sabato 12 dicembre 2015

Recensione: Un sogno tra i fiocchi di neve di Corina Bomann

Prezzo: € 9,90
E-book: € 4,99
Pagine: 208
Editore: Giunti
Genere: Romanzo

Anna non ama il Natale, ogni anno fugge via al caldo e si tiene lontana da canzoncine natalizie, addobbi, mercatini e soprattutto dalla sua famiglia... Ma quest'anno il suo fratellino le ha scritto una mail chiedendole di passare il natale con loro e così alla fine Anna decide di prendere un treno per Berlino, solo che si addormenta durante il viaggio e si perde! Riuscirà Anna ad arrivare a casa della sua famiglia per passare assieme il Natale?

È sempre difficile scrivere la recensione di un libro che non solo non mi è piaciuto, ma mi ha deluso e non è riuscito a lasciarmi molto... Dopo averlo finito avevo già dimenticato il nome della protagonista!!
Ho deciso di leggere questo libro per Il salotto dei ColorLettori, lo avevo da un po' in ebook ed essendo molto breve ho pensato fosse una buona idea...
La storia procede lentamente, tutto è incentrato sa Anna e su quanto odia il Natale e tutto ciò che ne fa parte e ad un certo punto inizia a dar la colpa delle sue disavventure alla canzone Last Christmas...
Tutto ha inizio dopo che Anna si addormenta sul treno che la sta portando a casa della sua famiglia a Berlino e dorme tanto profondamente da non accorgersi nemmeno dell'accesa discussione nata tra passeggeri e personale di bordo! Quando il controllore la sveglia una volta arrivati a capolinea scopre non solo di esser lontanissima da Berlino, ma di avere pochi soldi con sé, che è in corso la peggior tempesta di neve degli ultimi anni e che il suo cellulare è scarico e ha dimenticato il caricatore!
Da qui in poi tra veri e propri miracoli di Natale e un susseguirsi incredibile di sfortune la storia diventa una vera e propria favola natalizia, una sorta di Canto di Natale in chiave moderna e rivisitato...
Non manca nulla dei classici clichè delle favole: il buon samaritano, il ragazzo gentile che non lascerebbe mai una donzella in difficoltà e a piangere, le tre vecchiettine che ricordano le fatine de La bella addormentata e naturalmente il principe azzurro che salva la situazione e il Natale...
Tutti hanno qualcosa da dire sul Natale e tra ricordi e psicoanalisi alla fine Anna si domanda se il vero problema alla fine sia o meno lei...
La lettura è breve, ma scorre molto lentamente, alcuni racconti risultano inutili e vengono presentati troppi personaggi, di cui ci si scorda troppo velocemente i nomi... Non vi è una storia d'amore e tutto è irreale, troppo da miracolo natalizio, ma mal costruito e alla fine il lettore non solo non si sente coinvolto dalla storia, ma finisce per sentirsi svuotato e privato di quelle emozioni e di quel coinvolgimento che rendono speciale un libro.
Non ci sono personaggi particolarmente di spicco, nessuno che riesca ad ammaliare il lettore, che pigramente resta ad osservare questa avventura di Anna, ma lo fa da dietro un vetro, in maniera troppo distaccata e fredda.
Per tutto il tempo ci si aspetta un colpo di scena, un avvenimento talmente eclatante da ribaltare totalmente la situazione, un colpo di fulmine capace di far sciogliere tutta la neve portata dalla tempesta, ma ahimè non accade e ci si trascina stancamente verso la fine domandandosi quale sia il senso di questa storia...
Un sogno tra i fiocchi di neve è una lettura leggera, senza grande impegno e perfetta se siete in vena di leggere un racconto che nonostante l'avversione della protagonista per il Natale ha il sapore tipico dei dolcetti natalizi...

Consoliamoci ascoltando Last Christmas :)








valutazione 5

3 commenti:

  1. sembra bruttissimo, anche se la copertina mi piaceva molto, questi libri non dovrebbero proprio stamparli.

    RispondiElimina
  2. Avevo letto qualche parere nel salotto... mi dispiace che sia così "brutto" perchè a guardarlo sembrava promettente :(

    RispondiElimina
  3. Noooo...volevo comprarlo avendolo visto in edizione economica, ma non credo che accadrà...non pensavo fosse così brutto!

    RispondiElimina