mercoledì 18 gennaio 2017

Recensione : Una valigia piena di Sogni di Paullina Simmons

Prezzo: € 14,90
E-book : € 6,99
Pagine: 526
Editore: Harper Collins
Genere: Narrativa


Un giorno dovrai scegliere tra ciò che credi di desiderare e ciò che desideri sul serio. Allora capirai cos’è l’amore.


Chloe e Mason, Hannah e Blake. Due coppie, due fratelli, due migliori amiche. Il viaggio dopo il diploma è l'occasione a lungo sognata per vivere una nuova avventura insieme prima che le loro vite prendano strade diverse. La meta è Barcellona, ma prima devono fare tappa in alcune città dell'Europa dell'Est per onorare una promessa di famiglia. E qui, tra i tesori di una terra che muove i primi timidi passi dopo il crollo dei regimi comunisti, Chloe incontra Johnny Rainbow, un misterioso ragazzo americano che gira il mondo con la chitarra sulle spalle, un sorriso sulle labbra e un oceano di segreti negli occhi.
Con lui i quattro amici attraversano in treno il vecchio mondo, da Carnikava a Treblinka, da Cracovia a Trieste, in un viaggio indimenticabile che li porta nel cuore dell'Europa e nell'oscuro passato di Johnny... Un viaggio che rischia di far saltare i progetti di Chloe per il futuro, che la costringe a mettere in discussione tutto ciò che era convinta di volere, che spoglia di ogni falsità il suo legame con gli amici di una vita finché non le rimane che un'unica certezza: comunque vada a finire, dopo questo viaggio le loro vite non saranno più le stesse.
Una storia incantevole e struggente, e un finale indimenticabile che rimarrà a lungo nel cuore dei lettori.

“Sa scrivere storie d’amore così intense da lasciarti senza fiato.”
Elle

Quattro ragazzi con la vita davanti e con sogni diversi. 
Due fratelli che non si somigliano affatto che affrontano la vita con aspettative e speranze quasi opposte . 
Due ragazze amiche ma con nulla in comune, stanno bene assieme e si conoscono fin da bambine.Avevano progettato un viaggio in Europa per poter evadere dalla quotidianità e per fare nuove esperienze ma i loro piani subiranno uno sconvolgimento quando i fratelli , nonché loro fidanzati, decidono di accompagnarle.
Il viaggio che doveva essere spensierato e divertente porterà a galla diversità e attriti. Molti equilibri saranno spezzati e tutti torneranno cambiati dall'esperienza.
Chloe è la più seria e studiosa del gruppo. Lei è quella organizzata con le idee precise su cosa vuole dal suo futuro e si impegna per raggiungere le mete prefissate. Conoscerà Johnny e metterà in discussione amicizie e progetti rischiando di compiere scelte che potrebbero avere brutte conseguenze.
E' fidanzata da molto tempo con Mason.
Lui è il più bel ragazzo della scuola con un futuro radioso nello sport.E' concentrato su se stesso e ,nonostante voglia molto bene a Chloe, si dimostra distaccato, a tratti indifferente e con la testa fra le nuvole.
Suo fratello Blake è una montagna di muscoli e bontà. Quando il padre si ammala prende in mano l'attività di famiglia ed oltre a studiare lavora sodo per non far mancare nulla ai suoi cari. Purtroppo i suoi modi rudi e la sua semplicità lo fanno apparire un sempliciotto agli occhi degli altri che commettono l'errore di sottovalutarlo. E' molto preso da Hannah ma si dimostra particolarmente premuroso e gentile da sempre con Chloe dando dello sciocco al fratello che se la sta lasciando scappare.
Il libro è diviso in capitoli dove si alternano i protagonisti e riviviamo gli stessi eventi da diversi punti di vista. Le emozioni che affiorano sono molto forti e coinvolgono il lettore facendogli provare gli umori altalenanti di Hannah, le indecisioni di Chloe, l'indolenza di Mason e l'ottimismo inesauribile di Blake. 
Tutti questi personaggi sono ben caratterizzati e di spessore, i loro caratteri acerbi sono perfettamente in sintonia con il loro essere giovani adulti appena usciti dall'adolescenza che provano emozioni forti e passioni totalitarie.
L'autrice riesce a mescolare le loro vite non dando per scontato nulla e stupendo il lettore di come si evolvono gli eventi.
La trama non è originalissima ma ben sviluppata e con risvolti inaspettati e di effetto, le storie d'amore che si intrecciano non sono melense o scontate.
Per chi ama i libri d'amore di questo genere questo è decisamente da non perdere e da tenere ben custodita nella propria libreria vista l'ottimo stile di scrittura e la profondità di ciò che trasmette.









