giovedì 3 marzo 2016

Novità da Scoprire: Ismail e il grande coccodrillo del mare di Costanza Savini

Ismail e il grande coccodrillo del mare


Euno Edizioni
Pagine: 72 - Prezzo: € 7,00 - Disponibile anche in eBook
Prefazione di Ruggero Sintoni - Postfazione di Giovanni Discolo

In Libreria dal 7 Marzo

IL LIBRO
Un racconto ricco di suggestioni. Dove c’è un pettine d’argento con effetti taumaturgici per chi lo usa, una Grande Casa del Circo cangiante e variopinta, una bambina nei flutti del mare che ritorna ogni notte, in punta di piedi, nei sogni di chi non ha fatto in tempo a salvarla. Una favola magica con un excursus avventuroso e un ritorno alle origini. Quasi un messaggio di recupero delle terre di partenza in senso geografico e spirituale. Ma, allora, Ismail è vittima o eroe di un destino ineluttabile? Ancora una volta la contraddizione conduce il lettore per mano alla ricerca della verità. Quando ci troviamo di fronte a un racconto con protagonista un ragazzo ci viene da pensare che i destinatari siano per l’appunto i ragazzi o gli insegnanti e gli operatori dell’infanzia. Non è così quasi mai. Non lo è proprio per Ismail e il grande coccodrillo del mare, perché se da una parte può entusiasmare i più giovani per il suo contenuto avventuristico “alla Salgari”, agli adulti fa davvero bene. Ce n’è bisogno. Ismail non è un eroe nel senso più etimologico del termine; quel che fa gli costa anche fatiche immense: è solo uno di uno di quei tantissimi ragazzi del continente “al di là del Mediterraneo” che come lui sono solo uomini del nostro tempo. I suoi antagonisti non sono degli anti-eroi fiabeschi, ma alcuni dei tanti, troppi, malvagi sempre del nostro tempo. Non ci sono “aiutanti magici” in questo bel racconto, ma solo tante umanità, spesso anch’esse ferite nel proprio natale..., qualcuno si è anche reinventato un altro nuovo Natale. È un testo scritto e pensato per tutti, ma in particolare per ragazzi e adulti di ogni Nord, in particolare quelli dei paesi che si affacciano al nostro Mediterraneo e del Vecchio Continente, con la sapienza e la piacevolezza narrativa della scrittrice che ha tenuto aperti gli occhi, le orecchie, il cuore e la fantasia alle umane vicende di chi ci sta intorno.

AUTRICE
Costanza Savini, vive a Bologna, dopo la laurea in Giurisprudenza inizia a occuparsi di realismo magico, storia e sociologia delle religioni. Nelle sue opere emerge una particolare attenzione e sensibilità per i temi sociali che vanno dall’emarginazione al potere curativo della parola, indagati sempre in una prospettiva metafisica dell’uomo e della natura. Collabora con riviste internazionali sul tema dell’integrazione multiculturale. Tra le sue pubblicazioni: Sette Storie per l’Anima. Parole come Rimedi (Il Ciliegio, 2015), Morte nei boschi (scritto con Giorgio Celli, Mursia 2011), Il sesso dell’Angelo. Racconti al femminile (Campanotto, 2011). Nel 2007 è stata finalista al Premio Carver con Il lago in soffitta (Mursia, 2007).

1 commento:

  1. Un bellissimo racconto, credo che ogni libro che venga scritto per cosi dire "ai giovani" a volte dovrebbero leggerli anche gli adulti, e da questi libri che ci insegnano il rispetto e le altre virtù

    RispondiElimina