giovedì 26 maggio 2016

Recensione [Graphic Novel]: Demone dentro di Mattia Iacono


Prezzo: € 16,90
Pagine: 176
Genere: Graphic Novel
Editore: Tunué
Data di pubblicazione: 26 Maggio 2016

Un antico libro circondato da un alone di mistero è la chiave, intrigante e ben delineata di Demone dentro, il vivace graphic novel targato Prospero’s Books. Il giovanissimo Mattia Iacono riesce, fin dalle prime pagine, a dare un’impronta singolare e brillante al racconto, che parte da due esistenze in stallo, quelle di Wantoo e Ulisse. I due, accomunati dalla disillusione nei confronti di un presente sempre uguale, devono fare i conti con un’ingombrante parte oscura che dorme in loro. Parte che sembra dominarli in ogni gesto quotidiano, nonostante un’apparente passività. Entrambi approdano su una stessa isola, terra ostile e piena di insidie, che li coinvolgerà nell’ardua scalata verso una meta difficile, una vetta pronta a rivelarsi il luogo in cui sono nascoste tutte le risposte di cui avevano bisogno. Il disegnatore romano mostra grande maturità nel guidare il lettore in una trama che intreccia due percorsi emotivi simili, immettendoli verso un cammino fisico e psicologico visivamente potente, che appassiona fin dalla prima pagina.

Fin dal primo momento in cui i miei occhi si sono posati sul lavoro di Mattia Iacono qualcosa è scattato in me ed il mio amore per i graphic novel è letteralmente esploso. Demone Dentro racconta una storia difficile, profonda e per certi versi innovativa in una maniera unica ed eccezionale attraverso delle tavole intense e particolarmente evocative che sono in grado di mettere a nudo con una semplicità disarmante due anime al contempo complesse e travagliate.
Le vite di Wantoo e Ulisse sono due vite semplici ed ordinarie che procedono lentamente nella routine giornaliera fatta di poche soddisfazioni e fin troppo preoccupazioni, la più grande delle quali, però, risiede in loro stessi, nel luogo più buio dell'anima. Dietro ad un'apparente carattere passivo e sottomesso, infatti, si nasconde la loro vera identità, la loro forza che diventerà, al contempo, la loro più grande paura che solo attraverso un viaggio su un'isola misteriosa, metafora di un viaggio alla scoperta di se stessi, potranno affrontare e fronteggiare definitivamente. Tra le strade di un cammino impervio e tortuoso, Mattia Iacono trasporta il lettore, prendendolo per mano, tra le pagine di una vicenda sconcertante che sotto la superficie nasconde la vera identità dell'essere umano.

Partendo dal presupposto che non sono un'esperta in materia e per questo non posso esprimermi esattamente in termini tecnici, trovo che le tavole e il tratto dell'autore sappiano rappresentare appieno la drammaticità e l'intensità della storia narrata: l'espressività che Mattia Iacono ha dato ai personaggi presenti nel libro è in grado di trasmettere perfettamente le emozioni provate, le preoccupazioni e soprattutto quella voglia di riscatto che caratterizza Wantoo e Ulisse, i due protagonisti, elemento, questo, che si nota ancor di più nelle tavole prive di dialoghi in cui a parlare, nel verso senso della parola, sono i disegni. Anche quando ad essere rappresentati sono i paesaggi traspare tutta l'intensità del momento e per il lettore sarà impossibile non fermarsi ad ammirare ogni singola tavola con il cuore gonfio nel petto. Oltre a questa magnificenza, poi, non mancano figure goffe, buffe e divertenti capaci di stemperare quel tanto che basta l'atmosfera che l'autore ha voluto creare dando vita così, nell'insieme, ad un graphic novel davvero eccezionale ed assolutamente imperdibile.

Parlando, invece, della storia narrata al suo interno, Demone Dentro si presenta come un viaggio alla scoperta di se stessi, un viaggio profondo che percorre le vie più pericolose mai affrontate prima per affrontare quelle paure che ci fanno diventare ciò che non siamo mai stati e che mai saremo. Questa entità oscura che ci portiamo dentro è rappresentata, appunto, da un vero e proprio demone oscuro che minaccia continuamente di venire allo scoperto e di trasformaci in un essere sconosciuto anche a noi stessi. La tematica che l'autore ha voluto affrontare è, forse, una tra le più difficili, una di quelle che fa degli ostacoli la propria essenza, una delle poche in cui il rischio di cadere nelle banalità è particolarmente elevato e lui è stato incredibilmente abile nel fronteggiare tutto questo con un'originalità notevole mettendo la propria firma, metaforicamente parlando, in ogni tavola, facendo distinguere il suo tratto deciso e per nulla convenzionale che altro non si può fare se non ammirare. 
Questa originalità la possiamo ritrovare anche nella costruzione della vicenda stessa: se nelle prime tavole incontriamo i protagonisti su quest'isola maledetta abitata da esseri strani e misteriosi, successivamente attraverso piccoli scorci narrativi entriamo nelle loro vite e nella monotonia che le contraddistingue ed insieme a loro percorriamo la strada che ci permetterà di mettere ordine nei nostri pensieri e di fronteggiare, una volta per tutte, le nostre paure, e così come Wantoo e Ulisse, noi stessi faremo la conoscenza di quello strano libraio e del suo misterioso antico libro che ci cambierà la vita.
Il finale, inoltre, risulta essere particolarmente evocativo, ma soprattutto darà modo al lettore di far navigare la sua fantasia in un luogo in cui ogni interpretazione può essere quella corretta.

Mattia Iacono firma uno dei Graphic Novel più belli e intensi che io abbia mai letto.

2 commenti:

  1. Mi piacciono un sacco le illustrazioni di questo libro!!

    RispondiElimina
  2. Molto interessante sia la trama che le illustrazioni.

    RispondiElimina