Anteprima [Graphic Novel]: Pretty Deadly - Volume 2 di Kelly Sue DeConnick e Emma Ríos

Lettori Meravigliosi, eccoci ancora qua per parlare di un'altra importante novità che potrete trovare in libreria ed in fumetteria da domani, Giovedì 19 Gennaio, sempre per BAO Publishing! Non c'è che dire, la Casa Editrice sa perfettamente come iniziare l'anno nuovo ed inutile sottolineare il fatto che anche questa serie finisce dritta in wishlist e senza dubbio ai primissimi posti! Di cosa sto parlando? 

Pretty Deadly - Volume 2 di Kelly Sue DeConnick e Emma Ríos

L'autrice Kelly Sue DeConnick mescola i topoi del western, del manga e del folclore americano, creando un affresco macabro e lirico, nella storia magistralmente portata sulla pagina da Emma Ríos.


Sissy ha ereditato il mantello della Morte e, insieme alla figlia della Morte, Ginny, dà la caccia si Mietitori sparsi in giro per il mondo.

BAO Publishing è lieta di annunciare l'uscita di Pretty Deadly - volume 2, di Kelly Sue DeConnick e Emma Ríos

Il secondo volume della saga sul senso e l'identità della morte di Kelly Sue DeConnick ed Emma Rios è un piccolo capolavoro narrativo e visivo. Prescindendo dalla classica struttura a tre atti, e rifacendosi a narrative più antiche e destrutturate, sposa parole e immagini in un tutt'uno evocativo e magico, senza uguali nel Fumetto occidentale. 

Pretty Deadly - volume 2 è disponibile in libreria dal 19 gennaio 2017 

AUTRICI
Kelly Sue DeConnick (1970) è una scrittrice e sceneggiatrice statunitense. Ha lavorato per le maggiori case editrici di comics americane, tra cui Marvel, DC, Dark Horse e IDW. Per la Image crea le serie Bitch Planet e Pretty Deadly, entrambe pubblicate in Italia dalla casa editrice BAO Publishing. Pretty Deadly, creata in coppia con la disegnatrice Emma Rios, le vale una nomination agli Eisner Awards nel 2014 nella categoria “Best Writer”. 

Emma Ríos (1976) è una disegnatrice e illustratrice spagnola. Dopo il suo esordio nel mercato dei comics statunitensi nel 2008, con la miniserie Hexed pubblicata da BOOM! Studios, inizia la collaborazione con la casa editrice Marvel. Nel 2013 dà il via al sodalizio con la sceneggiatrice Kelly Sue DeConnick, con la miniserie Osborn: il diavolo dietro le sbarre edita dalla Marvel. Nel 2013, le due autrici creano la serie Pretty Deadly, titolo edito dalla Image e pubblicato in Italia dalla BAO Publishing.

Anteprima [Graphic Novel]: Appunti di vita - Volume 2 di Boulet

Ciao a tutti Lettori Meravigliosi e ben trovati sul Blog! :)
Anche oggi vi accolgo con una nuova anteprima targata BAO Publishing che vi aspetta da domani, 19 Gennaio, in tutte le librerie e fumetterie! Per quel che mi riguarda questo, insieme al Primo Volume, sarà uno dei prossimi recuperi che farò.


Appunti di vita - Volume 2 di Boulet

Con una prefazione a fumetti di Zerocalcare, esce il secondo volume tratto dalle storie del blog di Boulet, l'autore francese autentico fenomeno letterario del web. Questa volta ci porta nella vita on the road del fumettista, tra fiere e festival.


Boulet si mette a nudo senza pudore né bisogno di romanzare la propria vita, restituendola al lettore in tutta la sua fragile, imperfetta, splendida, sordida onestà.

BAO Publishing è lieta di annunciare l'uscita di Appunti di vita - volume 2, di Boulet

Ogni raccolta del blog di Boulet contiene una sezione inedita rispetto al materiale disponibile online. Quella di questa seconda raccolta riguarda i viaggi verso le fiere del fumetto. 

