giovedì 21 aprile 2016

[BlogTour] “Dylan Magon” Settima Tappa: Intervista a Dylan Parte I



Buondì ColorLettori,

oggi abbiamo il piacere di ospitare la settima tappa del primo Blogtour Musical-Letterario d'Italia! Nato con l'intento di far conoscere una voce emergente di cui ci siamo innamorati ed evidenziare quanto forte ed interessante sia il connubio tra la musica e i romanzi che leggiamo.
In questa tappa ci viene data la possibilità di conoscere un po' meglio Dylan e scoprire qualcosa di più della sua passione: la musica!!!





- Quando ti sei avvicinato alla musica per la prima volta?

Sono sempre stato circondato dalla musica sin dalla tenera età. Principalmente da musica soul black. Ho cominciato a cantare all’età di 10 anni per poi scrivere il mio primo (abbastanza banale) brano all’età di 12 anni.

 - Cosa ti ha insegnato l’esperienza a The Voice?


L’esperienza a The Voice mi ha insegnato che i sogni sono davvero realizzabili con la forza di volontà e il duro lavoro. Mi ha insegnato che quando fai parte di questo mondo, il mondo della musica, fondamentale per se stessi e per il proprio percorso artistico è avere attorno persone vere, che credono in te e nella tua musica.


- Qual è il momento più bello che ricordi a The Voice? 


La blind audition. L’ansia e la tensione prima di salire sul palco che si trasforma in carica ed energia, anche grazie al pubblico è qualcosa di indescrivibile. È un mix di emozioni che raramente ti travolge in una volta sola, nella vita normale. - qual'è il momento più bello che ricordi a The Voice? - La blind audition. L’ansia e la tensione prima di salire sul palco che si trasforma in carica ed energia, anche grazie al pubblico è qualcosa di indescrivibile. È un mix di emozioni che raramente ti travolge in una volta sola, nella vita normale.  

- Sempre all'interno del Talent a cui hai partecipato qual è la tua performance più bella e quella che più ti ha lasciato con l'amaro in bocca e perchè? 

Parto con l’esibizione che su tutte mi è piaciuta di meno. Il secondo LiveShow. Ero tesissimo perché era la prima volta dall’inizio del talent che dovevo imparare a memoria la strofa che avevo scritto. Ero molto teso e con me anche i miei “compagni di viaggio”. Arrivai sul palco stranamente insicuro e sbagliai la mia strofa rap. Fortunatamente nessuno se ne accorse ed il pubblico mi salvò al televoto! La cosa più divertente però fu quando Pelù mi fece addirittura i complimenti per la performance ahahahaha. L’esibizione più bella fu quella successiva. Per me era l’esibizione della rivalsa. Era l’occasione giusta per far capire a tutti che nonostante avessi sbagliato la settimana prima IO, potevo fare questo mestiere. Diedi tutto sul palco in quella mia esibizione! 
 
Suoni strumenti? Quali ti piacerebbe iniziare a studiare?


Purtroppo non suono nessuno strumento ma mi piacerebbe imparare a suonare il pianoforte, la batteria e la chitarra elettrica.


- Parlaci di Atomi&Molecole, come è nata questa canzone? 

 “Atomi e Molecole” nasce circa un anno fa, in un momento davvero insolito. Ero in macchina e preso da un momento d’ispirazione intensa cominciai a scrivere il testo e la melodia senza nemmeno una strumentale di riferimento. Il testo, successivamente, l’ho completato assieme a Steve Luchi, che è il mio produttore che ha curato tutto l'arrangiamento del brano.


-Come ti approcci alla fase di scrittura dei tuoi brani? 


I miei brani nascono sempre in maniera spontanea. Non tento mai di forzare la scrittura perché so che non ne uscirebbe mai nulla buono. Ci sono brani che, grazie a momenti di pura ispirazione, riesco a scrivere e completare in un giorno e brani invece che rimangono in “stand by” anche per mesi fino a che non arriva “l’illuminazione” giusta che mi porta a completare il testo con il sentimento e trasporto giusti.


-Raccontaci un aneddoto della tua infanzia. Una recita scolastica.... La prima volta che hai cantato cantato in pubblico.


