lunedì 8 dicembre 2014

Novità da Scoprire: Il patriarca di Andrea Galli

La misteriosa storia di 'Ntoni Gambazza, lo sconosciuto re della 'ndrangheta che dall'ombra ha retto per trent'anni i fili dell'organizzazione.


l racconto avvincente della vita di un uomo misterioso che dall’ombra ha guidato la più potente organizzazione criminale del nostro Paese, e il ritratto lucido di una realtà sociale troppo spesso relegata ai luoghi comuni.



Prezzo: € 13,00
Pagine: 250
Editore: BUR
Data Pubblicazione: 3 Settembre

TRAMA

La faida di San Luca, la strage di Duisburg del 2007, il traffico di stupefacenti, i sequestri di persona in tutta Italia. E poi le denunce, la difesa affidata allo studio legale del futuro presidente della Repubblica Giovanni Leone, l’omicidio, la galera, la grazia di Sandro Pertini. Tutte queste vicende sono legate tra loro, in modo sconcertante, attorno a un solo nome: Antonio Pelle, detto ’Ntoni Gambazza. Ma chi era quest’uomo, sconosciuto ai più e ben noto agli inquirenti? L’eminenza grigia che ha fondato un nuovo clan e per tre decenni ha ricoperto un ruolo centrale nel direttivo della ’ndrangheta, come sostengono gli investigatori, o l’onesto figlio di pastori di cui parla la sua famiglia, scelto dalla magistratura come capro espiatorio? Andrea Galli ha dedicato anni all’attento studio delle poche carte disponibili e alle estenuanti ricerche del troppo materiale andato disperso o fatto sparire; ha viaggiato da Nord a Sud e parlato con semplici paesani e alti funzionari delle forze dell’ordine; ha visitato i luoghi in cui s’è svolta la vicenda di Gambazza, ha incontrato la sua gente e si è immerso in quel mondo per descrivercelo senza retorica o preconcetti. Il risultato è assieme il racconto avvincente della vita di un uomo misterioso, che dall’ombra ha guidato la più potente organizzazione criminale del nostro Paese, e il ritratto lucido di una realtà sociale troppo spesso relegata ai luoghi comuni.


AUTORE

Andrea Galli (1974) vive a Milano. Dopo aver scritto per il “Corriere di Como” e “Avvenire”, dal 2006 lavora al “Corriere della Sera”, dove si occupa di cronaca nera. Per BUR ha pubblicato Cacciatori di mafiosi (2012).

Nessun commento:

Posta un commento