"Voi autori siete così fortunati, siete sempre in giro, trattati come re!" Avete mai detto qualcosa di simile a un amico fumettista? Be', dopo aver letto questo spassoso volume vi ricrederete per sempre! 

Introduzione a fumetti e note finali di Zerocalcare. 

Appunti di vita - volume 2 è disponibile in libreria dal 19 gennaio 2017 

AUTORE
La vita del fumettista non sempre è così facile come la si immagina. Lo sa bene Boulet, al secolo Gilles Roussel, che nella raccolta di strisce del suo blog www.bouletcorp.com tratteggia con inconfondibile verve umoristica i chiaroscuri di una vita a fumetti. Apprezzato sia dal grande pubblico sia dalla critica (Lewis Trondheim lo ha scelto come autore per la serie La Fortezza, insieme a nomi del calibro di Joann Sfar, Kerascoët e Christophe Blain), Boulet è uno degli artisti che più hanno influenzato la scena contemporanea dei blog a fumetti nonché autori di prestigio come Zerocalcare. Nel 2015 Appunti di vita, la raccolta delle sue strisce a fumetti, viene pubblicata in Italia per i tipi di Bao Publishing.

martedì 17 gennaio 2017

Novità [Graphic Novel]: Il papà di Dio di Maicol&Mirco

Ciao a tutti Lettori Meravigliosi e ben trovati sul Blog! :)
Oggi voglio segnalarvi un Graphic Novel, uscito qualche giorno fa, il 12 Gennaio, per Bao Publishing, molto particolare ma che io vi consiglio di non perdere!


Il papà di Dio di Maicol&Mirco

Arriva in libreria dal 12 gennaio 2017 il più corposo libro degli Scarabocchi mai pubblicato da Maicol&mirco: Il papà di Dio! 960 pagine di graphic novel in cui fumetto, filosofia e mitologia si fondono con delle colpevoli e fragorose risate. E poesia. Tanta poesia. 

Il tour di presentazione, che toccherà varie città italiane, inizia a Milano il 18 gennaio presso La Feltrinelli in Duomo, ore 18:30.


"Uno spin-off della Bibbia. La nuova fatica di Maicol&mirco è un colosso da quasi mille pagine che svela molti misteri del nostro mondo prendendo una scorciatoia particolare: analizzare il Creatore per capire le sue azioni e i suoi errori, tra cui noi umani."  - Pietro Minto, Rolling Stone Italia

GUARDA IL BOOKTRAILER: IL PAPÀ DI DIO https://vimeo.com/197785092

BAO Publishing è orgogliosa di annunciare l'uscita in libreria del più corposo libro degli scarabocchi mai pubblicato da Maicol&mirco: Il papà di Dio! 960 pagine di verità, tutta la verità, nient'altro che la verità. E Satana! 

Il papà di Dio è il nuovo libro del ciclo Gli Scarabocchi di maicol&mirco, più di 2000 geniali vignette rosse e nere pubblicate quotidianamente sul web, capaci di far ridere e di riflettere: esistenzialismo a portata di click. O meglio i fumetti che Nietzsche, Sartre o Leopardi avrebbero trovato irresistibili. 

Il Papà di Dio invece non è una raccolta di strip, ma un lungo graphic novel di ben 960 pagine. Un'epopea che tratta il complicato rapporto tra Dio e suo padre. Si perché tutti, ma proprio tutti, hanno un padre. 

Pagine piene di vuoti, capaci di colmare però tutti i nostri dubbi. 
Chi siamo? 
Perché soffriamo? 
Perché moriamo? 
Esiste Dio? 
E Satana? 

Ci stanno le risposte a tutte queste domande in poco meno di mille pagine? 
A quanto pare, sì. 

Un libro che solo un'improvvisa apocalisse può impedire si trasformi in un classico senza tempo.

AUTORE
Maicol&mirco fanno fumetti dalle scuole medie. Sono amici per la pelle. Le persone invidiose dicono che Mirco non esiste. Ma non sanno che i fumetti fanno esistere chiunque. Anche Dio. Anche Satana. Creatori de Gli scarabocchi di Maicol&mirco, le geniali vignette rosse e nere pubblicate sul web, collaborano con Linus, Smemoranda, e hanno addirittura scritto libri per bambini come Palla Rossa e Palla Blu (Bao Publishing 2016). Sanno parlare a tutti in modo semplice e profondo.