La prima vera volta che mi sono esibito in pubblico frequentavo le scuole medie a Giaveno in provincia di Torino. Ai tempi frequentavo un circolo che ospitava tutti i ragazzi della mia scuola e non. C’erano tanti miei amici che si vedevano lì il pomeriggio e dopo poco tempo mi convinsi ad andare anche io. Ai tempi già cantavo e scrivevo, così quando mi proposero di partecipare ad un musical che volevano poi proporre nel teatro del nostro paese io accettai. Era uno spettacolo che raggruppava tramite una storia, tutti i più famosi musical della storia. Ricordo quell’esibizione con molta felicità perché riuscii ad esprimere tutto ciò che volevo tramite l’arte del canto e della recitazione e ne fui molto orgoglioso.


- Quali sono le tue recenti esperienze artistiche più importanti e "istruttive"? 


Credo che nella musica e nell’arte in generale sia tutto estremamente importante e istruttivo, anche solo il confronto e la condivisione di idee con un altra persona che ama l’arte in generale ti può aiutare a crescere artisticamente. Io cresco ogni giorno sempre di più grazie alle persone che assieme a me lavorano alla mia musica. Ogni volta che sono in studio a registrare un nuovo brano imparo sempre cose nuove che mi aiutano a migliorare sempre di più. La stessa cosa mi succede con la scrittura. Più scrivo, ascolto altri brani, leggo testi di artisti che io amo e più capisco in che direzione bisogna andare e che tipo di scrittura più mi rappresenta. Nella musica ogni giorno di lavoro è importante.


- C'è qualcosa di questo mondo (musicale / star sistem) che non ti piace?


Ci sono tante cose che non mi piacciono di questo mondo ma nonostante ciò, amo così tanto la musica che credo che bisogna accettarlo così com'è, anche con i suoi difetti. L'importante è mantenere sempre la giusta umiltà e il senso concreto delle cose, guardandole dalla giusta prospettiva e non scordando quali sono i Valori più importanti.


-Qual è il tuo sogno più grande? 


Il mio sogno più grande è vivere di e per la musica ogni giorno della mia vita fino alla fine. Il mio sogno è regalare a mia figlia una vita serena e felice, circondata d’amore. Poterle dare tutto ciò che io non ho mai potuto avere e non farle mai mancare niente. Il mio sogno è continuare a ricevere l’amore e la forza che la mia compagna mi dona ogni giorno.


- La frase più significativa per te in atomi e molecole? 


“Non è possibile. Non si può vivere annegando desideri in un lago di pianti”. Credo che questa sia la frase più significativa del brano perché descrive in toto ciò che viviamo in questo periodo. Per colpa della paura a volte ci ritroviamo a mettere da parte ciò che davvero vorremmo fare. E la paura del futuro e del presente ci fa “rinunciare”. Rinunciare ai nostri sogni e desideri. Tutto ciò fa male perché tutti dovrebbero avere il diritto di inseguire i propri sogni ma in questo momento a tante persone ciò non è possibile a causa del periodo storico difficile che sta passando il nostro paese.


- Se potessi essere tu l'autore di una canzone famosa quale vorresti che fosse? (e perchè)
 

Io sono un fan accanito di Tiziano Ferro. Amo il suo e, solo suo modo di scrivere. Amo come tramite una penna riesca a descrivere dei momenti della vita di ognuno di noi in maniera mai scontata. Forse, dovessi scegliere, mi piacerebbe essere autore di “Perdono” di Tiziano Ferro appunto, perché con quel brano Ferro cambiò le “regole” della musica italiana entrando in classifica con qualcosa che non si era mai sentito prima. Ciò che vorrei fare io con la mia di musica e il mio genere di musica, l’RnB. 

- Cosa pensi del tuo produttore? 


Tra me ed il mio produttore Steve Luchi ormai non c’è solamente un rapporto lavorativo.. Siamo praticamente fratelli. Nel mondo della musica italiana tutti tendono ad essere “egoisti”, a tenersi tutto per sé, coltivare sempre e solo il proprio orticello senza mai credere in niente e nessuno. Trovare una persona come Steve che crede ancora nell’arte della musica, la musica vera, per me è stato un colpo di fortuna (per non dire altro ahahahah) che non tutti hanno avuto nella propria vita. Soprattutto da emergenti. Ad oggi grazie a lui riesco a fare musica di alta qualità con persone qualificate e grandi professionisti. Da solo sarebbe stato tutto molto più difficile. Quindi non smetterò mai di ringraziarlo a prescindere da ciò che accadrà a noi e alla nostra musica.

