lunedì 7 marzo 2016

Recensione [Anteprima]: Perfect di Alison G. Bailey


Prezzo: € 14,90
E-book: € 6,99
Pagine: 391
Editore: De Agostini
Genere: Young Adult
Data Pubblicazione: 8 Marzo

Amanda e Noah hanno un solo minuto di differenza, sono cresciuti insieme e insieme hanno vissuto molte prime volte o almeno fino a quando non hanno iniziato ad essere adolescenti e qualcosa in loro è cambiato... E mentre Noah prende atto che ciò che li lega è cambiato e vorrebbe portarlo ad un livello superiore Amanda fugge, cercando di rinnegare ciò che prova. Potrà fuggire per sempre all'amore? Noah alla fine riuscirà a farle capire che lei è perfetta per lui?


Nei giorni scorsi ho avuto la possibilità di leggere in anteprima Perfect di Alison G. Bailey, autrice che non conoscevo affatto e di conseguenza quando ho iniziato questo libro non sapevo proprio cosa aspettarmi... 
La storia non è sicuramente originale, però il modo in cui la Bailey ha deciso di raccontarla la rende senza ombra di dubbio differente e accattivante. 
Attraverso Amanda il lettore vive ogni istante dell'amicizia tra lei e Noah, che sono legati fin da piccolini. All'inizio Amanda ci fa fare un bellissimo viaggio indietro nel tempo raccontandoci i momenti più belli della sua infanzia con Noah e di come fin da piccolini per loro fosse normale esser sempre assieme, condividere tutto e sostenersi. 
L'autrice regala al lettore delle immagini bellissime dei due protagonisti bambini, momenti dolcissimi che mostrano la bellezza unica dei piccoli: ho amato molto le parti in cui Amanda raccontava della loro infanzia, perché con questi racconti chi legge riesce a conoscere meglio i due protagonisti e anche a comprenderne il legame.
In un certo senso Perfect procede per tappe: la prima riguarda l'infanzia dei protagonisti, poi si passa all'adolescenza ed infine all'età adulta: ho amato moltissimo tutta la parte relativa all'infanzia, in un attimo senza nemmeno rendermene conto avevo letto più di 100 pagine e mi sono ritrovata in piena adolescenza spinta dalla curiosità che pagina dopo pagina è cresciuta a dismisura.
Arrivati però nella fase adolescenziale ci si imbatte in un'Amanda che è rimasta ferma ai 10 anni: egoista, capricciosa, testarda e possessiva, ma soprattutto incapace di comprendere davvero che nel momento in cui si fa una scelta bisogna accettarne le conseguenze e non si può pretendere che la vita delle altre persone venga condizionata dai propri desideri e soprattutto dai propri errori. Da questo momento in poi il mio odio per Amanda è cresciuto a dismisura, l'avessi avuta davanti a me l'avrei presa a schiaffoni e come diceva sempre mia mamma "a due a due fino a che non diventano dispari". 
Tutta la parte che riguarda l'adolescenza di Noah e Amanda è una continua scoperta, vengono introdotti nuovi personaggi e alcuni sono davvero terribili, come Brittani, la classica bella, zoccola (concedetemi il termine) e spietata, che giudica tutti e che non si rende conto di esser la più fallita della scuola. 
Avrete anche modo di incontrare Brad, che personalmente non mi è dispiaciuto, anzi ho trovato che nella sua spietata malvagità ci fosse una specie di grillo parlante per Amanda e mi sarebbe piaciuto moltissimo che la Bailey approfondisse questo personaggio, ma ho letto un'intervista in cui dichiarava che il secondo libro è interamente dedicato a lui!!
Noah resta senza alcun dubbio il re indiscusso di questo libro, così perfettamente imperfetto, sempre in bilico tra Amanda e il resto del mondo, in costante ricerca di una valvola di sfogo per allontanare il dolore che puntuale gli viene procurato dalle scelte di colei che si definisce la sua migliore amica, che ripete alla nausea che non lo vuole perdere, ma che lo tiene a distanza e non accorgendosi che il modo in cui lo tiene legato a se è malato...
Noah il cavaliere dall'armatura scintillante, il principe azzurro sul cavallo bianco: ogni sua azione viene perdonata in un nano secondo dal lettore, che non può fare a meno di amarlo e tifare costantemente per lui... Certo si circonda di certe deficienti che a volte qualche dubbio sui suoi gusti in fatto di donne vi verrà, ma sarà un attimo poi tornerete a divorare ogni pagina per sapere cosa ne sarà di lui e del suo eterno amore per quella pazza squilibrata di Amanda!
Ed infine senza nemmeno rendersene conto si arriva alla fase finale della vita di Amanda e Noah: li abbiamo visti crescere, fare le biricchinate tipiche dei bimbi, li abbiamo osservati diventare grandi e scoprire la pubertà ed infine eccoli adulti alle prese con la vita vera, quella che non ti regala nulla, che spesso ti toglie tutto e che se può ti prende a calci nei denti... 
Da questo momento in poi la storia subisce un'impennata, Amanda è ancora immatura e sciocca, ma qualcosa di imprevisto e tragico la porterà a riesaminare la sua vita ed è in questo momento che fa il suo ingresso Dalton, un personaggio che ho amato alla follia e che con dolcezza e ironia riesce a mostrare la strada ad Amanda! Non voglio assolutamente fare spoiler, ma diciamo che qui entra in gioco il dramma, la tragedia e un qualcosa di talmente grande e incomprensibile per la piccola immatura Amanda che tutto cambia e lei improvvisamente ritrova la sua sanità mentale.
Perfect è un libro che tra risate, rabbia e lacrime riesce a catturare il lettore, intrappolarlo nella vita dei due protagonisti e soprattutto gli fa vivere ogni singola emozione provata da Amanda e Noah come se a provarla fosse lui. 
La Bailey ha uno stile unico, coinvolgente e ha la capacità di raccontare una storia trascinandosi dietro il lettore, che difficilmente riesce a staccare gli occhi dal libro, anche se i dialoghi a volte sono inesistenti e poco credibili, però la sua scrittura cattura, incuriosisce ed è talmente lineare e scorrevole che in pochissimo tempo si arriva a metà libro.
I protagonisti per certi versi sono veri, reali, imperfetti e come tutti commettono degli errori, affrontano difficoltà e si lasciano andare a rabbia e sconforto: sono proprio queste caratteristiche che rendono ogni singolo personaggio unico nel suo genere, facendo di Perfect un libro differente, che si eleva al di sopra dei soliti Young Adult.
Niente triangoli amorosi per la Bailey, che ha impostato tutta la storia solo ed unicamente su Amanda e Noah, gli altri sono solo contorni, piccole sviste momentanee... 
Proprio per il modo in cui è impostata la narrazione il coinvolgimento del lettore è totale, diventa lui stesso parte della storia, la vive e si lascia travolgere, completamente assorbito dalla trama e dai suoi protagonisti. 
Ammetto che ci sono stati momenti in cui avrei volentieri abbandonato la lettura, perché quel costante tira e molla di Amanda e la sua eccessiva immaturità sono davvero snervanti, ma c'era sempre qualcosa che in un modo o in un altro mi spingeva a proseguire e alla fine ho notato un netto miglioramento che mi ha sorpresa. 
Il finale ad un certo punto vi apparirà scontato e banale, ma è qui che inizieranno i vari colpi di scena, quindi non datevi per vinti!
Nel complesso Perfect è una lettura piacevole, veloce, scorrevole e non troppo banale e nonostante Amanda sono certa che finirete per adorarlo!