[BlogTour] L'esercito dei 14 Bambini di Emmy Laybourne: Tappa #2 - Un giorno nell'esercito



Buon martedì ColorLettori,

come procede questa nuova settimana di letture? Io presissima da un sacco di libri in uscita e vorrei avere più tempo!!
Oggi sul blog ospitiamo la seconda tappa del BlogTour dedicato a l'ersecito dei 14 libri, edito Newton Compton e in uscita il 19 Gennaio.

Prezzo: € 9,90 (fino al 31/1 7,43 €)
E-book: € 4,99
Pagine: 320
Editore: Newton Compton
Data Pubblicazione: 19 Gennaio

Trama

Quattordici studenti di diverse età sono rimasti intrappolati all’interno di un gigantesco supermercato a Monument, in Colorado. Lì dentro c’è tutto ciò di cui potrebbero aver bisogno: cibo di ogni genere, vestiti, videogiochi e libri, farmaci e ogni tipo di bevanda alcolica… e senza la supervisione di un adulto possono fare quello che vogliono. Potrebbe anche essere divertente. Purtroppo la verità è che fuori da lì il genere umano sta scomparendo a causa di catastrofi naturali e della dispersione di sostanze chimiche nell’atmosfera che, a seconda del gruppo sanguigno, possono provocare nelle persone disturbi paranoidi, accessi di violenza o addirittura la morte. I bambini devono rimanere all’interno, costretti ad attrezzarsi per la sopravvivenza, senza sapere se potranno mai uscire. Nonostante la giovane età, saranno in grado di cavarsela e guadagnarsi un futuro?




Un giorno nell'Esercito


Siamo chiusi dentro un gigantesco Supermercato, qui abbiamo tutto e all'inizio sembrava anche divertente, ma ora... Ora non lo è più, non sappiamo che fine abbiano fatto in nostri genitori e gli amici e guardando fuori il mondo non è più quello che conoscevamo. Siamo solo dei bambini che stavano andando a scuola, ma qualcosa è andato storto e ci siamo ritrovati qui ed ora dobbiamo sopravvivere, certo per ora qui dentro abbiamo tutto, ma cosa accadrà quando le provviste inizieranno a finire? Il più forte prenderà il sopravvento o riusciremo a convivere e ad organizzarci in modo da procurarci del cibo? Ma come riusciremo a procurarcelo? Uscire vuol dire morire o impazzire ed io ho paura, io non voglio diventare come quelli che sono fuori, io non voglio morire, non voglio dover lottare... Io sono solo un bambino! Una giornata qui dentro per me è già devastante, certo all'inizio poteva esser fantastico esplorare tutto il Supermercato, procurarsi abiti, cibo e giochi gratis, in fondo che altro possiamo fare qui dentro? Ed ora bisogna iniziare a pensare se si riuscirà mai ad uscire, ora dobbiamo sopravvivere... ma come si fa a sopravvivere quando ancora sei troppo giovane per poter dire di aver vissuto?




Vi lascio di seguito il calendario completo con le prossime tappe!!
















Grafica a cura di Pamela Fattorelli Catnip Design

Recensione: I nostri cuori chimici di Krystal Sutherland


Prezzo: € 17,00
E-book: € 9,99
Pagine: 335
Editore: Rizzoli
Genere: Young Adult

Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato, lui è un eterno romantico ed attende il vero grande amore. Il suo incontro con Grace Town non è nulla di che, inizialmente la nota appena, ma poi piano piano gli entra nel sangue e viene risucchiato completamente da questa ragazza un po' stramba e misteriosa. 


Ammetto che non è facile parlare di I nostri cuori chimici, perché è uno di quei libri che risucchia il lettore tra le sue pagine, lo strapazza, lo scuote nel profondo, gli fa a pezzettini il cuore e poi rimette tutto insieme.

