mercoledì 15 febbraio 2012

Recensione: Firelight di Sophie Jordan


Prezzo: € 9,90
E-book: € 6,99
Pagine: 336
Editore: Piemme FreeWay
Genere: Fantasy

Jacinda è una draki, una discendente degli antichi draghi e vive con la madre e la sorella insieme al loro clan. Un giorno Jacinda incontra Will, membro di una famiglia di cacciatori: il loro primo incontro avviene proprio durante una battuta di caccia in cui Jacinda viene ferita e trovata da Will, che però preferisce proteggerla piuttosto che farla catturare dai cacciatori. Da quel giorno le loro vite non saranno più le stesse e si troveranno a fare entrambi scelte importanti...

Dopo aver letto di vampiri, licantropi, streghe e zombie eccoci faccia a faccia con i Draki: Firelight è infatti il primo volume di una trilogia sui draki ed è anche il primo libro fantasy di Sophie Jordan.
Con Firelight l'idea che tutti noi abbiamo del drago viene rivoluzionata, ci troviamo infatti di fronte ad una possibile evoluzione di questi esseri mitologici che hanno popolato a lungo le antiche credenze popolari.
La trama è sicuramente particolare ed originale, anche se la Jordan cade nei soliti cliché in cui sono presenti ragazzi bellissimi e ricchissimi e la solita odiosa cheerleader che fa la prepotente con la nuova arrivata. Nella prima parte del racconto impariamo a conoscere Jacinda e la sua famiglia, scopriamo qualcosa di più sui draki, mentre nella seconda parte si è letteralmente travolti dalla passione della storia d'amore di Jacinda...
I personaggi non vengono trattati in maniera approfondita, tutto ciò che viene detto su di loro è a piccole dosi e mai in modo completo: sembra quasi che l'autrice abbia voluto lasciare volutamente un po' di mistero su ogni personaggio facendo così nascere la voglia di saperne di più attraverso i prossimi libri!
Lo stile è abbastanza semplice e la lettura è scorrevole, il lettore inizialmente si trova un po' spaesato perché molte informazioni che vengono date sui draki non vengono approfondite e si rimane con parecchie domande in sospeso. Per alcuni versi possiamo dire che fulcro della narrazione è la storia d'amore di Jacinda, ma in realtà il lettore è anche testimone dei modi diversi in cui Jacinda, sua sorella Tamra e la madre vivono la vita con il clan e da draki. Inoltre il personaggio di Jacinda evolve parecchio durante la lettura e ci sono momenti in cui il lettore quasi la odia.
Il finale, essendo questo il primo volume di una trilogia, è aperto e lascia spazio a mille congetture.
Probabilmente molti lettori sono stanchi di leggere i soliti fantasy con ragazzi ricchi e bellissimi, però nel complesso Firelight è un libro piacevole, che si legge in pochi giorni e non essendo troppo impegnativo è adatto per chi vuole rilassarsi e staccarsi dalla realtà!



valutazione 5


2 commenti:

  1. la cosa che mi piace delle tue recensioni è il fatto che sei sintetica, essenziale..odio gli sproloqui senza fine che alla fine ti raccontano tutto del libro facendoti perdere anche il gusto di leggerlo

    RispondiElimina
  2. Grazie mille! Anche a me non piacciono molto quelle recensioni che alla fine ti raccontano solo la storia senza dirti veramente cose riguardanti il libro :)

    RispondiElimina