martedì 16 febbraio 2016

Recensione: Keep calm e guarda un film di Sebastiano Barcaroli e Federica Lippi


Prezzo: € 9,90
Ebook: € 2,99
Pagine: 352
Genere: Manuale
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 22 Ottobre 2015

Quante volte la scena di un film riesce a raccontare perfettamente un nostro stato d'animo? E in quante occasioni una citazione detta al momento giusto meglio se recitata con il sorriso sornione di George Clooney o col fascino di Marilyn Monroe risolve quei grandi e piccoli dilemmi quotidiani che ci perseguitano? E se si potesse risolvere i problemi di ogni giorno grazie a una pellicola? È la magia del cinema! "Keep calm e guarda un film" è un libro dedicato alla settima arte che, di pellicola in pellicola, di recensione in recensione, diventa un agile manuale di cineterapia. Per ogni complicazione che la vita ci pone davanti, il titolo giusto da guardare per risolvere o ridimensionare il grattacapo. Un manuale che - in 101 pellicole scelte tra i più famosi capolavori di ogni epoca, film fondamentali della storia del cinema e vere chicche da cinefili - ci ricorda che ogni problema può avere un lieto fine. In fondo... domani è un altro giorno.

Keep Calm e guarda un film è un libro assolutamente geniale: è questa la prima cosa che mi è venuta in mente una volta terminato questo manuale, perché effettivamente è di questo che si tratta, una vera e propria guida alla scoperta di alcuni dei più grandi film mai girati negli anni. Tra l'altro, esattamente come per i libri, anche le pellicole possono rispecchiare in tutto e per tutto i nostri stati d'animo: se ci si sente particolarmente euforici si sceglie un determinato libro, ma chi lo dice che non si possa fare la stessa cosa con i film? Sebastiano Barcaroli e Federica Lippi risolvono questo grande interrogativo indicandoci un film per ogni problema ricordandoci che un rimedio esiste per tutto.

E non c'è davvero niente di cui vergognarsi se alimentiamo la nostra immaginazione, più o meno fervida che sia, anche con una lettura o una visione che alcuni definiscono "per bambini". Vivere in un mondo di fantasia aiuta il nostro fanciullo interiore a rimanere vivo, a incuriosirsi di tutto, a mantenere florido il giardino della creatività. Insomma, è questa la pozione magica per non invecchiare, il trucco che ci rende immortali, come farebbe la pietra filosofale. 
[Vivi in un mondo di fantasia? Harry Potter e la pietra filosofale.]

Andare al cinema o sedersi su un divano con una bella bibita in una mano ed un sacchetto di popcorn o patatine dall'altra è una delle cose che più amo al mondo: adoro immergermi nei mondi creati dai registi e forse è stato proprio questo ad avermi avvicinato a questo libro, con la speranza di trovarci nuovi spunti e qualche certezza e la cosa meravigliosa è che ci ho trovato molto più di questo! Gli autori hanno saputo avvolgere egregiamente il lettore, tramite il mezzo delle parole, in un mondo fatto di immagini, effetti scenici e copioni magistrali. Sono stata molto contenta di ritrovare, nel libro, alcuni dei film che più mi hanno colpita nel corso degli anni, e giusto per citarne qualcuno Edward mani di forbice o Forrest Gump, Rocky o The Truman Show, e soprattutto ho avuto il piacere di conoscere pellicole di cui non avevo sentito parlare, accorgendomi poi che i due che più hanno incuriosito appartengono alla cultura cinematografica giapponese che purtroppo conosco poco, come Akira e L'estate di Kikujiro. Per altri film invece, che conoscevo ma che non ho ancora avuto modo di vedere, è aumentata ancora di più la mia curiosità e con essa l'infinita lista che raccoglie tutti i film da guardare assolutamente, alla pari dell'altra lista, quella dei libri!

Forrest sarà anche l'America, ma noi siamo tutti Forrest, seduti su una panchina con una scatola di cioccolatini in mano, sapendo che la vita è proprio come quella scatola: non sai mai cosa ti aspetta. Una cosa intelligente da fare è cercare di trovare il cioccolatino che ci renderà felici. 
[Ti dicono sempre che sei stupido? Forrest Gump.]

Non potevano poi certo mancare i film d'animazione e qui gli autori si sono superati riportando a galla ricordi, sensazioni ed emozioni fortissime con Toy Story, il migliore mai trasmesso sul grande schermo: chi non si ricorda di quei giocattoli che godevano di vita propria e che affrontavano avventure incredibili? E' assolutamente impossibile dimenticarli, tornerete bambini leggendo solo qualche pagina e vi ritroverete con un sorriso enorme sul viso.

..la Pixar è oggi l'unica casa di produzione capace di fare cinema d'animazione ad alto tasso di emotività.
[Tuo figlio è troppo disordinato? Toy Story]

La lettura è stata molto agevolata anche dalla costruzione del libro: ad ogni film vengono dedicate poche pagine che risultano comunque molto complete ed esaustive, oserei dire assolutamente perfette.
Infine, lo stile è molto scorrevole, semplice e arricchito da quel pizzico di ironia che non guasta mai e da tanto sentimentalismo che fanno del libro qualcosa di assolutamente sentito e vissuto sulla propria pelle: un mix perfetto.
Se mi chiedessero a chi consigliare questo libro indicherei sicuramente tutti i cinefili, amanti del buon cinema e quindi dei buoni film, ma anche coloro che solo saltuariamente si approcciano a questa arte per far loro comprendere la bellezza e la magia che si cela sotto di essa.

2 commenti:

  1. Dai sembra un bellissimo libro. Peccato che non vado molto matto per i manuali :-( però questo sembra veramente ben fatto. E mi piacerebbe molto sapere di più sui i film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vederlo come un vero e proprio manuale da studiare in fondo, vedilo piuttosto come una sorta di guida che di tanto in tanto potrai andare a recuperare :P ti apre la mente su film che non sapevi neancbe esistessero!

      Elimina