La storia di Henry e Grace è una storia fatta di tormenti, di segreti, di parole non dette e di un dolore che lacera e distrugge e voi finirete per esser attratti dall'orbita gravitazionale dei due protagonisti, finendo per esser trascinati in fondo ad un buco nero dal quale sembra impossibile uscire.
È Henry la voce narrante di tutto libro ed è attraverso i suoi racconti che il lettore scopre tutta la verità su Grace, rimanendo impigliato senza via di scampo nella fitta rete di rabbia e tormenti che in qualche modo rappresenta entrambi i protagonisti. Henry è una di quelle persone che difficilmente riesce a esternare ciò che pensa a parole, ha bisogno di metter tutto nero su bianco, di prendersi del tempo e scrivere ed ogni volta che lo fa vi verrà voglia di appuntarvi una delle sue meravigliose frasi, di scriverla nella vostra agenda o condividerla su Facebook e mostrare a tutti i vostri amici la bellezza unica e incontaminata del cuore di Henry.
E tanto è romantico e luminoso Henry tanto è oscura e fredda Grace, la cui vita è stata distrutta all'improvviso ed ha cicatrici profonde non solo sul corpo, ma anche nel cuore e proprio come un buco nero riesce a risucchiare tutta la luce che la circonda, si sforza di ricominciare a brillare, ma è solo una cosa momentanea, un fuoco fatuo che per pochi istanti mostra la sua luce e poi sparisce di nuovo, portandosi via con se anche quella breve illusione di normalità.
I nostri cuori chimici è pura poesia, attraverso Henry l'autrice descrive tutto con cura, senza tralasciare nulla e le emozioni provate dal protagonista colpiscono il lettore in pieno petto, come un'onda d'urto che non lascia scampo, investendolo con una potenza tale da scuoterlo nel profondo e  facendogli provare quella stessa disarmante impotenza e quel profondo dolore che dilaniano i cuori di Grace e Henry.
Capitolo dopo capitolo ho amato in maniera incondizionata questo libro, mi sono abbandonata completamente alla storia, aspettando con pazienza di scoprire cosa avesse incrinato per sempre Grace, perché continuasse a farsi del male senza darsi la possibilità di tornare a vivere, ho assaporato ogni singolo istante, incapace non solo di smettere di leggere, ma anche di restare distaccata poichè il coinvolgimento emotivo è altissimo e non vi sarà un solo istante durante tutta la lettura in cui non vi sentirete come se vi avessero appena strappato il cuore!
Krystal Sutherland è stata una vera scoperta e I nostri cuori chimici resterà per sempre tra i libri che mi hanno emozionato di più, che mi hanno mostrato quanto è dura la vita e che sono unici nel loro genere perché sono veri, non vendono il lieto fine, bensì uno spaccato di realtà nuda e cruda.
Non posso che consigliare a tutti voi di leggerlo, è perfetto per tutti senza distinzione di genere ed età e sono certa che lo amerete quanto l'ho amato io.






lunedì 16 gennaio 2017

Recensione [Fumetti]: Dressing di Michael DeForge


Prezzo: € 13,50
Pagine: 120 a colori
Genere: Raccolta di fumetti
Editore: Eris Edizioni
Data di pubblicazione: 4 Novembre 2016

Dressing non è soltanto una raccolta di fumetti, è un’esperienza, un viaggio surreale in mondi psichelici e lisergici, divertenti e bizzarri. È la prima opera a sbarcare in Italia di uno dei talenti assoluti del fumetto indipendente internazionale: un perfetto esponenete di quella scena nordamericana che è approdata a un nuovo immaginario e che interagisce continuamente con le più recenti tendenze dell’animazione. L’autore cambia stile a ogni storia, la sua ricerca grafica, in un perfetto mix tra pop e underground, crea universi minimalisti e astratti, surreali, che si fondono perfettamente con la narrazione. DeForge che ha un gusto ossessivo per il disturbante, si concentra nello scandagliare l’animo umano, le sue metamorfosi fisiche e mentali. I suoi personaggi vivono situazioni kafkiane, vittime di un destino incomprensibile e di circostanze ineludibili. DeForge crea nuove forme di vita, transumane e aliene, esplora le relazioni interpersonali, trasforma in routine l’impossibile. Le sue storie, sia da un punto di vista grafico che narrativo, sono come i sogni: un qualcosa che va semplicemente vissuto.