- Quale traguardo ti piacerebbe raggiungere? 

Il traguardo più grande sarebbe fare ciò che amo per tutti i giorni fino alla fine. Fare e vivere per la musica! Svegliarmi la mattina, guardarmi allo specchio e vedere sempre una luce accesa e splendente nei miei occhi. La luce della felicità!















GIVEAWAY


1° PREMIO

WEEK-END per due persone presso l'Agriresort LE PORCINE sul lago di Bolsena (http://www.agriresortleporcine.it/) + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



2° PREMIO

Partecipazione al BackStage del prossimo video per due persone + 2 T-Shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



3° PREMIO

Buono Amazon da 25 Euro + T-shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



4° PREMIO

Buono Amazon da 25 Euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata da Dylan Magon.



5° PREMIO

Buono Amazon da 15euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata da Dylan Magon



DAL 6° AL 14° PREMIO



+ cartolina autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento




15° PREMIO

IL GRAFFIO DEL VENTO (eBook) di Mayra Scott MJ Heron





16° PREMIO

IL CAMMEO DI OSSIDIANA (eBook) di Virginia de Winter





17° PREMIO

Buono amazon da 10 euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da Dylan Magon.



18° E 19° PREMIO

la T-Shirt dell'evento + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da Dylan Magon.



DAL 20° AL 35° PREMIO

a Tazza dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento. 




DAL 36° AL 40°

Il nuovo singolo di Dylan il giorno dell'uscita. 



DAL 41° AL 50°

Card Autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento.




GADGET






REGOLAMENTO

Per partecipare all'estrazione basterà acquistare il singolo "Atomi e Molecole" su iTunes compilare il form sottostante in tutti i suoi campi. Punti extra verranno assegnati a chi commenterà le varie tappe e chi condividerà l'evento sui propri social. Tutti coloro che diventeranno fan di Dylan su Twitter ed Instagram riceveranno un video ringraziamento personalizzato!


*Chi non usa iTuns, può acquistare da qualsiasi altra piattaforma digitale. Faranno fede la ricevuta d'acquisto o lo screen-shot della stessa, inviata all'indirizzo mail dylanmagonblogtour@libero.it *Chi non usa iTuns, può acquistare da qualsiasi altra piattaforma digitale. Faranno fede la ricevuta d'acquisto o lo screen-shot della stessa, inviata all'indirizzo mail dylanmagonblogtour@libero.it


L'acquisto del singolo atomi e molecole è condizione essenziale per partecipare all'estrazione dei premi.















Domani troverete un'altra tappa sul blog Coffe & Books







Tutta la grafica dell’evento è stata realizzata da:



10 commenti:

  1. È un piacere conoscere meglio Dylan!!! Continuo a riascoltare “Atomi&Molecole” e devo dire che sono contentissima di averlo scoperto come cantante!!!

    RispondiElimina
  2. Dylan sei un grande! da The Voice sempre con te!

    RispondiElimina
  3. Dylan sei un mito, the voice sarà sempre nel tuo cuore!! ❤

    RispondiElimina
  4. bellissima intervista, ti auguro di vivere di musica!

    RispondiElimina
  5. è bello poter conoscere anche il significato che TU dai alla tua canzone, posto che chiunque la ascolta la fa propria e le attribuisce un determinato significato.

    RispondiElimina
  6. "Atomi&Molecole" ti resta in testa e sono davvero contenta di aver scoperto questo artista. Dall'intervista poi si capisce che è rimasto con i piedi per terra e mi sembra anche davvero simpatico!

    RispondiElimina
  7. Mi piace la risposta che Dylan da della frase più significativa di Atomi&Molecole..denota molta maturità..sono le stesse cose che penso io..ma per età potrei essere sua madre..bravo Dylan c'è altro in te oltre la voce!!

    RispondiElimina
  8. Amo le interviste..mostrano lati delle persone che non conosceresti e soprattutto mi sono piaciute le risposte di Dylan, si vede che mette il cuore in tutto quello che fa!

    RispondiElimina
  9. Mi ha fatto piacere poter conoscere meglio Dylan con questa intervista. Credo sia un ragazzo molto umile, vero, genuino, cosa che non è poi così scontata ai giorni nostri. Mi ha fatto sorridere molte volte, complimenti :3

    RispondiElimina