lunedì 18 luglio 2016

Recensione [Graphic Novel]: Octave di David Chauvel, Alfred e Walter


Prezzo: € 16,90
Pagine: 128
Genere: Fumetto per bambini
Collana: Tipitondi 
Età di lettura: 7+
Editore: Tunué
Data di pubblicazione: 14 Luglio 2016 (ristampa)

Octave è un bambino che vive con la mamma sulla costa di fronte l'oceano, ma odia il mare e il solo pensiero di immergere un piede nell'acqua salata lo fa rabbrividire. Quando la situazione lo richiede, tuttavia, tira fuori il coraggio e vola in soccorso di una balena; lotta contro la pesca abusiva; aiuta un pinguino a ritrovare la via di casa e salva il papà di un piccolo di sula tenuto prigioniero in un parco marino... 

L'importanza che i fumetti, ed i libri in generale, dedicati ai più piccoli, bambini o ragazzi che siano, rivestono nel panorama letterario odierno non è assolutamente da sottovalutare, ma purtroppo non sempre noi lettori riusciamo a trovare una storia all'altezza di questo, una di quelle in grado di far appassionare, divertire e riflettere. Con Octave la casa editrice Tunué, però, è riuscita pienamente nell'intento di regalarci un Graphic Novel degno delle migliori menzioni facendoci conoscere il mondo imperfetto, ma curabile attraverso gli occhi di un bambino coraggioso disposto a mettere da parte le sue paure pur di aiutare chi ha bisogno di lui.

Octave è un bambino come tanti, semplice e pieno di vita, che vive con la madre su un isola, sulla costa che fronteggia quell'oceano che solo qualche tempo prima gli ha portato via il padre. Il trauma che ha subito ha fatto nascere in lui una vera e propria fobia per l'acqua, e anche il solo pensiero di doverla sfiorare lo fa rabbrividire. Ma ciò non accade quando qualcuno ha veramente bisogno di lui: il suo spirito d'avventuriero, nobile e la sua anima pura fanno venire allo scoperto il coraggio che lo porterà senza esitazioni a salvare una balena che ha perso l'orientamento, a lottare contro la pesca intensiva e abusiva per portare in salvo le orate, a riportare a casa un pinguino ritrovatosi sulla sua isola a causa dello scioglimento dei ghiacciai e a liberare il papà di un piccolo sula catturato a fatto prigioniero in un parco acquatico con il solo scopo di ottenere profitti, e così si ritroverà a combattere contro la corruttibilità e la crudeltà dell'animo umano che solo un bambino può fronteggiare veramente.

La prima cosa che mi ha colpita particolarmente di questo Graphic Novel e che ho apprezzato tantissimo riguarda la presentazione del protagonista: Octave, infatti, viene introdotto al lettore, per ogni storia che lo riguarda, in maniera particolare, attraverso una voce fuoricampo con la quale lo stesso bambino può interagire, a volta contraddicendola, altre molto semplicemente sottolineando quanto viene detto. Personalmente trovo questa tecnica narrativa particolarmente efficace che non solo strappa qualche sorriso, perché credetemi sarà impossibile rimanere seri, ma soprattutto che permette al lettore, piccolo o grande che sia, a rivedersi in Octave, a coglierne l'ironia e la semplicità che lo contraddistinguono in una maniera tale che non affezionarsi a lui sarà assolutamente impossibile. Rimangono poi impressi i disegni ed in generale lo stile che gli autori hanno dimostrato di possedere: nella loro semplicità il tratto e i colori predominanti della storia sono in grado di incantare chi li osserva, hanno quella particolare magia che porta i lettori all'interno della storia stessa, facendogli desiderare di esserne essi stessi i protagonisti. Le tavole sono particolareggiate al punto giusto, tali da non risultare troppo difficili per la comprensione o troppo semplici da rasentare la banalità, all'opposto invece sono uno (dei tanti) punti forti del Graphic Novel nel suo complesso e non nego di essere rimasta io stessa incollata alle pagine ad osservare ogni piccolo dettaglio e ad assorbirne i colori fino a farli sentire miei.

Certamente, però, colpiscono ancora di più le tematiche che gli autori hanno deciso di affrontare con una semplicità ed un'immediatezza disarmanti: il filo conduttore delle quattro diverse storie che vedono protagonista Octave è, senza dubbio, la crudeltà dell'uomo e i danni collaterali che le sue azioni prima o poi causeranno messo in contrapposizione all'animo puro ed incorruttibile di un bambino che, a volte inconsapevolmente, risulta essere l'unico in grado di porre rimedio a quanto fatto (e disfatto) dagli adulti. Accanto a questo ritroviamo uno dei sentimenti più nobili esistenti, l'Amicizia, quella si crea senza distinzioni di ogni sorta, quella che risulta essere in grado di far affrontare le peggiori paure a tutti, quella che aiuta a crescere e forgiarsi l'animo. Il tutto viene raccontato in maniera tale da essere assolutamente comprensibile anche per i lettori più giovani ed è proprio questa la forza che Octave ha in sé: la semplicità con cui affronta determinati temi lo rendono un Graphic Novel speciale in cui il divertimento e lo stupore viene affiancati da una nota di elevata importanza che inizierà a far acquisire al piccole lettore una consapevolezza che ben presto maturerà e che sarà in grado, da grande, di mettere in atto.

La miglior cosa che potete fare, adesso, è correre in libreria e regalare una copia di questo piccolo tesoro a un bambino, farlo incantare davanti alle sue tavole e trasmettergli quel significato essenziale che un giorno, forse, lo renderà un essere umano diverso.

 

1 commento:

  1. che carini i disegni *_* non vedo l'ora che la mia piccola nipotina cresca la sommergerò di questi libri :-)

    RispondiElimina