10 commenti:

  1. Un bellissimo libro, trovo molto interessante la crescita dei personaggi attraverso diversi fasi della loro vita, lo trovo molto coinvolgente. Anche se Amanda sembra tremenda

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione che senza rivelare troppo mi ha fatto prendere in considerazione il libro.
    Ammetto che i protagonisti come sembra essere Amanda nella prima fase non li sopporti, ma forse rispecchiano solo l'altra faccia della crescita...penso proprio che lo leggerò quanto prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È pieno di clichè questo si

      Elimina
  3. Io ho una paura con questo libro, sarà il prossimo credo... spero! O.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh guarda io ho modificato il mio giudizio verso la fine, perchè prima era un 2 o max 3

      Elimina
  4. Mi ispira tantissimo :) lo prenderò in considerazione. ♡

    RispondiElimina
  5. Libro bellissimo che tiene fino alla fine il lettore sulla corda... Romantico appassionato..la storia d'amore perfetta...

    RispondiElimina
  6. ....ho appena terminato di leggere "Perfect" e faccio fatica ad elaborare le emozioni,sono state un crescendo. ....da subito avrei preso a schiaffi Amanda ......ripetutamente durante la lettura....a prova di resistenza questa ragazza, forse avrei cercato di dare più spessore alle sue paure anziché fare un tira e molla continuo che finisce col stancare il lettore, ma nel complesso l'ho trovato reale. .....perché anche se lo desideriamo con ogni piccola parte di noi stessi la vita è dura e ci mette alla prova.....

    RispondiElimina