Quello dei fumetti è, senza alcun dubbio, un mondo sconfinato, dalle mille sfaccettature, dalle incredibile sfumature, caratterizzato da quella diversità che lo popola e che lo rende bello, originale, attraente, un mondo talmente tanto ricco che perdersi tra le sue trame è veramente facilissimo, a meno che non ci si faccia accompagnare da chi una cultura in questo senso può largamente vantarla. Il mio Cicerone della situazione l'ho ritrovato nella Casa Editrice torinese che, almeno fino ad ora, è stata in grado di regalarmi piccole perle di lettura, e grazie ad eris edizioni anche Michael DeForge è entrato finalmente a far parte della mia libreria, un mostro dell'ambiente fumettistico di cui non sapevo nulla, con Dressing, una raccolta di alcune sue storie che riflettono perfettamente le sue grandi abilità di narratore, di intrattenitore e soprattutto di artista che, tavola dopo tavola, hanno saputo letteralmente incantarmi.

Con Dressing, che come vi ho già accennato altro non è se non una raccolta di alcune delle storie dell'autore canadese, il lettore farà la conoscenza dei più svariati personaggi, di personalità al limite della realtà e di vicende che sfiorano, nella maggior parte dei casi, il limite dell'assurdo, come l'Elfo che vede la sua vita completamente sconvolta da quei genitori che, ormai, non permettono più ai figli di credere nella magia del Natale, o la fabbrica che crea Sirene pur non credendo nella loro esistenza, o ancora gli esseri umani che con il fine di colonizzare Marte si recano sulla sua rossa superficie per poi mutarsi e perdere completamente l'uso della parola, oppure i gemelli e la loro dura lotta contro il Governo che vuole ucciderli per far fronte al problema del sovrappopolamento, o l'Isola popolata dalle sue creature animalesche che pur di difendersi dalla crudeltà dell'uomo hanno imparato ad utilizzare le armi. Questi e molti altri saranno i protagonisti a cui Michael DeForge ha donato un'anima e con le loro storie, il loro umorismo macabro, il loro immaginario e la loro celata razionalità dimostreranno di possedere un fascino, nascosto ad un primo sguardo, in grado di conquistare.


Descrivere esattamente a parole quello che mi ha colpita di Dressing è estremamente difficile, sarebbe più facile dare il fumetto in mano ad ognuno di voi e farvi immergere nel suo mondo così da farvi capire appieno tutto il significato e la bellezza che contiene. Dovendo iniziare da un elemento in particolare, però, non posso non parlarvi delle tavole, dei disegni e dell'uso del colore: per quanto riguarda le prime, alle classiche tavole suddivise in vignette, se ne alternano altre costituite da un'unica scena occupante l'intera pagina e accompagnata da una didascalia, che altro non è se non la narrazione della vicenda stessa, come se fosse una classica voce fuori campo; il tratto, invece, risulta essere molto essenziale, semplice e proprio per questo ancora più sorprendente, il modo in cui DeForge riesce a costruire i suoi personaggi e a renderli complessi da una base simile è assolutamente incredibile; l'uso del colore, infine, rende l'intera raccolta una vera e propria opera d'arte, alternando il bianco ed il nero di alcune storie ai colori accesi ed intensi di altre. Dopo una prima lettura, provate a riprendere il fumetto dall'inizio e soffermatevi solo sulle tavole, senza prestare attenzione ai dialoghi e alle narrazioni: vi ritroverete catapultati, con la mente, ad una mostra d'artista.

In relazione al contenuto delle singole storie, infine, non deve assolutamente sfuggire un carattere estremamente profondo: al di là dell'assurdità dei personaggi, dei loro modi bizzarri, del divertimento che in fondo sanno regalare e della sensazione onirica che la narrazione riesce a trasmettere, la logica alla base delle storie è inquietante sorprendente allo stesso tempo, uno studio umano che l'autore riesce a portare perfettamente a compimento attraverso la creazione di relazioni interpersonali profonde, di destini a cui sfuggire è impossibile, di situazioni divenute incomprensibili e di ruotine all'apparenza impossibili da realizzare. I suoi protagonisti, così, si ritroveranno a vivere scenari impensabili con un unico grande avversario: la vita.

Inutile dire quanto sia stata grande la mia sorpresa nel trovarmi a fronteggiare un'opera all'apparenza così innocua e ritrovare al suo interno una profondità simile ed una bellezza così rara. Se Michael DeForge non fosse nella mia libreria, adesso, correrei a più non posso pur di stringere Dressing tra le mani.