzo


Josey Cirrini è una ragazza ricca, che potrebbe avere tutto ciò che desidera, ma passa le sue giornate facendo da badante alla madre e mangiando dolci di nascosto.
Una mattina troverà una donna nel suo guardaroba, tutto cambierà e il suo mondo verrà messo sottosopra: nella sua vita entreranno all'improvviso Della Lee e Chloe... Le tre donne sono legate da qualcosa e il loro incontro non è casuale! Cosa attende le tre ragazze?

Avendo da poco letto il primo libro di Sarah Addison Allen appena ne ho avuto l'opportunità ho cercato subito questo. Con Giorni di zucchero fragole e neve la Allen conferma la sua bravura, il suo modo semplice e diretto di scrivere. 
La trama è semplice, ma appassiona il lettore e lo coinvolge. 
Ogni singolo personaggio ha una sua storia, un suo segreto da proteggere e in loro c'è qualcosa di triste e malinconico, ma anche tanta voglia di continuare a sognare!
Josey, la protagonista, è una ragazza che lotta contro se stessa, sottomessa totalmente alla madre e nonostante ciò riesce ancora a sorridere al mondo , non smette di sognare e guarda la vita con gli occhi carichi di romanticismo.
La Addison è stata capace di descrivere ogni singolo momento dei protagonisti del suo libro, rendendolo fondamentale per la comprensione della storia e dei suoi intrecci. 
Lo stile è anche qui semplice, delicato e carico di romanticismo e come sempre le storie narrate sono reali, vive, contemporanee: la violenza sulle donne, i problemi alimentari, i tradimenti e tanto altro, il tutto come sempre cosparso da un pizzico di mistero e di magia.
Pagina dopo pagina scopriamo cosa si nasconde dietro ogni protagonista, le loro paure e il dolore che gli strazia il cuore.. Il lettore resta sospeso sulle pagine, me divora e alla fine scopre che tutto è possibile, che ciò che conta veramente lo si vede solo con il cuore ed è qualcosa che non si può toccare, ma che si percepisce e va al di là dell'aspetto fisico...
Il libro si lascia leggere in un paio di giorni e per tutto il tempo il profumo di menta piperita, neve e zucchero accompagnerà il lettore: resterà nell'aria anche quando si arriverà alla fine e si sentirà il bisogno di averne ancora!


valutazione 5


Nessun commento:

Posta un commento