venerdì 23 marzo 2012

Recensione: Blood Magic di Tessa Gratton


Prezzo: € 16,00
E-book: € 6,99
Pagine: 416
Editore: Piemme Freeway
Genere: Urban Fantasy - YA

Silla a perso da poco i genitori e ha ricevuto uno strano libro da un uomo che si fa chiamare Diacono e che afferma che questo libro fosse appartenuto al padre di Silla... Il libro ricevuto contiene incantesimi: per Silla si apre un mondo nuovo fatto di magia del sangue e che condividerà con il fratello Reese e Nick, un nuovo ragazzo arrivato da poco in città e che nasconde molti segreti! Con l'aiuto della magia Silla e il fratello scopriranno presto la verità sulla morte dei loro genitori...

Una trama innovativa, scorrevole e ben costruita: ingredienti fondamentali di questo libro sono la magia, il sangue e l'amore! 
La storia è narrata a due voci da Silla e Nicholas e permette al lettore di avere una visione più ampia delle vite dei due ragazzi, capire meglio la storia e i molti fatti narrati e che sono intrecciati l'uno a l'altro: la narrazione è intervallata da parti tratte dal diario di Josephine, una ragazza nata a fine 800 e che ha imparato l'uso della magia del sangue da un medico centenario di nome Philip.
Tutti i personaggi descritti, anche quelli minori che non hanno un vero ruolo nel racconto, son ben descritti e caratterizzati e danno l'idea di esser più che reali.
Silla, così terribilmente fragile e forte allo stesso tempo, è una ragazza di 17 anni che all'improvviso si ritrova alle prese con qualcosa di più grande di lei e che la porterà a scoprire verità agghiaccianti sul padre; Nicholas, scontroso e irascibile, eternamente arrabbiato con il mondo, aveva creduto che la magia facesse parte della pazzia di sua madre, che i suoi ricordi non fossero reali e che sua ladre fosse solo una squilibrata... Josephine, salvata dalla morte da un dottore che la riporterà alla vita dandole un'istruzione, un tetto e le insegnerà le arti magiche, ma finirà per farsi avvelenare da quella stessa magia che tanto ha amato: questi i protagonisti principali del libro, ognuno con un carattere forte, con qualcosa nascosto nel profondo dell'animo e con un sangue speciale, che sa donare la vita così come la morte...
Fin dalle prime pagine il lettore viene rapito dal racconto, sedotto dalla magia che sembra quasi voler uscire dalle pagine del libro: il dolore dei protagonisti è palpabile, coinvolgente, così come la loro voglia di scoprire e sperimentare la magia... Ci si perde tra le pagine, come se il sangue, ingrediente principale per far si che la magia riesca, entri nel lettore attraverso le parole, imprigionandolo e aumentando il desiderio di continuare la lettura.
Lo stile è accattivante, graffiante e reale: il linguaggio usato rende la lettura piacevole e scorrevole, rapisce il lettore e l'attenzione è mantenuta costantemente alta dalle continue scene d'azione... Nulla è lasciato al caso, tutto ciò che viene raccontato ha un senso preciso, tutto è concatenato e tenuto saldamente insieme dal sangue, forse l'unico vero protagonista della storia...
Fino alla fine il lettore resta con il fiato sospeso, continuamente in attesa del prossimo colpo di scena e senza mai riuscire a prevederne il finale, che è senza dubbio ad effetto, ben studiato, per nulla banale e che lascia il lettore soddisfatto.
L'autrice ha saputo dar vita ad una storia unica, bellissima ed emozionante, lasciando nel lettore la voglia di poterne avere ancora!
Un libro questo che vi entrerà nel sangue, che saprà soggiogarvi con la sua magia e che si farà amare pagina dopo pagina.



valutazione 5

2 commenti:

  1. Lho preso stamattina e devo dire che leggendo la tua recenzione ,credo che correrò a leggerlo subitoooo

    RispondiElimina